lunedí, 16 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

este 24    regate    windsurf    vele d'epoca    roma giraglia    circoli velici    gc32    j24    cico 2019    attualità    melges 20    fiv   

WINDSURF

Nicolò Renna sempre più in testa al mondiale Techno Plus in Lettonia

nicol 242 renna sempre pi 249 in testa al mondiale techno plus in lettonia
Roberto Imbastaro

Il penultimo giorno del Mondiale Techno in Lettonia ha visto regatare solo gli atleti della categoria Techno Plus maschile (classe olimpica giovanile per Buenos Aires 2018), dato che l’arrivo di un temporale ha fatto rientrare velocemente la flotta, impedendo poi di proseguire con altre regate. L’unica prova disputata è stata comunque positiva per il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna, che in condizioni di vento medio sui 16-18 nodi ha vinto su tutti. Complice la squalifica per partenza anticipata dell’argentino Kopp, primo - anche se inutilmente - sulla linea di arrivo. Dopo le 12 regate corse finora Renna è saldamente al comando con 13 punti di vantaggio sul greco Kalpogiannakis (quinto nell’ultima regata) e 14 sul francese Pouliquen. Si avvicinano alla zona podio gli israeliani Vardimon e Zzror, rispettivamente secondo e terzo nell’unica prova disputata venerdì e a soli 2 e 7 punti dal terzo della classifica provvisoria. Sabato ultimo giorno di questo impegnativo e lungo mondiale della classe giovanile delle tavole a Vela Techno, si potranno disputare 3 regate per i maschi della categoria Plus, 4 per le femmine - con l’azzurra Giorgia Speciale prima, ma in una situazione assai più delicata rispetto a Nicolò Renna, dato che è in parità con la francese Pianazza. In Lettonia è stato convocato come coach ufficiale  per la FIV Federazione Italiana Vela, l’allenatore del Circolo Surf Torbole Dario Pasta, che ha finora gestito gli atleti top Speciale e Renna, parallelamente alla squadra dei più giovani del Circolo, che nella giornata conclusiva cercherà di farsi onore in un evento di altissimo livello e che sicuramente lascerà importanti tasselli di esperienza tecnica, considerate le condizioni marine incontrate.

 


10/08/2018 19:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Voce del Mare, un film di Fabio Dipinto sul rapporto tra l’uomo e il mare

La Voce del Mare - da un’idea di Marco Simeoni, regia di Fabio Dipinto è un film documentario (Italia, 83’) che intende raccontare, da diverse angolazioni e punti di vista, le emozioni universali e il rapporto che l’uomo ha instaurato con il mare

RIGASA: Line Honours per Kika Green Challenge

Un meteo imprevedibile, caratterizzato dal passaggio un fronte depressionario veloce ed inteso, ha reso capriccioso l’Adriatico mettendo a dura prova i 13 equipaggi partiti

Mini 6.50: due settimane alla Mini Transat

Per questa ventiduesima edizione, il navigatore milanese Ambrogio Beccaria è sulla linea di partenza con 9 vittorie su 12 competizioni alle spalle ed è quindi tra i favoriti

Monfalcone, vele d'epoca: al via l'International Hannibal Classic 2019

Dopo la pausa estiva riparte in Adriatico il Trofeo riservato alle Signore del Mare. Dal 13 al 15 settembre lo Yacht Club Hannibal di Monfalcone organizzerà la terza edizione dell’International Hannibal Classic – Memorial Sergio Sorrentino

Alinghi primo leader della GC32 Riva Cup

Nelle cinque prove odierne, corse con un'Ora dagli 8 ai 13 nodi, il team svizzero non si è mai piazzato peggio di terzo e, ha concluso in testa con quattro punti di vantaggio sugli austriaci di Red Bull Sailing Team

Melges 20: il titolo europeo va a Brontolo di Filippo Pacinotti

Un risultato conquistato con pieno merito e con una prova di anticipo dopo una battaglia durissima con il campione uscente (e numero 1 della ranking mondiale) Russian Bogatyrs di Igor Rytov a cui va la medaglia d’argento

Friuli: menzione alla Triennale per i sentieri multimediali della Grande Guerra

I sentieri multimediali della Grande Guerra ricevono una menzione alla Triennale di Milano per il City Brand&Tourism Landscape Award

Europeo Melges 20: il leader è Nika di Vladimir Prosikhin

In vetta alla graduatoria generale c'è il veterano russo Nika di Vladimir Prosikhin con lo statunitense Morgan Reeser alla tattica. Al secondo posto il connazionale e detentore del titolo europeo Russian Bogatyrs di Igor Rytov

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

La Fiv premia le "sue" medaglie olimpiche

Alessandra Sensini:"Le medaglie sono tanta fatica e sacrificio, allenamento intenso per tutto il quadriennio"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci