giovedí, 23 marzo 2017

NAUTICA

Nautal presenta Charter in Europa con importanti progetti per il futuro

Il mercato delle imbarcazioni a noleggio è in forte crescita e negli ultimi dieci anni le immatricolazioni sono aumentate del 60,7% (dato registrato nel periodo gennaio-agosto del 2016 rispetto al 2007).
Nautal, azienda spagnola specializzata nel noleggio online di imbarcazioni in tutto il mondo, ha conseguito uno sviluppo considerevole in soli tre anni di attività. Con oltre 11.300 imbarcazioni ed una presenza capillare in 22 Paesi del mondo, la società iberica ha all’attivo migliaia di clienti soddisfatti e ha condotto una ricerca sulla base delle attività di noleggio e delle recensioni di utenti e armatori.
L’analisi “Charter in Europa” ha coinvolto i clienti di tutto il mercato europeo e evidenziato le caratteristiche di settore in relazione al numero di noleggi effettuati per tipo di imbarcazione, prezzi medi, luoghi di partenza e personale a bordo. Secondo lo studio, chi decide di noleggiare un’imbarcazione predilige le barche a vela per la loro convenienza e la comodità del mezzo. I gommoni sono più economici, ma non cabinati, mentre le barche a motore o i catamarani sono più cari a parità di lunghezza e numero di cabine.
Nell’ultimo anno Nautal ha messo sul mercato e attivato diverse nuove barche, in controtendenza con un trend negativo iniziato con la crisi del 2008 che aveva costretto le aziende a mantenere vecchie imbarcazioni per non sopportare gli alti costi di disfacimento e il 2016 è destinato a chiudersi per Nautal come il miglior anno per l’attivazione di nuovi charter.
Per quanto riguarda l’aspetto prettamente economico si evidenzia come il prezzo del noleggio vari sensibilmente in funzione della lunghezza e della data di immatricolazione della barca e che siano le piccole aziende con meno di dieci imbarcazioni a dominare il mercato, grazie alla possibilità di applicare prezzi competitivi che avvicinano il cliente.
“Charter in Europa” ha preso in considerazione anche i dati qualitativi relativi al servizio di noleggio offerto, sulla base dei pareri di clienti e armatori. Se da un lato gli utenti hanno espresso le proprie valutazioni relativamente alle competenze nautiche dell’equipaggio, dall’altro è stato loro richiesto di valutare le capacità relazionali, la simpatia e la propensione dello skipper a rendere gli ospiti più coinvolti. Analogamente gli armatori hanno valutato i consumatori, per comprendere l’eventuale malcontento e filtrare la clientela per sviluppare un business fruttifero. In entrambi i casi i voti sono stati molto alti, segno del buon lavoro che Nautal sta svolgendo in questi anni.
“I dati raccolti in questo studio hanno portato Nautal a sviluppare importanti progetti per il futuro – spiega Octavi Uyà, CEO di Nautal. Vista la sempre maggiore richiesta di charter e la continua crisi del mercato della vendita di barche, l’utente finale può giovare di un netto risparmio, continuando a godere del piacere della navigazione senza i costi di mantenimento.”
L’obiettivo principale è rendere gli armatori dei veri e propri Nautal Partners. Per questo motivo sono stati sviluppati due progetti. Il primo è un portale web dedicato, tecnologico e facile da usare (www.nautal.partners). Un vero e proprio facilitatore per ottenere un numero sempre maggiore di prenotazioni con uno sforzo inferiore, attraverso la creazione di una pagina web personalizzata di altissimo livello e a basso costo, creata da esperti e professionisti del settore e di un’agenda elettronica per le prenotazioni. Attraverso questa tecnologia gli armatori avranno la possibilità di vendere i propri prodotti tutto l’anno con un risparmio economico e temporale. Il secondo progetto, strettamente legato al sito internet è la Nautal APP, applicazione per Android e iOs, in cui l’utente può consultare con una sola mossa i prossimi check-in e check-out, controllare le richieste non soddisfatte e lo stato delle offerte inviate. Nello stesso modo sarà possibile scambiare messaggi con i clienti ed inviargli offerte al momento opportuno, per ottenere la massima conversione. Inoltre, la possibilità di modificare la scheda delle barche e aggiungere fotografie utilizzando semplicemente la fotocamera dello Smartphone.
L’innovazione è sempre in prima linea: l’azienda spagnola pensa già al futuro, dove le barche potrebbero essere autopilotate con algoritmi di guida meno complessi rispetto a quelli di una automobile. Questo enorme progresso tecnologico permetterebbe il nolo senza skipper e l’uso delle barche anche da coloro che non sono in possesso di una patente nautica, una vera rivoluzione nel mercato del noleggio delle imbarcazioni.


26/10/2016 12:16:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

Il prosecco raccontato ai non udenti

La visita alla cantina Bisol e le colline del Prosecco Superiore saranno raccontate anche nella Lingua Italiana dei Segni

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Meteorsharing apre la stagione con un evento dedicato alla festa del papà

Padri e figli in barca insieme si sfidano. Testimonial e coach Enrico Zennaro e Federica Salvà

Rolex Capri Sailing Week: non solo maxi ma tante novita’ per l’edizione 2017

Regata dei Tre Golfi, Farr 40 Class Capri Regatta, Campionato Nazionale del Tirreno e Mylius Cup

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Tripletta dello Yacht Club Sanremo al Trofeo Nemo

Per ciascun evento sono state disputate tre prove, con regate molto tecniche e condizioni meteo molto variabili

Seatec e Compotec 2017

In un clima positivo confermatosi nel settore nautico, Seatec e Compotec 2017 aprono all’insegna di un rafforzato interesse del settore confermando la loro unicità nel panorama delle fiere tecniche italiane

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci