mercoledí, 26 giugno 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cambusa    j70    regate    protagonist    solidarietà    match race    vele d'epoca    j24    imoca 60    circoli velici    vela    salone nautico venezia    superyacht    tp52    fiv    star   

UCINA

Promesse da marinai: via dal maxi emendamento lo stralcio dei contenziosi per i porti turistici

promesse da marinai via dal maxi emendamento lo stralcio dei contenziosi per porti turistici
Roberto Imbastaro

C’è una cultura assistenzialista ed anti impresa in questo governo. Sarà bene che tutti gli imprenditori se ne facciano una ragione. I numerosi incontri di Ucina con diversi ministri non hanno sortito alcun effetto e l’emendamento parlamentare volto a chiudere a stralcio i contenziosi di 25 porti turistici con lo Stato non è stato inserito nel maxi emendamento del Governo, votato al Senato, che ha interamente sostituito la manovra.

E’ un problema diffuso: che si tratti di nautica, di commercio, di industria o di artigianato il problema del finto ascolto resta sempre lo stesso. Si incontrano i corpi intermedi, si pronunciano esattamente le parole che gli interlocutori vogliono sentirsi dire e si calmano per un po’ le acque. Poi si va avanti per una strada prefissata, quella che porta alle elezioni europee. Condannati a non contare nulla, questa è la verità. Anche perché la nautica non porta voti. Anzi potrebbe portarli solo nel caso protestasse. In quel caso i due dioscuri tuonerebbero contro i ricchi che strepitano mentre si devono tagliare le pensioni dai 1500 euro.

Ma ora, cara nautica, prometteranno di nuovo, ma solo se starai buona e non disturberai il conducente. Altrimenti andrà anche peggio, perché oltre agli aumenti retroattivi sui canoni demaniali, potresti anche prenderti un’ecotassa sui motori marini. Perché la Panda si e uno yacht no? Non mettete limiti alla “Manovra del Popolo”. Il fallimento delle imprese interessate non sarà “di Stato”, ma imputato agli imprenditori. E per i 2.200 addetti delle strutture portuali interessate (che numero ridicolo!) ci sarà comunque il reddito di cittadinanza.

Ovviamente il “saldo e stralcio” non si può applicare nel caso dei porti. Serve solo per chi è talmente furbo da non aver alcun bene intestato. E un porto, ahimè, è incontrovertibilmente un valore. Il Marina Blu di Rimini è solo il primo. In assenza di una specifica norma non sono valse a nulla le sentenze del Consiglio di Stato e quella della Corte Costituzionale, che ha sancito che i canoni possono essere aumentati, ma non retroattivamente, dovendosi distinguere fra i contratti di concessione in corso e quelli stipulati successivamente all’entrata in vigore degli aumenti. Le certezze giuridiche vanno a farsi benedire, ed è una di quelle ragioni che pesano come macigni sulla decisione di investire in Italia da parte di tutti gli imprenditori, italiani e stranieri. Parliamo, nel caso delle infrastrutture della nautica da diporto, di beni realizzati interamente con capitali privati e, a conclusione dei contratti di concessione delle superfici libere, gratuitamente devoluti al patrimonio pubblico dello Stato.

In questo scenario, UCINA Confindustria Nautica, conferma giustamente il suo impegno al confronto istituzionale. Ma mi chiedo, caro signor Grillo, in che porto ormeggerà questa estate il suo yacht. Ci sono 2200 amici che attendono una sua visita. Non li deluda!


24/12/2018 18:25:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Grande successo per la prima edizione del Salone Nautico Venezia

Il pubblico risponde in massa all’appello del “popolo del mare”, oltre 27 mila ingressi. La manifestazione si dimostra subito un riferimento per il mondo della nautica da diporto, forte della sua doppia natura commerciale e culturale

America's Cup: Luna Rossa presenta il suo Team

Hanno destato grande interesse gli aspetti tecnici dell’AC75, realizzati anche in collaborazione con Pirelli

Mondiale ORC: la vittoria di Massimo De Campo costruita con pazienza e passione

Dopo la vittoria del mondiale ORC a Sebenico, un’analisi dell’impresa dello Swan 42 Selene, commentata dall’armatore e timoniere Massimo De Campo (portacolori dello Yacht Club Lignano) e del team Manager Alberto Leghissa

Mondiale Star: a Porto Cervo una giornata intensa

Ad una regata dalla conclusione del Mondiale, al vertice della classifica provvisoria si trova Augie Diaz seguito da Eivind Melleby e Mateusz Kusznierewicz

Argentario Sailing Week, Day 3: protagonisti vento, fair play e arte marinara

Dopo tre regate guidano la classifica provvisoria Viola (Vintage Aurici–, Comet (Vintage Marconi), Ojalà (Classici), e Toi e Moi (Spirit of Tradition). Domani, domenica 23 giugno, ultimo giorno di regate con premiazione prevista alle 18.00

Mini Fastnet: nei Serie si impone la coppia Beccaria/Riva

Con una rimonta fenomenale, Ambrogio Beccaria, in coppia con Alberto Riva, ha vinto per la seconda volta consecutiva il “Mini Fastnet” in classe Serie confermando il suo innegabile talento e la sua intelligenza strategica.

52 Super Series: ancora Azzurra in testa a Puerto Sherry

La barca dello Yacht Club Costa Smeralda mantiene il comando nella classifica provvisoria ma sempre tallonata a un solo punto dal secondo, Bronenosec. In terza posizione Provezza oggi la migliore con due secondi posti

Turismo: Friuli, Festa della Pitina - Tramonti di Sopra 19-21 luglio

50 produttori, esperienze di gusto, esplorazioni della gastronomia locale, ambiente, territorio e momenti dedicati ai bimbi

Win Win lives up to her name at the Superyacht Cup Palma with victory overall

The 2019 Superyacht Cup Palma reached its captivating conclusion with the best day’s racing yet on the waters of Palma Bay

TP 52: a Puerto Sherry Azzurra cede il comando a Bronenosec

Azzurra inizia il quarto giorno alla Puerto Sherry 52 Super Series con un ottimo secondo posto, ma nella prova successiva chiude ottava per un problema alla randa

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci