domenica, 25 settembre 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela olimpica    formazione    ufo 22    j70    salone di genova    salone nautico    solitari    altura    press    farr 40    dinghy    trimarani    regate    suzuki   

RECORD

New York: Soldini partito per il record sull'Atlantico

new york soldini partito per il record sull atlantico
redazione

Vela, Record New York/Cap Lizard - Stamattina alle 7.20 GMT (9.20 italiane, 3.20 locali), davanti al faro di Ambrose, nella baia di NewYork, sotto un cielo nuvoloso, Maserati ha tagliato la linea di partenza per tentare di battere il record di traversata atlantica da New York a CapeLizard (UK). 2.925 miglia in nord Atlantico, passando tra gli iceberg a suddell'isola di Terranova, da percorrere in meno di 6 giorni, 17 ore, 52 minuti e 39 secondi, il tempo record realizzato nel 2003 dal monoscafo Mari Cha IV dell'inglese Robert Miller.

“L'attesa è stata lunghissima ma abbiamo fatto bene ad aspettare”, spiega Soldini prima di mollare gli ormeggi. “Sembra che questa sia la bassa pressione perfetta per tentare un record così impegnativo come quello del nord Atlantico. Cercheremo di cavalcare al meglio l'onda del vento e di arrivare in Inghilterra con ilrecord in tasca. Siamo tutti molto carichi e fiduciosi”.

A bordo un equipaggio internazionale di capaci velisti e navigatori oceanici: oltre a Soldini (skipper), l'americano Brad Van Liew (navigatore), lo spagnolo Javier de la Plaza (timoniere, pit e capoturno), i francesi Sebastien Audigane (timoniere e trimmer) e Ronan Le Goff (timoniere e prodiere), gli italiani Guido Broggi (boat captain) e Corrado Rossignoli (prodiere), l'inglese Tom Gall (aiuto prodiere).

L'impresa di Soldini e compagni è tutt'altro che semplice. Alle difficoltà della rotta (venti forti, mare formato, iceberg, temperatura dell'acqua a 2-4 gradi) e della gestionemeteorologica si aggiungono le diverse caratteristiche dell'”avversario” rispetto a Maserati. Mari Cha IV è un maxy yacht di 140 piedi (il doppio del VOR70 Maserati), costruito per battere i principali record del mondo. Interamente in fibra di carbonio, dotato di chiglia basculante, ha un dislocamento di cinquanta tonnellate. Il piano velico è suddiviso su due alberi, ciascuno lungo 45 metri. Durante il record NY-Cape Lizard, stabilito tra il 2 e il 9 ottobre 2003, a bordo di Mari Cha IV, oltre all'armatore Robert Miller, c'era un equipaggio di ventitré persone (neozelandesi, inglesi e francesi).


09/05/2012 18:45:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Andrea Fornaro e il suo nuovo Mini 6.50, l'Ofcet ‘Sideral 918’, presenti al Salone Nautico di Genova

Varato lo scorso 15 luglio presso il Marina di Cala Galera (Monte Argentario), che lo accompagnerà verso la prossima Mini Transat 201

Stefano Chiarotti (CNRT) Campione Italiano Offshore in doppio

Il velista del CNRT verrà premiato dalla FIV a Genova nel corso del Salone Nautico

La stagione autunnale del Team Altura Yacht Club Hannibal

Il Team Altura YCH si impone nei maggiori eventi della stagione

1001 Vela Cup 2016, la decima edizione va all’Università di Padova

Le due imbarcazioni Aura e Ate, giunte rispettivamente al primo e al secondo posto. Terzo gradino del podio per l'equipaggio dell'Università di Brescia con Pelèr

Vittoria italiana del ligure Mario Rabbò alla D-One Gold Cup

La D-One iniziata e finita in assoluta paritá, con la vittoria per migliori parziali del ligure Mario Rabbò, che è riuscito a controllare il campione in carica Nick Craig, aggiudicandosi la vittoria finale, sebbene in paritá di punteggio

Nautica, il settore mostra segnali di ripresa e va alla ricerca di nuovi professionisti

In occasione del 56° Salone Nautico di Genova, Wyser identifica i profili più ricercati dal settore. Project Manager, ingegneri e commerciali, tra i ruoli più richiesti

Le Extreme Sailing Series debuttano a Madera

Al via l’Act 6 del circuito di vela mondiale

Mascalzone Latino è secondo alla Rolex Swan Cup 2016

Fra gli yacht classici disegnati da Sparkman & Stephens

La nave più lussuosa al mondo in resina italiana

Un’opera che punta ad esaltare i plus estetici della resina e soprattutto le sue funzionalità: resistenza nel tempo, sicurezza e igiene

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci