sabato, 25 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

turismo    formazione    fraglia vela riva    barcolana    regate    suzuki    press    cala de medici    vela oceanica    guardia costiera    circoli nautici    altura    nautica    fincantieri   

NAUTICA

Nuovo Canados 428 Gladiator prototipo in costruzione

nuovo canados 428 gladiator prototipo in costruzione
redazione

La dichiarazione di Michel Karsenti, Presidente Esecutivo di Canados - “Canados è conosciuto da decenni come costruttore di barche custom. Quando guardo il resto dell’industria nautica italiana, e ancora di più nel nostro segmento di mercato, non vedo nessun altro cantiere in grado di integrare a 360° tutti gli aspetti della produzione, compresa la capacità di realizzare interamente qualunque tipologia di interni. Può suonare incredibile nel mercato di oggi, ma noi continuiamo a costruire le nostre barche, da 76’ e oltre, proprio come megayacht, con la differenza che, dove gli altri produttori cercano di tagliare il più possibile i costi tramite subappalti, noi realizziamo yacht su misura interamente fatti a mano per armatori precisi ed esigenti.
Per questo, intendiamo mantenere una produzione molto limitata, pur avendo una domanda maggiore rispetto alla nostra offerta. Il risultato è che ogni contratto viene trattato direttamente e non abbiamo un network di dealer; i nostri clienti potranno discutere ogni dettaglio direttamente con il cantiere che costruisce la loro barca. Abbiamo accordi con diversi broker in tutto il mondo, che portano da noi quei clienti che non riescono a trovare quello che stanno cercando nella tipica produzione di serie.
Di conseguenza, era difficile integrare un progetto come il 428 Gladiator nella classica struttura Canados perché le filosofie industriali e commerciali di questo modello sono diverse dal resto della gamma Canados. Questo ci ha obbligato o organizzare una ‘business unit’ interamente dedicata al Gladiator”.
 
UNA BUSINESS/PRODUCTION UNIT DEDICATA  
L’unità produttiva del Canados Gladiator 428 è guidata da Gianluca Fanelli, manager con grande esperienza nell’ambito produttivo che ha già lavorato con Canados per quasi dieci anni prima di diventare ‘production manager’ di Aston Parker.
Fanelli è tornado in Canados lo scorso Luglio proprio per guidare il programma Gladiator 428 ed è una risorsa molto valida grazie alle sue profonde conoscenze delle capacità di costruzione custom di Canados e può contare anche su una grande esperienza nell’implementazione dei processi industriali nella produzione di serie.
La missione che gli è stata affidata può essere sintetizzata in 7 parametri:
Costruire il migliore e più lussuoso day-cruiser disponibile sul mercato.
Realizzare nel cuore del cantiere principale di Canados, situato a Roma, un’unità di produzione dedicata al 428 Gladiator.
Essere pronto a produrre da 6 a 8 barche nel 2017 e oltre 20 barche per il 2018.
Realizzare barche che non abbiano problemi, utilizzando solo i migliori componenti e materiali disponibili oggi. Il progetto 428 Gladiator non ha avuto limiti di budget nella realizzazione delle attrezzature e nella qualità degli stampi e dei processi di ingegnerizzazione e produzione.
Assicurare a clienti e dealer un’esperienza unica consegnando sempre nei tempi previsti barche alla boa.
Utilizzare l’eccezionale know-how di Canados e le risorse disponibili, in particolar modo l’ufficio tecnico e la falegnameria per gli interni.
Produrre la migliore e più ricercata barca della categoria. IL MERCATO DI RIFERIMENTO
IL Canados Gladiator 428 è stato sviluppato per clienti qualificati alla ricerca del meglio disponibile sul mercato, sempre con un prezzo competitivo.
Il profilo del cliente di riferimento è stato analizzato attentamente per assicurare un’alta richiesta del Gladiator 428: 
Dal punto di vista geografico, la maggior parte di loro usa la propria barca in posti alla moda come Sardegna, Costa Azzurra, isole spagnole, South Florida, Caraibi, Grecia, Croazia, coste della Liguria, Hamptons, Bahamas, Messico, Emirati Arabi…
Molti clienti sono uomini d’affari con un tempo libero molto limitato, quindi desiderano avere a disposizione una day boat che possono usare con poco preavviso, per un giorno o un fine settimana con poca o nessuna necessità di attenzioni.
Molti clienti sono armatori esperti di yacht più grandi, che desiderano rinunciare alla faticosa gestione di un equipaggio numeroso. Vogliono navigare con stile e lusso ma da soli.
Armatori di superyacht che desiderano avere una lussuosa dayboat, una barca appoggio o un tow tender per potersi divertire senza equipaggio.
La lista dei dealer per il 2018 sarà comunicata durante il Cannes Yachting Festival 2017 con punti vendita e di assistenza in Sardegna, Francia del Sud, Baleari e Miami.
I nostri clienti profilati non sono armatori alla loro prima esperienza, hanno conoscenze e sono esigenti sia per quanto riguarda la qualità produttiva e le capacità marine.
Tenendo conto del profilo citato, il Canados Gladiator 428 è stato disegnato da Marco Casali seguendo linee guida molto precise legate al disegno dello scafo firmato Canados.LA FILOSOFIA DEL PRODOTTO
Il disegno della carena è stato concepito con l’obiettivo di garantire sicurezza e comfort. L’eleganza classica della prua garantirà una navigazione asciutta in ogni condizione di mare mentre la V profonda di 21° permette di condurre la barca ad ogni velocità anche con mare formato.
Poiché la sicurezza è da sempre una delle sue maggiori priorità, Canados voleva una barca solida, quindi l’intero scafo, la struttura e il ponte sono realizzati in infusione con vetroresina vinilestere E-Glass e resina di balsa e Airex per offrire la massima robustezza e rigidità. La barca viene proposta standard con GPS Chartplotter, pilota automatico, fishfinder, elica di prua e joystick di manovra che lo rendono facilissimo da manovrare.
Poiché la grande maggioranza dei clienti timonano da soli questo tipo di barca, l’equipaggiamento standard include una timoneria integrata con “crystal cockpit”. In pratica si tratta di uno schermo touch screen dal quale è possibile controllare le dotazioni elettriche compreso il sound system, le pompe di sentina, gli scarichi, le luci, i parametri dei motori e l’elettronica di navigazione. 
L’intero pozzetto, dalla piattaforma bagno alla porta della cabina, si sviluppa su un unico livello, consentendo di muoversi in sicurezza e con facilità senza rischi.
La configurazione center console, protetta da un hardtop standard in fibra di carbonio, è posizionato in modo tale da permettere l’installazione di due divani fronteggianti. Questa configurazione è un elemento chiave per la vita sociale a bordo, poiché l’armatore può interagire con i suoi ospiti, amici e familiari mentre è al timone. Una volta all’ancora, l’accesso a prua avviene tramite una scala centrale posta tra i due deflettori in stile “Café Racer”. 
La dinette esterna e il grande prendisole sono protetti da un bimini-top standard dotato di due supporti in fibra di carbonio con tensiometro. Sotto il prendisole, un grande spazio di stivaggio consente di accogliere due Seabobs.
La cabina viene proposta in un unico layout con una scelta illimitata di tessuti e legni nel più puro stile Canados.

CANADOS 428 GLADIATOR – LA TIMELINE 
Lo scafo #1 è già stato stampato mentre è in fase di ultimazione la coperta.
Il primo modello del Gladiator 428 sarà assemblato e completato nelle prossime settimane e inizierà subito un intenso programma di prove prima che gli scafi #2, 3, 4 e 5 entrino nella linea di assemblaggio. La prima barca della serie rimarrà del cantiere per i test tecnici e per un roadshow nel Mediterraneo che in questo 2017 includerà le presentazioni ai clienti e alla stampa a Capri, Portofino, Porto Cervo, Monaco, Cannes, Saint Tropez, Palma e Ibiza.
La barca sarà presentata al Cannes Yachting Festival 2017 mentre sarà esposta insieme allo scafo #5 nella sua versione fuoribordo al Fort Lauderdale International Boat Show 2017.
Il Gladiator 428 è disponibile con Quattro pacchetti di motorizzazione:
Due Volvo Penta D6 – 400 cv con duo prop
Due Cummins QSB6.7 – 550 cv con eliche di superficie
Tripla o quadrupla motorizzazione fuoribordo
A seconda della potenza scelta, il Gladiator 428 è capace di raggiungere velocità da 37 a oltre 55 nodi
 
SCHEDA TECNICA - CANADOS 428 GLADIATOR
Lunghezza fuoritutto:              13,04 m / 42’9”
Lunghezza scafo:                   11,94 m / 39’2”
Baglio Massimo:                    4,19 m / 13’9”
Dead rise:                         21º
Pescaggio con eliche sollevate:    0,75 m / 2’6”
Dislocamento leggero:             8,500 kg / 18,740 lbs
Serbatoio carburante:              1,050 ltrs / 277 US Gallons
Autonomia a velocità di crociera:  350 NM
Passeggeri:                        16 in cat. C– 12 in cat. B

L’equipaggiamento standard include anche:
Caricabatterie
Bow Thruster
Salpancora elettrico Maxwell con ancora in acciaio inossidabile Bruce
Inverter
Bitte Pop-Up in acciaio inossidabile
Rivestimento del ponte in Flexiteek disponibile in 8 differenti colori
Colori illimitati Dupont per la carena
Easy lock per i parabordi
Luci di navigazione a LED Lopolights
VHF
Forno a microonde, due fuochi a induzione, due frigoriferi
Scaletta bagno in fibra di carbonio
Doccia esterna
Impianto audio esterno e in cabina con speakers JL Audio
Rivestimento della capotte


06/03/2017 18:29:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Coppa Adriatico, la novità targata Il Portodimare

La regata si disputerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio ed ai vincitori di classe garantirà l'iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto di vela d'altura di Monfalcone

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

La conclusione del CICO 2017 di Ostia

I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er)

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

L'Arcipelago 650 in salsa francese

All’1 e 44 minuti della mattina del 19 marzo i primi a tagliare il traguardo sono gli skipper di FRA 868 Alternative Sailing, i bravissimi Remì Aubrun e Nicolas Ferrelel

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci