mercoledí, 25 gennaio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela olimpica    nautica    meteor    suzuki    press    guardia costiera    barcolana    roma per 1/2/tutti    alinghi    vendee globe    vela oceanica    protagonist    j70    azzurra    quantum key west 2017   

OPTIMIST

Ottimo risultato del giovanissimo Team Caposele ai Campionati Italiani Optimist

ottimo risultato del giovanissimo team caposele ai campionati italiani optimist
redazione

Un ottimo risultato della squadra agonistica Optimist del Circolo Nautico Caposele, che era partita con tre atleti agli Italiani.

Il Circolo Nautico Caposele, del Presidente Raffaele Giarnella, solo nel maggio del 2015 decideva con il suo Direttivo, insieme al suo Direttore Sportivo Alessandro Rossini, di riaprire la Scuola vela e di promuovere un Gruppo Sportivo per la vela sia di altura che di derive, affidando per la scuola vela e le derive la supervisione al rappresentante del direttivo Fabrizio Trabucco, e incaricando come Tecnico e coordinatore scuola l’istruttore federale Emilio Civita. Oggi, con poco più di un anno attività, l’intenso lavoro svolto ripaga il Circolo e i suoi responsabili con un risultato quasi insperato, infatti dopo aver selezionato 3 atleti ai Campionati Italiani, i 2 piccoli della squadra, Federico Sparagna e Lorenzo Macari, hanno chiuso al 17° e al 18° posto della loro categoria 2007, migliori atleti della ragione Lazio.  Considerata la giovanissima età hanno vissuto la regata con impegno e assoluta dedizione, mettendo molti atleti di club con una lunga storia nell’optimist in difficoltà.

Questo risultato dei 2 ragazzi è in assoluto il miglior piazzamento nella classe optimist di atleti formiani a un Campionato Italiano dove si arrivava dopo una selezione regionale e che metteva in competizione i migliori 80 per categoria.

Sparagna e Macari hanno concluso molte delle 4 prove a ridosso dei primi 10 con distacchi minimi rispetto ai primi provenienti da circoli di Trieste e del Garda, hanno sempre tenuto una concentrazione notevolissima, non mollando mai fino all’ultima prova e dovendo stare a mare oltre 6 ore al giorno con venti di Bora.

Le regate sono state difficilissime con venti di bora e con improvvise variazioni di direzione e salti di vento, che hanno messo in difficoltà tutti gli equipaggi e il comitato di regata, i 2 giovanissimi atleti hanno sempre saputo leggere il vento praticando una tattica attenta, senza indecisioni.

Vista la giovane età sicuramente avranno margini di crescita elevati che fanno sperare per un futuro di successi.

Un ultima annotazione riguarda Mario Trabucco che era partito forte del 3° posto alle selezioni regionali, purtroppo incappava in una prima prova con penalità in partenza che lo innervosiva molto, e in tutte le successive prove ha avuto una sua personale battaglia con gli arbitri in acqua che lo hanno squalificato alle 2 successive prove e anche alla quarta e ultima ha avuto una penalità, tale andamento ha portato un cattivo risultato lontano dalle aspettative. Il ragazzo ha grandi capacità veliche e saprà far tesoro dell’esperienza.

Il Team del Circolo nautico Caposele da domenica riprende gli allenamenti e ad ottobre si cimenterà nelle regate zonali in Campania ospite del prestigioso Reale Yacht Club Savoia con cui è sempre più forte il legame di amicizia e di collaborazione.


04/09/2016 12:32:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: Maitre Coq, Matteo Miceli e il pollo sbagliato

In arrivo le ultime due barche con i foil (escluso Pieter Heerema), poi inizia il Vendée Globe dei poveri

Vendée Globe: previsto alle 18:00 l'arrivo di Le Cleac'h

Apoteosi finale per il francese che ha staccato di 85 miglia lo skipper britannico e si avvia a godersi il meritato trionfo a Les Sables d'Olonne

Vendée Globe: Armel Le Cleac'h, la sua vittoria miglio dopo miglio

Tutti i numeri della vittoria dello "Sciacallo", che ha tenuto testa a tutti i tentativi di Alex Thomson senza scomporsi quasi mai

Azimut Yachts accelera la crescita: +15% a valore nei primi 4 mesi dell’anno

La divisione del Gruppo Azimut Benetti, focalizzata sulle imbarcazioni a motore dai 12 ai 35 metri, ha raccolto ordini per oltre 221 milioni di euro

Roma per 2: i primi nomi per il 2017

In gara Matteo Miceli, Stefano Chiarotti, Ambrogio Becaria, Alberto Bona, Luca Sabiu e tutta la classe 950 che si prepara alla sua prima regata oceanica con arrivo a Riva di Traiano

Varato il nuovo superyacht di 74 metri di CRN

Spettacolare e imponente combinazione di competenza ingegneristica e design innovativo, CLOUD 9 è il frutto della stretta collaborazione tra il cantiere CRN

Seatec e Compotec 2017: sull’onda della ripresa

Complice il clima positivo che si è instaurato nel settore nautico Seatec e Compotec 2017 si stanno scaldando per un’edizione ricca di proposizioni

TP52: Quantum concreto, sorpresa Provezza in testa

Quantum Racing prende quota in classifica con un secondo e un primo posto di giornata, seconda piazza nella generale per gli americani

TP52: Azzurra si mantiene agganciata al vertice della classifica

Azzurra è a soli due punti dal leader provvisorio, Provezza, al pari di Quantum e Platoon. Con una sola prova da disputare domani i giochi sono quanto mai aperti

Vendée Globe: Armel Le Cleac'h, intervista in banchina

La prima intervista in banchina a Les Salbles d'Olonne e la commozione di Armel

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci