sabato, 25 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

altura    fraglia vela riva    regate    press    derive    seatec    turismo    formazione    barcolana    suzuki    cala de medici    vela oceanica    guardia costiera    circoli nautici   

SALONE DI GENOVA

Presentato il 56° Salone Nautico di Genova

presentato il 56 176 salone nautico di genova
redazione

La 56° edizione del Salone Nautico di Genova - in programma dal 20 al 25 settembre prossimi - è stata presentata questa mattina nel capoluogo genovese, alla presenza di Carla Demaria, Presidente UCINA Confindustria Nautica, del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, dell’Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Genova Carla Sibilla e del Presidente di Camera di Commercio di Genova, Paolo Odone, con gli interventi di Marina Stella, Direttore Generale UCINA, e di Alessandro Campagna, Direttore Commerciale Salone Nautico Genova.
“Il Salone Nautico di Genova – ha dichiarato in apertura Carla Demaria, Presidente di UCINA – è oggi lo strumento di cui il settore ha bisogno. Non c’è altro strumento così rappresentativo con una storia fatta di 56 edizioni. Si tratta di un patrimonio straordinario da tutelare. La presenza oggi delle Istituzioni è quanto più importante perché abbiamo bisogno di un supporto concreto”.

Le Istituzioni hanno risposto compatte ad iniziare dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti che ha aperto il suo intervento confermando il sostegno alla manifestazione genovese: “Mai come in questa occasione le Istituzioni hanno saputo fare sistema. Il Salone Nautico di Genova non si tocca, è un patrimonio che non si può perdere, soprattutto in un momento in cui ci sono evidenti segnali di ripresa del settore. Le Istituzioni faranno tutto ciò che serve perché il Salone cresca. Stiamo lavorando alla creazione di una newco di diritto privato che sia uno strumento a garanzia di tutti e sprone per tutti a migliorarsi e innovare. Fra crescere il Salone è interesse collettivo per far crescere l’economia di questo Paese e mi auguro che alcune polemiche che ho letto sui giornali siano figlie di un colpo di calore”.

La parola è passata poi a Paolo Odone, Presidente della Camera di Commercio di Genova che ha ribadito come la città sia pronta ed abbia tutta la volontà di continuare ad accogliere e sostenere il Salone. Accoglienza confermata anche da Carla Sibilla, Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Genova, che ha affermato: “La città accoglierà il Salone Nautico con un ricco programma di eventi e di iniziative ed è a disposizione per valutare ogni possibilità di sviluppare la propria vocazione nautica”.

Il 56° Salone Nautico di Genova sarà un’edizione importante per tre ragioni: perché motore di sviluppo per il settore, perché evento protagonista del mercato della nautica internazionale e perché risorsa del territorio.

I recenti dati sull’andamento del mercato della nautica testimoniano un cambio di tendenza e parlano di un Salone solido che ha retto nonostante il settore abbia attraversato la peggiore crisi di sempre.

I dati parlano di una crescita dell’industria nautica italiana del 12% nel 2015 e di una crescita prevista per l’anno nautico 2016 intorno al 7,5%. I segnali dei comparti accessori e motori (per la vendita di fuoribordo, nell’ultimo biennio, si è assistito ad una crescita del 40%), sono incoraggianti e trainanti per la cantieristica tutta. Lo dimostra il fatto che lo spazio dedicato ai fuoribordo al Salone, a luglio, è già sold out.

“Insieme al Salone – ha proseguito Carla Demaria – è cresciuta anche UCINA. Negli ultimi mesi sono entrati a far parte dell’Associazione di categoria 20 nuovi soci, fra cui Rossi Navi, Canados, un marchio storico come Tornado che ritorna sul mercato e in Associazione, oltre a quindici nuovi soci dei settori del refitting, dei servizi e della portualità. Ciò significa che c’è più voglia di partecipazione alla vita del settore”.

Che si respiri un’aria diversa quest’anno lo dicono non soltanto i dati di mercato ma anche le iscrizioni alla 56esima edizione del Salone: sono in continuo aumento - +21% rispetto alla stessa data del 2015 - sia in termini di espositori sia di gamma esposta – con il 57% degli espositori che ha aumentato l’investimento. Da sottolineare, con orgoglio, il ritorno di importanti nomi, sintomo inequivocabile di fiducia nelle potenzialità del Nautico. Saranno a Genova, tra gli altri, anche: Princess Yachts, Canados, Chantiers Amel, Fjord, Gagliotta, Innovazione e Progetti, Najad, Rodman, Sealine, 3B Craft, Tornado Yachts, Cantiere Cranchi.

Il trend positivo parla di un mercato effettivamente in movimento e di un prodotto - il Salone Nautico di Genova – che si conferma punto di riferimento per l’intero settore: si pensi che ogni euro investito sul Salone Nautico di Genova produce 10 euro sul territorio (fonte Osservatorio Fiere di Cermes – Bocconi).

Ottima la redemption presentata dal Direttore commerciale del Salone Nautico, Alessandro Campagna. Complice il ritorno dei cantieri stranieri ma anche l’aumento degli investimenti da parte degli espositori, il settore della vela cresce del 5% con una misura media delle imbarcazioni che cresce del 19%. Ottima risposta per il comparto dei catamarani con una rappresentatività sempre più importante al Salone a conferma di un mercato in espansione.

Confermata la crescita anche delle imbarcazioni con motorizzazione entrobordo: +12% di imbarcazioni con un aumento del 16% della misura media. Sold out gli spazi dedicati ai motori fuoribordo che si presentano al gran completo con molte le anteprime di nuove motorizzazioni come quelle di Suzuki e Mercury. Confermano il trend il settore degli accessori e componentistica anche grazie al grande progetto di incoming realizzato con il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia ICE che porterà al Salone 140 tra giornalisti di testate di settore internazionale e operatori, oltre che i responsabili degli uffici tecnici e acquisti dei cantieri, buyer, distributori internazionali e broker. Presente per la prima volta in Italia un’importante delegazione di 15 broker indipendenti della Florida Yacht Broker Association, storica associazione americana che conta oltre 1.200 soci attivi nel settore del commercio di imbarcazioni di uno dei mercati più vivaci in assoluto.

“Un Salone sempre più internazionale – ha dichiarato Marina Stella, Direttore Generale di UCINA Confindustria Nautica – che conferma il suo ruolo di finestra sul mondo. Un grande impegno per l’internazionalizzazione sostenuto da MISE e ICE Agenzia con il coinvolgimento di 32 uffici ICE di tutto il mondo”.

Sarà un Salone ricco di contenuti, di opportunità, di esperienze reali e di divertimento con 120 eventi già a calendario e uno sguardo speciale verso il futuro. La 56° edizione del Salone sarà, infatti, dedicata all’omaggio dell’Italia Olimpica e al sostegno della candidatura di Roma 2024. Una candidatura concreta e ambiziosa che offre a tutto il sistema Italia un’opportunità unica dal punto di vista dell’immagine e, nello stesso tempo, un importante volano di crescita per tutto territorio nazionale. Genova, ad esempio, è una delle undici città selezionate per ospitare le partite del torneo di calcio Olimpico, in caso di successo della candidatura.

“Siamo orgogliosi di poter ospitare al Salone Nautico gli atleti che avranno portato il "Made in Italy" sul podio delle Olimpiadi di Rio de Janeiro e di contribuire a sostenere la candidatura di Roma 2024, che è una sfida di tutto il paese – ha detto in chiusura Carla Demaria. Anche noi dunque vogliamo fare la nostra parte. E' quindi con orgoglio che oggi vi presentiamo il Salone 2016”.


25/07/2016 19:44:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Coppa Adriatico, la novità targata Il Portodimare

La regata si disputerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio ed ai vincitori di classe garantirà l'iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto di vela d'altura di Monfalcone

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

La conclusione del CICO 2017 di Ostia

I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er)

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

Tavola rotonda al Porto Marina Cala de’ Medici con l’Assessore regionale Stefano Ciuoffo

Temi cardini integrazione Porto-territorio e del prossimo salone di Viareggio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci