mercoledí, 20 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    laser    azzurra    disabili    52 super series    mare    swan    nautica    melges 24    salone nautico    volvo ocean race    campionato invernale riva di traiano    j70    j24    porti   

ORC

Prosegue con le prime prove a bastone l'ORC Worlds Trieste 2017

prosegue con le prime prove bastone orc worlds trieste 2017
redazione

Altre due prove per tutte le classi impegnate nel Mondiale ORC 2017 sono state disputate oggi in un Golfo di Trieste avaro di vento, ma ricco di sorprese. Le regate si sono infatti svolte con una leggera brezza mai superiore agli 8 nodi, che ha oscillato tra i 280° e i 250° di direzione animando – grazie a questa rotazione – l’azione tra le boe.
Nel campo di regata posizionato al centro del Golfo, riservato alle imbarcazioni delle classi A e C, le procedure di partenza sono cominciate in perfetto orario (alle 13:00) e gli scafi hanno regatato su un percorso a bastone con offset in bolina e gate di poppa da percorrere tre volte per gli A e due volte per i C. Solo nella seconda prova odierna, il calo di vento ha imposto una riduzione di percorso alla boa di bolina.
Nella prima prova di giornata in classe A il team franco-russo del TP52 Freccia Rossa riesce a vincere in tempo reale e a pagarsi il compenso per conquistare la gara 3 del programma generale, mentre nella seconda regata corsa oggi lo Swan 42 Sheraa Yacht Club Hannibal di Maurizio Poser supera tutti e consolida la sua leadership in graduatoria generale, staccando di 9 punti Altair 3, lo Scuderia 50 di Sandro Paniccia e di 10 punti il Cookson 50 Mascalzone Latino con Vincenzo Onorato alla ruota.
In classe B brilla la stella di Bewild, lo Swan 42 di Renzo Grottesi, protagonista in gara 3 di un serrato match race con Selene Alifax, lo scafo gemello di Massimo De Campo, che riesce a vincere la regata grazie a un’ottima scelta tattica di Branko Brcin al gate della seconda poppa. La prova però verrà ricordata per il difficile avvio e la squalifica per BFD (partenza anticipata) di ben dieci imbarcazioni. Bewild vince la quarta prova e mette alle spalle il brutto risultato della regata lunga. L’overall provvisoria vede il dominio dei croati di Nube (X-41 di Diego Zanco), tra i pochi a non incorrere in squalifiche o passi falsi. Selene Alifax si attesta secondo e sale sul podio virtuale Horus Tempus Fugit, l’M45 di Nadia Canalaz con il triestino Gabriele Besussi al timone.
Sul medesimo campo di regata dei classe A si sono dati battaglia anche i “piccoli” della classe C che hanno evidenziato un equilibrio raro: nella prima prova di oggi la classifica vede tre barche racchiuse in un solo secondo di distacco. Vittoria ex aequo per Sease, il Farr30 di Giacomo e Franco Loro Piana, e l’X-37 danese Hansen di Michael Mollman; segue il Melges 32 Airis di Cesare Bressan, che conclude la sua giornata molto positiva con la vittoria della quarta prova. Nella classifica generale provvisoria Mummy One Lab Met (Farr30 di Alessio Querin) viene ripagato della sua costanza con il gradino più alto del podio e subito dietro continua il duello tra Hansen e Sease, che si trovano pari punti.
Il Comitato di regata ha deciso di posticipare l’orario di partenza delle regate alle ore 13:00 per sfruttare al meglio la brezza pomeridiana prevista dal meteo.
 
DICHIARAZIONI:

Christian Ponthieu, skipper di Freccia Rossa:«Siamo contenti di aver vinto la prima prova di oggi. E’ stata una regata molto difficile e complicata perché abbiamo dovuto gestire al meglio il traffico in un campo dove si incrociano scafi di diverse lunghezze, prestazioni e manovrabilità»
Renzo Grottesi, armatore di Bewild:«Per noi è stata una giornata perfetta. Personalmente sono molto emozionato perché è la prima volta che vinco una prova di un campionato mondiale. Ora guardiamo avanti e ci mettiamo alle spalle il brutto risultato della regata lunga, che non ci ha soddisfatto»

CLASSIFICHE GENERALI PROVVISORIE

Classe A
SHERAA (Swan 42), Maurizio Poser, ITA
ALTAIR 3 (Scuderia 50), Sandro Paniccia, ITA
MASCALZONE LATINO (Cookson 50), Vincenzo Onorato, ITA
FRECCIA ROSSA (TP52), Vadim Yakimenko, RUS
AERONAUTICA MILITARE DUENDE (Vismara 46), Raffaele Giannetti, ITA
Classe B
NUBE (X-41), Diego Zanco, CRO
SELENE ALIFAX (Swan 42), Massimo De Campo, NED
HORUS TEMPUS FUGIT (M45), Nadia Canalaz, ITA
BEWILD (Swan 42), Renzo Grottesi, ITA
MORGAN IV (Grand Soleil 39), Nicola De Gemmis, ITA
Classe C
MUMMY ONE – LAB MET (Farr 30), Alessio Querin, ITA
HANSEN (X-37), Michael Mollmann, DEN
SEASE (Farr 30), Giacomo e Franco Loro Piana, ITA
LOW NOISE II (Italia 9.98 F), Giuseppe Giuffrè, ITA
KATARIINA II (Arcona 340), Aivar Tuulberg, EST


05/07/2017 19:55:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Stazza J70, querelle infinita: lettera aperta di Carlo Alberini

"A pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate"

Davide Sampiero vince il titolo Nazionale Meteor Match Race 2017

A Castiglione del Lago sono scesi in acqua. per contendersi il titolo, ben sei tra i primi dieci classificati dell’ultimo Campionato Nazionale Meteor compreso Lorenzo Carloia neo campione Italiano assoluto e campione match race uscente

Mondiale J70: scintille tra Vincenzo Onorato e lo YCCS

Vincenzo Onorato abbandona il Mondiale J70 in polemica con lo Yacht Club Costa Smeralda

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

L' 11° Childrenwidcup dell’Abe

La regata dei sorrisi con i piccoli dell'ospedale dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civili di Brescia

YCCS: lettera aperta in risposta alle dichiarazioni di Mascalzone Latino

Il mio compito da quando il Commodoro Gianfranco Alberini mi ha chiamato a organizzare le regate dello Yacht Club Costa Smeralda 17 anni fa è sempre stato lo stesso, garantire a tutti i partecipanti lo stesso trattamento imparziale

Allo Yacht Club Porto Rotondo la Fideuram Cup

Dal 15 al 17 settembre, la sfida tra i manager dell’istituto bancario

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

L’ Altura è la nuova sfida dell’Invernale di Riva di Traiano

Per gli equipaggi in doppio saranno possibili una o più regate d’altura verso Giglio/Giannutri che faranno parte integrante del Campionato Invernale 2017/2018

Ferretti Yachts 920: un big a Cannes

Frutto della collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto e Dipartimento Engineering Ferretti Group insieme a Studio Zuccon International Project, il nuovo gigante Ferretti Yachts - LOA 28,49 metri - ha una lunghezza scafo di 23,98 metri

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci