lunedí, 25 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

marina militare    tp52    vele d'epoca    solidarietà    melges 20    regate    volvo ocean race    altura    mini 6.50    press    circoli velici   

BARCOLANA

Pendragon di Bodini e Pitter pronto per la 48^ Barcolana

Meno due giorni alla 48^ edizione della Barcolana, domenica 9 ottobre alle ore 10,30. A bordo di Pendragon è stata un’intensa giornata di allenamento per l’equipaggio, intento a perfezionare la sincronizzazione delle manovre richieste dall’enorme superficie velica di questo maxi di 70 piedi, una barca che lo skipper Lorenzo Bodini ben conosce, avendo già regatato in altre occasioni tra cui la scorsa edizione della Coppa d’Autunno, dove Pendragon ha concluso al terzo posto.
Sulla carta, Pendragon è una delle barche più performanti tra quelle presenti a questa 48ma edizione, ma non è la più grande né la più veloce in assoluto, tuttavia il fascino della vela sta anche nelle tante variabili che la compongono: in regata, e in particolare in una regata unica al mondo come la Barcolana con quasi 2000 barche sulla linea di partenza, i conti si fanno solo dopo aver tagliato il traguardo. Gli avversari sono di tutto rispetto, dalla barca più potente della flotta, Maxi Jena, al temibile Maxi 72 Alfa Romeo di Furio Benussi, ma ci sono anche gli open Shining e Adriatic Europa, senza contare i piccoli outsider che in ogni Barcolana sono sempre pronti a “graffiare”.
“Abbiamo avuto un’intensa giornata di allenamento – ha dichiarato lo skipper Lorenzo Bodini appena ormeggiata Pendragon sulle Rive. C’era vento fresco sui 20 nodi e abbiamo toccato punte di velocità notevoli. Purtroppo, abbiamo anche avuto un problema allo strallo che ha causato dei danni a una delle nuove vele, ma sarà ripristinata perfettamente per domenica mattina, grazie alla disponibilità di Roberto Vencato di Eurosail, cui va tutta la nostra riconoscenza”.


08/10/2016 12:25:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Assegnati a Forio i titoli di Campione Italiano ORC 2018

Altair 3 di Sandro Paniccia conferma il suo titolo. Nel Gruppo B successo diExtrema, X35 di Andrea Bazzini

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

MASBEDO a Manifesta 12 Palermo | altri due weekend per visitare l'installazione all'Archivio di Stato di Palermo

Sabato 23 e domenica 24, e sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, dalle ore 10 alle ore 20 l'installazione site-specific Protocollo no. 90/6 (2018) del duo MASBEDO per Manifesta 12 sarà nuovamente fruibile all’interno dell’Archivio di Stato di Palermo

Italiano Altura: due prove con vento leggero nella seconda giornata ischitana

Nelle acque dell’isola verde si sono svolte due prove di giornata nonostante un vento debole e instabile che ha costretto il Comitato di Regata di rinviare la prima partenza di quasi due ore

Kiel: Cesare Barabino oro nel Laser 4.7

Cesare Barabino dello Yacht Club di Olbia si aggiudica la medaglia d’oro nella classe Laser 4.7 distaccando il secondo classificato, l’olandese Paul Hameeteman di ben 41 punti ...

Forio d'Ischia: parte il Campionato Italiano Altura

Le acque dell’isola di Ischia faranno da palcoscenico alle sessantatré imbarcazioni, per un totale di oltre ottocento atleti che si daranno battaglia per quattro giorni sui due campi di regata al largo di Forio d’Ischia

La Serenissima celebra la tradizione con il VI Trofeo Principato di Monaco - Vele d'Epoca in Laguna

Per il quarto anno il Trofeo, seconda tappa della “Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico” 2018, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia

Volvo Ocean Race: tappa decisiva

E’ quella in cui veramente ci si gioca il titolo. La leg 11 partirà giovedì 21 giugno da Göteborg, in Svezia, diretta all’Aja nei Paesi Bassi e sarà una sfida totale per i primi tre team della classifica generale, MAPFRE, Team Brunel e Dongfeng Race Team

Grande successo per la 30+Trenta

Il percorso costiero prevede la partenza davanti al porto di Fiumicino con arrivo al molo della marina di Riva con attenzione alle secche di Capolinaro. Il ritorno percorso inverso con arrivo al traverso del molo verde di Fiumicino

Italiano Altura: dopo la prima giornata al comando Mela ed Extrema

Le imbarcazioni hanno portato a termine una prova nel corso di una giornata caratterizzata da bel tempo e vento debole intorno ai 7-8 nodi fino al pomeriggio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci