lunedí, 27 febbraio 2017

52 SUPER SERIES

Puerto Portals Sailing Week 2016: Quantum ad un passo dal triplete

puerto portals sailing week 2016 quantum ad un passo dal triplete
redazione

Anche oggi due prove a bastone molto intense nella baia di Palma de Mallorca. La Puerto Portals Sailing Week 2016, terzo evento evento delle 52 SUPER SERIES non delude e manda in scena due manche a tutto agonismo. Nella prima prova, arrivata come da copione, il vento si attesta intorno agli 8 nodi, le previsioni parlano di rotazione ed aumento nell’arco della giornata. Il primo spunto è per platoon che mette la prua davanti a tutti, ottimo il timing della corazzata tedesca capitanata da Harm Müller-Spreer. Il lato è di 1.6 miglia, la brezza è costante, Platoon e Quantum sono quasi appaiate, il terzo incomodo è Azzurra che sta a guardare, cercando di cogliere la fase giusta per attaccare. Al primo giro di boa però è già Quantum ad essere davanti a Platoon e Azzurra a quattro lunghezze. Si fa notare in rimonta al gate dietro i primi tre Rán Racing, di Niklas Zennström che a Puerto Portals schiera alla tattica Francesco Bruni. Alegre insegue insieme a Gladiator, Sled e Bronenosec che non tiene il passo. Split a sinistra per Quantum al gate, Terry Hutchinson come sempre in copertura su Azzurra, Vascotto è il più temuto della flotta a quanto pare. Un bel salto deciso a sinistra mette in fila le barche senza grossi colpi di scena, alla seconda boa di bolina il terzetto di testa è sempre lo stesso: Quantum, Azzurra e Platoon. L’ultimo lato di poppa per gli americani è solo controllo sugli avversari diretti, Doug DeVos chiude questa prova condotta in maniera maestrale ed infila la terza regata vinta consecutivamente in questa tappa spagnola delle 52 SUPER SERIES. Azzurra tiene il ritmo cedendo solo un punto, terzo è Platoon davanti a Rán Racing, Gladiator, Alegre, Sled, Bronenosec e Provezza. Azzurra sale in seconda posizione nella classifica generale.

La seconda prova, prende il via con condizioni di vento in aumento, come da previsioni nella baia di Palma de Mallorca, il bordo di bolina è obbligato. Rán Racing anticipa la partenza e deve rientrare, regata compromessa, ottima Azzurra con un spunto interessante per Guillermo Parada, “condotto” alla da Vascotto nella scelta di partenza sul pin. Azzurra, Quantum, Platoon e Bronenosec sembrano avere una marcia in più. I russi prendono la testa della corsa, Rán Racing inizia una gran rimonta, Azzurra perde il passo, alla boa di bolina arriva una penalità in un “contrasto” con Gladiator, ci sarà da rivedere la moviola, ma il giudicato degli umpires è immediato sul campo di regata e senza diritto di replica, purtroppo questa volta va così. Bronenosec di Vladimir Liubomirov che risponde alle chiamate di Michele Ivaldi è leader alla boa di bolina, Rán Racing e Alegre formano il terzetto di testa. Giornata a due facce per i russi e per Azzurra, ad ognuno di loro è toccato un momento no. Quantum sembra non essere in piena forma, ma a metà regata è li, terzo in pieno controllo sulla flotta, vedendo Azzurra (il diretto inseguitore) attardato in questa ultima prova di giornata. Bronenosec spinge sull’acceleratore, all’ultimo giro di boa è leader incontrastato, c’è voglia di rivalsa per il team russo dal cuore italiano, dritti verso l’arrivo vittorioso di questa ottava prova della Puerto Portals Sailing che vale anche il terzo posto in classifica generale di tappa. Secondo posto il soprendente Rán Racing che finalmente si gode un podio di manche. Quantum Racing è terzo, la consistenza è il suo punto forte. Quarto posto per Alegre seguito da Sled, Provezza, Azzurra, Gladiator e Platoon.

Americani in costante guadagno sull’intera flotta, Azzurra perde l’occasione per mantenere il passo del leader ad una giornata dal termine di questa tappa, Bronenosec molto bene a metà, un ottavo ed un primo di giornata, la costanza non è il piatto forte dei russi, il terzo posto nella classifica generale è un buon risultato ma c’è ancora un buon margine di miglioramento da quello che si è visto in acqua. Domani è l’ultima giornata di questa Puerto Portals Sailing Week, con nove punti di vantaggio su Azzurra, Quantum Racing può già pensare ad una formidabile tripletta in questa stagione 2016 delle 52 SUPER SERIES.

Lorenzo Mazza (ITA) trimmer, Quantum Racing (USA):

“Abbiamo cercato di gestire al meglio le regate, ci siamo riusciti molto bene nella prima prova dove siamo riusciti a chiudere bene per poi controllare sino alla fine. Nella seconda regata abbiamo battagliato nelle prime fasi della bolina e poi abbiamo mantenuto la posizione. Cerchiamo di evitare rischi in ogni regata, perchè in questa flotta quello che conta è la consistenza e la stabilità, evitare rischi cercando di rimanere stabili piuttosto che perdere posizioni, cosa molto facile in una flotta così compatta come questa. Ci sono ancora due regate per chiudere questa settimana, sarà una bella giornata di vento, sono nove punti di vantaggio ma dobbiamo essere concentrati come in ogni regata e poi staremo a vedere.”

Vasco Vascotto (ITA) tattico Azzurra (ITA):

“Oggi abbiamo fatto due buone partenza, paradossalmente nella prima che forse era meno brillante siamo arrivati secondi. La sfortuna è stata che l’unica bolina in cui non ha pagato la sinistra è stata la prima della seconda regata, purtroppo è sempre così, oggi c’era il Chaloc, tipico vento che ti porta ad andare sinistra. E’ chiaro che in questa fase della settimana Quantum ha qualcosa in più, ci sono una serie di elementi che vanno valutati, tanto male non stiamo andando, Azzurra non può esser contenta di esser seconda. Si può esser contenti di un secondo solo dopo avere dato il massimo per esser primi. Abbiamo voglia di chiudere questi gap. La penalità ci può stare, era un rischio che andava preso, ci abbiamo provato e va bene così, è stata una chiamata corretta, poco rischio e poco guadagno alla fine.”

Bruno Zirilli (ITA) navigatore di Azzurra (ITA):

“La prima regata è andata bene, quando sei libero puoi regatare al meglio delle potenzialità. Nella seconda partenza siamo rimasti un pò nel traffico, eravamo tutti spalla contro spalla, in quella fase Quantum ha insistito sapendo che avremmo perso tutti quanti, facendo il gioco degli altri che sono sono passati tutti davanti. La sinistra era favorita, siamo andati in spalla per circa un minuto oltre layline. Per la penalità posso dire che potevamo passare, c’era un pò di spazio, abbiamo provato e purtroppo ci hanno dato la penalità. Alla fine siamo comunque riusciti a recuperare due posizioni. La barca sta migliorando molto, rispetto a Quantum nella bolina siamo leggermente dietro ma di poppa siamo molto veloci.”

Francesco Mongeli (ITA) navigatore Bronenosec (RUS)

“E’ stata una buona giornata nel complesso, abbiamo raggiunto gli obbiettivi che ci eravamo prefissati prima di questa settimana di regate, il lavoro svolto sta dando i suoi frutti. La prima regata è stata un pò difficile, non abbiamo brillato in partenza e poi abbiamo cercato di rimanere nella flotta, il risultato ci penalizza ma abbiamo fatto una buona regata nel complesso. Per quanto riguarda la seconda, abbiamo iniziato bene e da li abbiamo mantenuto il nostro ritmo e siamo riusciti ad allungare, un pò come capita a chi sta davanti in questa flotta nelle prime fasi, giornata positiva direi. Per domani, cerchiamo di riproporre una buona giornata come oggi, certo il risultato finale conta molto, ma noi cercheremo di ritrovare la forma che avevamo prima di questi momento per così dire difficile che abbiamo avuto ad inizio stagione.”

Francesco Bruni (ITA) tattico di Rán Racing (SWE) :

“Oggi molto meglio dei giorni scorsi, finalmente, sento che questa settimananon siamo stati fortunati, oggi è andata meglio. Abbiamo fatto delle discrete partenze, oggi nella prima, mentre nella seconda non eccezionale. Forse possiamo migliorare come velocità, ma posso dire che quando siamo in mezzo alla flotta siamo in grado di dire la nostra. Per la giornata conclusiva cerchiamo di fare del nostro meglio per recuperare qualche punto, sopratutto per quanto riguarda la classifica del circuito.”


28/07/2016 21:05:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: in acqua per un combattutissimo finale di stagione

Stefano Chiarotti (CNRT) guida la classifica in doppio ed è tra i finalisti del "Velista/Armatore dell'Anno" della Acciari Consulting/FIV. I Corsi gestio sonno del dr. Stampi

Nauticsud 2017, domani convegno Anrc su i "Porti del Mediterraneo".

Meeting Comune di Napoli ed Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale

Sole e vento di maestrale nella seconda Giornata del XVIII Campionato di Vela d’Altura città di Bari

5 le imbarcazioni che si sono sfidate in una giornata ideale per regatare tra le boe, e con esse grandi nomi della vela internazionale, come Paolo Montefusco tattico della Obelix dell’armatore Giuseppe Ciaravolo

La Marina di Monastir è il primo porto turistico in Africa ad ottenere la certificazione ISO 14001 V 2015

Questa certificazione conferma il forte impegno della CTA nei confronti dell’ambiente, evidente anche nel riconoscimento dal 2009 ad oggi del titolo di Bandiera Blu a livello internazionale

CRN al Dubai International Boat Show 2017

Dopo il varo di ‘Cloud 9’ 74 m, CRN porta la sua arte navale sartoriale nel Middle East

Cresce l’impegno di Fincantieri in Australia

Delegazione aziendale a Sydney a sostegno della gara per il programma SEA 5000

FVG Marinas a Boot Tulln dal 2 al 5 marzo

“Dopo il debutto a Düsseldorf, il più importante salone nautico d'Europa, la Rete dei 19 Marina si trasferisce a Tulln per completare l'offerta nel mercato austriaco.

Seatec 2017: excellence only!

Le eccellenze della fornitura e subfornitura nautica in mostra al 15° Seatec a supporto della cantieristica da diporto italiana, la migliore e più produttiva del mondo

A Mauro Pelaschier la IV edizione del premio 'Voce dell'Adriatico"

Negli anni precedenti premiati Cino Ricci per il giornalismo, e per la ricerca Andrea Bergamasco e Corrado Piccinetti

Fincantieri: 2 navi da crociera più 4 in opzione per la Cina

Storico accordo firmato alla presenza dei Presidenti Mattarella e Jinping per le prime unità di questo genere mai costruite in Cina per il mercato locale

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci