lunedí, 25 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

marina militare    tp52    vele d'epoca    solidarietà    melges 20    regate    volvo ocean race    altura    mini 6.50    press    circoli velici   

FORMAZIONE

Partita da Istanbul per Cagliari la nave di Sea For Social Inclusion

partita da istanbul per cagliari la nave di sea for social inclusion
redazione

E' partita oggi da Marina di Pendik, a Istanbul,  Azuree. La barca ammiraglia della flotta dell'associazione NewSardiniasail ASD, deve far crescere competenze e professionalità, da spendere nel mercato del lavoro,  dei ragazzi colpiti da provvedimenti penali e dei minori non accompagnati che sbarcano sulle nostre coste. L'associazione no-profit taglia, dunque,  un altro importante traguardo con la nuova barca. A bordo e al timone Simone Camba, presidente di NewSardiniasail, che ha mollato gli ormeggi, insieme a Filippo Pintori,  per la tanto attesa traversata del Mediterraneo. Approdo finale a Cagliari dove lo aspettano i ragazzi che dal 2013 hanno scoperto il mare come opportunità di riscatto sociale."Sono stati quattro anni ricchi di emozioni e soddisfazioni. Una crescita continua, sia umana che professionale, con i tanti ragazzi che hanno seguito i nostri corsi, navigato e imparato tecniche e metodi di un mondo ricco di opportunità - spiega il presidente Camba - per un futuro sotto il segno dell'autonomia e del rispetto delle regole". Un percorso verso l'inclusione. "In questi anni abbiamo insegnato ai ragazzi gli elementi base della vela e trasmesso una passione che può trasformarsi in lavoro sia nel settore turistico che nella cantieristica. Viviamo in Sardegna, un'isola che ha tante potenzialità inespresse e che vanno tutte  valorizzate anche con la preparazione di professionalità adeguate". Un progetto iniziato con poche risorse: "Siamo partiti con una piccola barca di sei metri e sessanta dove sono saliti a bordo 800 persone con cui abbiamo fatto conoscere il progetto e maturato l'indispensabile  esperienza". Un capitale di conoscenze speso con i ragazzi affidati dal dipartimento del Centro di Giustizia Minorile che si occupa della loro messa in prova e reinserimento. I giovani hanno seguito percorsi didattici in aula e in barca. 
Un percorso che ha portato ad Azuree. Una barca altamente performante, in fibra di carbonio. Frutto della professionalità dello Studio Ceccarelli e dell'ingegnere  Pierpaolo Ballerini. Un salto di qualità per il presidente Camba: "Ci permetterà di partecipare alle regate d'altura. I ragazzi oltre a respirare l'adrenalina delle competizioni acquisiranno sempre maggiori professionalità attraverso le diverse fasi che contraddistinguono queste esperienze: la preparazione tecnica della barca, l'organizzazione del team, la cura degli aspetti burocratici, la preparazione della cambusa, i trasferimenti, i rapporti con le autorità, le relazioni e lo scambio di conoscenze con gli altri velisti". Insomma, il passaggio della linea d'ombra,  si diventa adulti e pronti ad entrare da professionisti  in questo mondo. Il progetto è stato reso possibile grazie alla Regione Sardegna, Dipartimento di Giustizia Minorile e agli sponsor tecnici – in particolare Raymarine Italia, Osculati s.p.a., Lombardini Marine, 4bready – che hanno permesso  l'allestimento della barca.
Il programma per la stagione 2017 prevede la partecipazione a “1000 Vele per Garibaldi “, la regata trans tirrenica da Riva di Traiano a Caprera. Seguiranno due regate costiere nell’arcipelago della Maddalena e il 24 luglio la partecipazione alla Cagliari – Biserta (in Tunisia). Il gruppo si allenerà partecipando alle regate d'altura nel golfo di Cagliari: 100 Miglia, Cagliari Carloforte, Ichnusa Sailing Kermesse. Tutte prove sportive necessarie per formare i nuovi skipper che avranno così gli strumenti per  intraprendere la carriera sportiva o dedicarsi alla croceristica.


05/05/2017 20:39:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Assegnati a Forio i titoli di Campione Italiano ORC 2018

Altair 3 di Sandro Paniccia conferma il suo titolo. Nel Gruppo B successo diExtrema, X35 di Andrea Bazzini

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

Italiano Altura: due prove con vento leggero nella seconda giornata ischitana

Nelle acque dell’isola verde si sono svolte due prove di giornata nonostante un vento debole e instabile che ha costretto il Comitato di Regata di rinviare la prima partenza di quasi due ore

MASBEDO a Manifesta 12 Palermo | altri due weekend per visitare l'installazione all'Archivio di Stato di Palermo

Sabato 23 e domenica 24, e sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, dalle ore 10 alle ore 20 l'installazione site-specific Protocollo no. 90/6 (2018) del duo MASBEDO per Manifesta 12 sarà nuovamente fruibile all’interno dell’Archivio di Stato di Palermo

Kiel: Cesare Barabino oro nel Laser 4.7

Cesare Barabino dello Yacht Club di Olbia si aggiudica la medaglia d’oro nella classe Laser 4.7 distaccando il secondo classificato, l’olandese Paul Hameeteman di ben 41 punti ...

Forio d'Ischia: parte il Campionato Italiano Altura

Le acque dell’isola di Ischia faranno da palcoscenico alle sessantatré imbarcazioni, per un totale di oltre ottocento atleti che si daranno battaglia per quattro giorni sui due campi di regata al largo di Forio d’Ischia

La Serenissima celebra la tradizione con il VI Trofeo Principato di Monaco - Vele d'Epoca in Laguna

Per il quarto anno il Trofeo, seconda tappa della “Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico” 2018, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia

Volvo Ocean Race: tappa decisiva

E’ quella in cui veramente ci si gioca il titolo. La leg 11 partirà giovedì 21 giugno da Göteborg, in Svezia, diretta all’Aja nei Paesi Bassi e sarà una sfida totale per i primi tre team della classifica generale, MAPFRE, Team Brunel e Dongfeng Race Team

Grande successo per la 30+Trenta

Il percorso costiero prevede la partenza davanti al porto di Fiumicino con arrivo al molo della marina di Riva con attenzione alle secche di Capolinaro. Il ritorno percorso inverso con arrivo al traverso del molo verde di Fiumicino

Italiano Altura: dopo la prima giornata al comando Mela ed Extrema

Le imbarcazioni hanno portato a termine una prova nel corso di una giornata caratterizzata da bel tempo e vento debole intorno ai 7-8 nodi fino al pomeriggio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci