sabato, 10 dicembre 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

gaetano mura    altura    marina di varazze    52 super series    press    alinghi    vela oceanica    guardia costiera    suzuki    regate    campionati invernali    windsurf    yacht club sanremo    laser    nautica   

REGATE

Pendragon secondo al Trofeo Bernetti

pendragon secondo al trofeo bernetti
redazione

Tempo grigio, pioggia e bonaccia. La partenza del Trofeo Bernetti, regata costiera di quindici miglia tra Trieste e Sistiana giunta alla 45^ edizione, non sembrava offrire grandi emozioni nonostante un bel numero di yacht competitivi, che tradizionalmente colgono questa occasione agonistica per  allenarsi in vista della Barcolana.
Invece non sono mancate le emozioni: la favorita Jena penalizzata per partenza anticipata, mentre nell’ arietta impalpabile i leggeri open adriatici si portavano al comando. Con buon intuito tattico, la ben più pesante Pendragon è riuscita ad agganciare un nuovo vento sui 10 nodi che stava entrando da est, iniziando così una veloce cavalcata che l’ha vista concludere seconda dietro la barca slovena Adriatic Europa, ex Esimit Europa, velocissima nell’aria leggera così come il 72’ Shining, giunta terza.
Le previsioni meteo parlano di Bora in arrivo nel corso della settimana, mentre domenica 9 ottobre alla Barcolana dovrebbe esserci borino, una condizione adatta a Pendragon, che non teme affatto condizioni di vento più sostenuto.
Molto soddisfatto lo skipper Lorenzo Bodini, fresco vincitore del Campionato Nazionale Ufo 28: “Sabato ho avuto una soddisfazione speciale, la vittoria al Campionato Ufo 28 su Re Nero, un bell’intermezzo di sport puro, un campionato di altissimo livello al timone di monotipo tutt’ora valido, le cui prestazioni non hanno nulla da invidiare a barche one design più moda. Sono felice sia del risultato al Nazionale Ufo che della prima uscita di Pendragon, come da programma, al Trofeo Bernetti. Tutto è andato al meglio, nonostante la bonaccia in partenza abbia penalizzato una barca oceanica pesante come la nostra, favorendo invece i leggeri open adriatici, quali l’ex Esimit Europa 1 e Shining. Sono molto soddisfatto del comportamento della barca anche con aria così leggera, le nuove vele danno quello spunto in più che cercavamo. Abbiamo issato le vele più adatte al vento sui lati corti del percorso, recuperando bene, inoltre la regata ci ha fornito ulteriori informazioni per la messa a punto. Infine, un plauso ai giovani velisti triestini imbarcati, hanno manovrato benissimo assecondando tutte le chiamate che ci hanno consentito questo bel risultato. Si sono mossi come gli esperti professionisti che ci raggiungeranno nei prossimi giorni, per la Barcolana”.
Conclude il Team Principal, Giorgio Pitter: “E’ stata una giornata di grande soddisfazione, per quanto impegnativa dal punto di vista meteo. Le barche concorrenti erano molto competitive e la regata ci ha fornito indicazioni utili in vista della Barcolana, in particolare siamo soddisfatti di una nuova vela per vento medio-leggero. Desidero ringraziare i giovani velisti imbarcati per l’impegno profuso e la bravura dimostrata, in settimana proseguiremo gli allenamenti e la messa a punto con l’equipaggio titolare di professionisti”.
PENDRAGON, oggi armato da Nicola Paoleschi, è un maxi yacht di 70 piedi disegnato dal progettista neozelandese di America’s Cup Laurie Davidson per partecipare alla Transpacific Yacht Race da Los Angeles a Honolulu. Dalle sue linee sono derivati i TP52, attualmente le barche a chiglia più competitive.


03/10/2016 10:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Tir: sicurezza stradale a rischio per autisti stranieri senza formazione

Sono circa il 20% della forza lavoro alla guida nelle imprese di autotrasporto italiane, ma il coinvolgimento di patenti estere nel totale degli incidenti che vedono protagonisti mezzi pesanti supera ampiamente il 40%

Gaetano Mura: danni per Italia sdraiata da 65 nodi di vento

Gaetano Mura:"Ho lottato invano per 40 minuti che mi sono sembrati un' eternità, sotto quello sforzo, spendendo sino all'ultima goccia di energia e di forza dentro le mie braccia e tutto il mio corpo".

Invernale Riva di Traiano: di Lunatika il primo centro nella "Per2"

Vincono Lunatika (Per2), Ulika (Regata), Twins (Crociera) e Giuly del Mar (Gran Crociera) in una giornata caratterizzata da un grande equilibrio in tutte le classi

Campionato Meteor del Golfo di Napoli: Yanez vince il Trofeo Circolo Canottieri Napoli

Una flotta di 30 imbarcazioni che ospita anche alcuni team provenienti da Bracciano e dal Trasimeno

Matteo italo Ratti nuovo Presidente sezione cantieristica Confindustria Livorno Massa Carrara

Inoltre è stato eletto Graziano Giannetti, Amministratore dell’Azienda Metalquattro di Cecina

Extreme Sailing Series: Alinghi in testa dopo la prima giornata

Condizioni di vento extreme a Sydney, ma Alinghi c’è e guida la classifica provvisoria. Spettacolari le foto delle regate odierne con le imbarcazioni in full foiling

L’austriaco Christian Binder vince la 12ª edizione dell’International Christmas J24 Match Race

Atleti da 8 nazioni del vecchio continente si sono dati battaglia in un week end di regate a match race a bordo dei J24, organizzato dalla Sezione di Trieste della Lega Navale

Gaetano Mura e Italia, con il vento forte arriva il record di percorrenza in 24 ore

Passato il meridiano di Greenwich, Capo di Buona Speranza è a un passo. In arrivo un fronte con vento a 40-45 nodi

Giro di boa per la Monteargentario Winter Series e l’Argentario Coastal Race

Ottimo riscontro di partecipanti e gradimento per l’innovativa formula proposta dai Circoli dell’Argentario

RORC Transatalntic Race: MaseratiMulti70 a 142 miglia da Grenada

Vittoria per Phaedo nella categoria multiscafi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci