martedí, 12 dicembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

ambiente    riva    volvo ocean race    nautica    ucina    invernale    il portodimare    cala de medici    press    regate    vela    campionati invernali    laser   

ALTURA

A Palermo l'Invernale d'Altura

palermo invernale altura
redazione

Domenica 26 Febbraio si è svolta la seconda giornata di regate del 40° Campionato Invernale di Vela D’Altura di Palermo. La manifestazione, giunta appunto alla quarantesima edizione, rappresenta il Trofeo Velico più antico della Sicilia, ed è organizzata dal Centro Velico Siciliano.
In una giornata insolitamente grigia e cupa per il golfo di Palermo, e con un vento debole e variabile in direzione ed intensità, si è dato inizio alla prima prova con circa un’ora di ritardo rispetto all'orario previsto.
In acqua sono scese, come ogni anno, una quarantina di barche appartenenti a varie categorie.
In questa edizione, in particolare, al fine di garantire a tutti la possibilità di gareggiare con imbarcazioni simili, ma senza il rischio di interferenze tra equipaggi con obiettivi e caratteristiche diverse, il comitato organizzatore, in collaborazione col comitato di regata, ha programmato dei campi di regata separati per le diverse categorie, differenziando appunto i percorsi delle barche iscritte in categoria Gran Crociera e Vele Bianche (per lo più di tipo costiero), da quelli della categoria Crociera/regata (principalmente incentrati su percorsi a bastone).
In occasione della seconda giornata è stato predisposto un percorso a bastone per tutte le categorie, con l’accortezza di traslare il campo di regata della categoria Gran Crociera e Vele Bianche di circa un quarto di miglio rispetto al bastone dei Crociera/Regata e Senior, posizionando un’unica linea di partenza, ma due arrivi distinti.
La prima prova è partita con un vento sui 5-6 nodi, abbastanza incostante e difficile da interpretare anche per gli equipaggi più esperti; nel corso della prova si è rilevato una decisa rotazione del vento verso destra, e pertanto il Comitato ha provveduto a segnalare tempestivamente un cambio di percorso e a spostare la boa di Bolina.
Alla fine è stata l’imbarcazione Joy di Giuseppe Cascino (C.V.S.) a spuntarla nella categoria Crociera Regata, su QQ7 di Michele Zucchero (L.N.I.) e su Cochina di Piergiorgio Fabbri (S.C.P.).
In Categoria Senior si piazza prima invece Scursunera (C.V.S.) seguita da Joshua II (C.V.S.)  e da Sole di Giada (L.N.I.).
Nella Categoria Gran Crociera troviamo prima La gatta Frettolosa (L.N.I.), seguita da Silver Bullet (C.V.S.) e Oxidiana (C.V.S.)
In categoria Vele Bianche a spuntarla su tutti è My Wind (C.V.S.), secondo May Be III (C.V.S.), e terza La Cicala (C.V.S.).
Alla fine della prima prova, viste le condizioni di vento estremamente instabili e le conseguenti difficoltà nel piazzare i campi di regata, il Comitato decide di rimandare a terra le imbarcazioni delle Categorie Gran Crociera e Vele Bianche, e di temporeggiare nella speranza di riuscire a piazzare un campo per i Crociera/Regata e Senior.
Dopo una lunga attesa, e una rotazione del vento di più di 100 gradi verso destra, finalmente si riesce a piazzare un bastone discretamente allineato e a dare la seconda partenza.
Anche in questo caso le previsioni del Comitato di Regata sono azzeccate e, nonostante un generoso salto di vento a sinistra, si riesce, visto il numero contenuto di imbarcazioni e l’omogeneità della flotta, a gestire la situazione e a comunicare lo spostamento della boa di bolina, riuscendo così a “regolare” il campo sulle nuove condizioni meteo.
Alla fine della seconda prova, disputata con un vento più sostenuto (tra i 7 e i 9 nodi di intensità), è di nuovo Joy, il J122 di Giuseppe Cascino, a tagliare per primo il traguardo (e a mantenere la posizione anche in tempo compensato), seguito da Emy Too, Solaris 37 di Giovanni Paolo Sieli, e dal solito QQ7, il Vismara 42 di Michele Zucchero.
Anche nella categoria Crociera Regata Senior la situazione non cambia, e troviamo di nuovo primo Scursunera, lo Stag 38 di Giorgio Chiri, seguito da Joshua II di Salvatore Caradonna e da Sole di Giada di Carlo Bruno.
Le classifiche generali provvisorie  dopo le 2 giornate sono le seguenti:
Crociera regata: 1°  JOY -   2° QQ7   -  3° EMY TOO
Crociera regata Senior:   1° SCURSUNERA -  2° JOSHUA  -  3° SOLE DI GIADA
Gran Crociera:  1° OXIDIANA  -  2° SILVER BULLET  -  3° LA GATTA FRETTOLOSA
Vele Bianche:   1° MAY BE III  -  2° MY WIND  -  3°  WIND BLUE



01/03/2017 20:14:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Commissione Nautica della Confindustria Toscana a Marina Cala de’ Medici

Un confronto su “Nautica e Portualità”a cui hanno partecipato i più rilevanti gruppi industriali della cantieristica regionale

La Talisker Whisky Atlantic Challenge

L’oceano Atlantico attraversato a bordo di una canoa che per tutto il corso dell’impresa rappresenta l’unico riparo dalle intemperie e dai pericoli e Solbian realizza un’installazione senza precedenti

Volvo Ocean Race: domani la In-port race di Città del Capo

L'8 dicembrei torna in mare per la In-port race di Città del Capo, dopo che le barche sono state sottoposte a un'attenta manutenzione e i velisti hanno ricaricato le batterie in vista delle prossime, intense, settimane nell'Oceano meridionale

Invernale Argentario: freddo e maltempo, ma il campionato va avanti

Sabato si è regatato, domenica no. In tutte le divisioni le classifiche sono molto corte e la battaglia in campo è aperta

Pershing presenta il nuovo Owner Set by Poltrona Frau

E celebra i primi 10 anni di sodalizio fra due icone del Made in Italy

Dolphin e Meteor animano il 27° Cimento del Garda

La classifica provvisoria è guidata da "Fantastica" di Anna e Giulia Navoni, alla barra Davide Bianchini, team Campione Italiano in carica

Fincantieri: varata a Marghera “Nieuw Statendam”

Madrina della cerimonia è stata Anne Marie Bartels, socia élite del programma fedeltà President’s Club di Holland America Line e che da giovane fu tra le prime ad attraversare l’Atlantico da Rotterdam a New York

Volvo Ocean Race: Dongfeng Race Team vince la In-port di Città del Capo red-line

Secondi dopo una grande rimonta gli spagnoli di MAPFRE, che mantengono la testa della classifica e terzo AkzoNobel

Kingii premiato con la Menzione d’Onore all'ADI Compasso d’Oro International Award 2017

“Un riconoscimento che premia l’impegno di Kingii Corporation nella ricerca e nell’innovazione che caratterizzano gli sforzi progettuali alla base della nuova versione di Kingii Wearable"

Meteorsharing, il punto al termine della stagione

Cominciata nel modo migliore grazie alla vittoria di Lucia Mauro a bordo di "Gatto Nero" al Cimento Invernale di Desenzano, è proseguita con gli oramai classici Match Race organizzati a Venezia e Jesolo

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci