lunedí, 23 gennaio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

alinghi    vendee globe    vela oceanica    protagonist    nautica    j70    azzurra    quantum key west 2017    vela olimpica    52 super series    canottaggio    fincantieri    formazione    saetec    guardia costiera    alitalia   

REGATE

Pendragon secondo al Trofeo Bernetti

pendragon secondo al trofeo bernetti
redazione

Tempo grigio, pioggia e bonaccia. La partenza del Trofeo Bernetti, regata costiera di quindici miglia tra Trieste e Sistiana giunta alla 45^ edizione, non sembrava offrire grandi emozioni nonostante un bel numero di yacht competitivi, che tradizionalmente colgono questa occasione agonistica per  allenarsi in vista della Barcolana.
Invece non sono mancate le emozioni: la favorita Jena penalizzata per partenza anticipata, mentre nell’ arietta impalpabile i leggeri open adriatici si portavano al comando. Con buon intuito tattico, la ben più pesante Pendragon è riuscita ad agganciare un nuovo vento sui 10 nodi che stava entrando da est, iniziando così una veloce cavalcata che l’ha vista concludere seconda dietro la barca slovena Adriatic Europa, ex Esimit Europa, velocissima nell’aria leggera così come il 72’ Shining, giunta terza.
Le previsioni meteo parlano di Bora in arrivo nel corso della settimana, mentre domenica 9 ottobre alla Barcolana dovrebbe esserci borino, una condizione adatta a Pendragon, che non teme affatto condizioni di vento più sostenuto.
Molto soddisfatto lo skipper Lorenzo Bodini, fresco vincitore del Campionato Nazionale Ufo 28: “Sabato ho avuto una soddisfazione speciale, la vittoria al Campionato Ufo 28 su Re Nero, un bell’intermezzo di sport puro, un campionato di altissimo livello al timone di monotipo tutt’ora valido, le cui prestazioni non hanno nulla da invidiare a barche one design più moda. Sono felice sia del risultato al Nazionale Ufo che della prima uscita di Pendragon, come da programma, al Trofeo Bernetti. Tutto è andato al meglio, nonostante la bonaccia in partenza abbia penalizzato una barca oceanica pesante come la nostra, favorendo invece i leggeri open adriatici, quali l’ex Esimit Europa 1 e Shining. Sono molto soddisfatto del comportamento della barca anche con aria così leggera, le nuove vele danno quello spunto in più che cercavamo. Abbiamo issato le vele più adatte al vento sui lati corti del percorso, recuperando bene, inoltre la regata ci ha fornito ulteriori informazioni per la messa a punto. Infine, un plauso ai giovani velisti triestini imbarcati, hanno manovrato benissimo assecondando tutte le chiamate che ci hanno consentito questo bel risultato. Si sono mossi come gli esperti professionisti che ci raggiungeranno nei prossimi giorni, per la Barcolana”.
Conclude il Team Principal, Giorgio Pitter: “E’ stata una giornata di grande soddisfazione, per quanto impegnativa dal punto di vista meteo. Le barche concorrenti erano molto competitive e la regata ci ha fornito indicazioni utili in vista della Barcolana, in particolare siamo soddisfatti di una nuova vela per vento medio-leggero. Desidero ringraziare i giovani velisti imbarcati per l’impegno profuso e la bravura dimostrata, in settimana proseguiremo gli allenamenti e la messa a punto con l’equipaggio titolare di professionisti”.
PENDRAGON, oggi armato da Nicola Paoleschi, è un maxi yacht di 70 piedi disegnato dal progettista neozelandese di America’s Cup Laurie Davidson per partecipare alla Transpacific Yacht Race da Los Angeles a Honolulu. Dalle sue linee sono derivati i TP52, attualmente le barche a chiglia più competitive.


03/10/2016 10:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: una costiera con vento, delfini e qualche fiocco di neve

Pochi i fiocchi di neve caduti sulla regata, ma tanto vento e tanti i delfini che hanno accompagnato le vittorie di Pierservice Luduan (Regata), Lunatika (Per 2), Twins (Crociera), Giuly Del Mar (Gran Crociera)

Stagione 2017, lo Yacht Club Cala de’ Medici riparte alla grande con un calendario ricco

Il primo dei corsi è in programma per il 21 gennaio e consisterà in una giornata formativa sanitario – marittima in cui verranno trattate le fondamentali conoscenze per la gestione del primo soccorso in ambiente velico e marittimo

Vendée Globe: Maitre Coq, Matteo Miceli e il pollo sbagliato

In arrivo le ultime due barche con i foil (escluso Pieter Heerema), poi inizia il Vendée Globe dei poveri

Vendée Globe: previsto alle 18:00 l'arrivo di Le Cleac'h

Apoteosi finale per il francese che ha staccato di 85 miglia lo skipper britannico e si avvia a godersi il meritato trionfo a Les Sables d'Olonne

Vendée Globe: Hugo Boss fa il record nelle 24 ore

Tra le Ieri 8:00 di ieri mattina (ora italiana) e quelle di oggi lunedì 16 gennaio 2017o, 2017, Alex Thomson ha viaggiato alla stupefacente media di 22.36 nodi

Vendée Globe: Armel Le Cleac'h, la sua vittoria miglio dopo miglio

Tutti i numeri della vittoria dello "Sciacallo", che ha tenuto testa a tutti i tentativi di Alex Thomson senza scomporsi quasi mai

Azimut Yachts accelera la crescita: +15% a valore nei primi 4 mesi dell’anno

La divisione del Gruppo Azimut Benetti, focalizzata sulle imbarcazioni a motore dai 12 ai 35 metri, ha raccolto ordini per oltre 221 milioni di euro

Varato il nuovo superyacht di 74 metri di CRN

Spettacolare e imponente combinazione di competenza ingegneristica e design innovativo, CLOUD 9 è il frutto della stretta collaborazione tra il cantiere CRN

Seatec e Compotec 2017: sull’onda della ripresa

Complice il clima positivo che si è instaurato nel settore nautico Seatec e Compotec 2017 si stanno scaldando per un’edizione ricca di proposizioni

Friuli Venezia Giulia Marinas a Boot Düsseldorf dal 21 al 29 gennaio

Circa 7000 posti barca dai 7 ai 100 metri di lunghezza con profondità all’ormeggio in grado di accontentare tutti i diportisti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci