domenica, 22 aprile 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

formazione    volvo ocean race    regate    calvi network    melges 20    fraglia vela    cnsm    lega italiana vela    primavela    kitesurf    press    151 miglia    pesca    marina di varazze    superyacht   

ALTURA

Palermo-Montecarlo: i primi iscritti del 2017

palermo montecarlo primi iscritti del 2017
redazione

Comincia ad accendersi l’interesse intorno alla Palermo-Montecarlo, regata d’altura tra le più affascinanti del Mediterraneo. Dopo la pubblicazione del bando di regata (http://www.palermo-montecarlo.it/2017/it/pdf/bando2017.pdf), infatti, ha già deciso di confermare la sua partecipazione una delle barche di punta dell’anno scorso: Buena Vista, Maxi di 62’ di proprietà dei fratelli baresi Gigi e Beppe Pannarale. Progetto 100% Made in Italy targato Umberto Felci, Buena Vista ha difeso egregiamente i colori del Circolo della Vela Sicilia, che da sempre organizza un proprio equipaggio per la Palermo-Montecarlo.
“Siamo molto orgogliosi di essere stati scelti anche quest’anno dal CVS come loro portacolori – dicono i fratelli Pannarale –. Nella scorsa edizione siamo stati i primi classificati italiani (sia della regata che tra i 6 Maxi in gara): anche quest’anno puntiamo in alto”.
Lo skipper del 18 metri sarà ancora Alberto La Tegola, ex-velista di classi olimpiche, oggi presidente del Comitato regionale VIII Zona (Puglia) della Federazione Italiana Vela.
“Tra i componenti dell’equipaggio, anche quest’anno schiereremo alcuni nostri velisti professionisti insieme a giovani allievi della scuola vela del CVS – sottolinea il Presidente Agostino Randazzo –. La regata richiede ottime competenze marinare ma vuole anche essere un’opportunità per i futuri campioni”. 
C’è da scommettere che questa mossa, fatta con discreto anticipo rispetto al 2017, solleticherà le voglie di altri armatori e non da ultimo quelle dello Yacht Club de Monaco, che collabora all’organizzatore della Palermo-Montecarlo e, da tradizione, schiera sempre un proprio team.
Quest’anno la regata prenderà il via nelle acque di Mondello (sede del Circolo della Vela Sicilia) il 21 agosto, per snodarsi per quasi 500 miglia lungo tutto il Mediterraneo, fino all’arrivo nella capitale monegasca. L’anno scorso è stata un’edizione record, con 59 iscritti da 11 paesi, di cui 10 in rappresentanza della Palermo-Montecarlo x2. 
La Palermo-Montecarlo è organizzata dal Circolo della Vela Sicilia con lo Yacht Club de Monaco e in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda. Confermata anche l’adesione al calendario internazionale dell’International Maxi Association-IMA, che include alcune delle regate-simbolo del Mediterraneo. 
La Palermo-Montecarlo mette in palio il Trofeo Angelo Randazzo al vincitore overall in tempo compensato (IRC o ORC) e il Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita al vincitore in tempo reale.
Il record è attualmente detenuto da Esimit Europa 2 in 47 ore, 46 minuti e 48 secondi, stabilito nel 2015.

STORIA
Due città, Palermo e Montecarlo, simbolo ciascuna a modo suo del mare Mediterraneo: entrambe ricche di storia e bellezza, méte tra le più ambite del turismo internazionale. Tredici anni fa, da una chiacchierata tra l'Assessore allo Sport della città di Palermo e il Console del Principato, nasceva l’idea di unirle in una regata con una rotta da cartolina, unica al mondo: la Palermo-Montecarlo, quasi 500 miglia da correre tutte d’un fiato assaporando un fascino misto di agonismo, marineria, turismo e avventura. Organizza il Circolo della Vela Sicilia con lo Yacht Club de Monaco e in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda. 
Lunedì 21 agosto scatta l’edizione 2017: alle ore 12.00, “vento permettendo”, il Regatta Director Alfredo Ricci darà la partenza nelle acque cristalline del Golfo di Mondello, sede del Circolo della Vela Sicilia. Da qui le barche faranno rotta verso la Sardegna, passando per un “cancello” posizionato di fronte ad un’altra città simbolo del Mediterraneo: Porto Cervo. Là gli esperti navigatori dovranno scegliere tra l’opzione di attraversare le complicate Bocche di Bonifacio o se navigare lasciando la Corsica a sinistra, per risalire il Mediterraneo verso la Francia e la meta finale di Montecarlo.


03/05/2017 11:03:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Banque Polulaire IX: Armel Le Cléac'h racconta la scuffia e il salvataggio

Un elicottero della Marina Reale del Marocco li ha tratti in salvo nel pomeriggio e trasportati a Casablanca

Marina Cala de' Medici, rimettiti in forma con Ego e Volvèr

È un’attività aperta a tutti, è sufficiente iscriversi

North Sails invela il Farr 400 Freccia del Chienti

Ad occuparsi del progetto vele è stato Stefano Schiaffino del team North Sails che, su mandato di Paniccia, ha sviluppato un set completo, pensato per coprire qualsiasi regime di vent

Tutti i vincitori della Garmin Marine Roma per 1/2/Tutti

O' Guerriero si prende la rivincita sul secondo posto in reale perso per soli 8" e vince la Roma per Tutti in IRC e ORC. Conferma del primo posto di Fantini. Alberto Bona e Oris D'Ubaldo vincono la X2 in IRC e ORC

Al via la campagna di solidarietà 2018 di Nave Italia

Equipaggi “speciali” da tutta Italia e dall’estero navigheranno per progetti di educazione, formazione, riabilitazione e inclusione sociale

Evo Yachts torna negli USA per il Newport Boat Show

Prossima tappa: Newport Boat Show. Dal 19 al 22 aprile Il cantiere partenopeo sarà presente a uno dei saloni più attesi della stagione grazie alla nuova partnership con Walter Johnson Yachts

Campionato Italiano per Club 2018: al via la 1ª tappa di selezione

L'evento è organizzato dal Circlo Vela Antignano insieme all’Accademia Navale di Livorno e farà parte del programma velico della celebre “Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

Perini Navi partecipa a YARE 2018

Perini Navi ospiterà i workshop dedicati a comandanti, yacht manager e imprese, che potranno confrontarsi su temi specifici di interesse per il mercato del refit

Mostre: apre domani "D'Aprés la nature" personale di Virgilio Guzzi

l percorso stilistico dell'artista, scomparso 40 anni fa, ha attraversato i decenni più fervidi della storia mondiale dell’arte, partendo da una impostazione ottocentesca sino a giungere alla sua personale scomposizione del reale

Luise Group: nuovi uffici a Portofino, Viareggio, Capri e Castellammare di Stabia

Il viaggio partito da Napoli nel 1847 della famiglia Luise continua dunque nei porti più importanti al mondo, con l'apertura di nuovi uffici e creando addirittura a Napoli nuovi dipartimenti tecnici

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci