sabato, 17 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela    volvo ocean race    x-yachts    nauticsud    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group    press    premi   

NAUTICA

Nautal presenta Charter in Europa con importanti progetti per il futuro

Il mercato delle imbarcazioni a noleggio è in forte crescita e negli ultimi dieci anni le immatricolazioni sono aumentate del 60,7% (dato registrato nel periodo gennaio-agosto del 2016 rispetto al 2007).
Nautal, azienda spagnola specializzata nel noleggio online di imbarcazioni in tutto il mondo, ha conseguito uno sviluppo considerevole in soli tre anni di attività. Con oltre 11.300 imbarcazioni ed una presenza capillare in 22 Paesi del mondo, la società iberica ha all’attivo migliaia di clienti soddisfatti e ha condotto una ricerca sulla base delle attività di noleggio e delle recensioni di utenti e armatori.
L’analisi “Charter in Europa” ha coinvolto i clienti di tutto il mercato europeo e evidenziato le caratteristiche di settore in relazione al numero di noleggi effettuati per tipo di imbarcazione, prezzi medi, luoghi di partenza e personale a bordo. Secondo lo studio, chi decide di noleggiare un’imbarcazione predilige le barche a vela per la loro convenienza e la comodità del mezzo. I gommoni sono più economici, ma non cabinati, mentre le barche a motore o i catamarani sono più cari a parità di lunghezza e numero di cabine.
Nell’ultimo anno Nautal ha messo sul mercato e attivato diverse nuove barche, in controtendenza con un trend negativo iniziato con la crisi del 2008 che aveva costretto le aziende a mantenere vecchie imbarcazioni per non sopportare gli alti costi di disfacimento e il 2016 è destinato a chiudersi per Nautal come il miglior anno per l’attivazione di nuovi charter.
Per quanto riguarda l’aspetto prettamente economico si evidenzia come il prezzo del noleggio vari sensibilmente in funzione della lunghezza e della data di immatricolazione della barca e che siano le piccole aziende con meno di dieci imbarcazioni a dominare il mercato, grazie alla possibilità di applicare prezzi competitivi che avvicinano il cliente.
“Charter in Europa” ha preso in considerazione anche i dati qualitativi relativi al servizio di noleggio offerto, sulla base dei pareri di clienti e armatori. Se da un lato gli utenti hanno espresso le proprie valutazioni relativamente alle competenze nautiche dell’equipaggio, dall’altro è stato loro richiesto di valutare le capacità relazionali, la simpatia e la propensione dello skipper a rendere gli ospiti più coinvolti. Analogamente gli armatori hanno valutato i consumatori, per comprendere l’eventuale malcontento e filtrare la clientela per sviluppare un business fruttifero. In entrambi i casi i voti sono stati molto alti, segno del buon lavoro che Nautal sta svolgendo in questi anni.
“I dati raccolti in questo studio hanno portato Nautal a sviluppare importanti progetti per il futuro – spiega Octavi Uyà, CEO di Nautal. Vista la sempre maggiore richiesta di charter e la continua crisi del mercato della vendita di barche, l’utente finale può giovare di un netto risparmio, continuando a godere del piacere della navigazione senza i costi di mantenimento.”
L’obiettivo principale è rendere gli armatori dei veri e propri Nautal Partners. Per questo motivo sono stati sviluppati due progetti. Il primo è un portale web dedicato, tecnologico e facile da usare (www.nautal.partners). Un vero e proprio facilitatore per ottenere un numero sempre maggiore di prenotazioni con uno sforzo inferiore, attraverso la creazione di una pagina web personalizzata di altissimo livello e a basso costo, creata da esperti e professionisti del settore e di un’agenda elettronica per le prenotazioni. Attraverso questa tecnologia gli armatori avranno la possibilità di vendere i propri prodotti tutto l’anno con un risparmio economico e temporale. Il secondo progetto, strettamente legato al sito internet è la Nautal APP, applicazione per Android e iOs, in cui l’utente può consultare con una sola mossa i prossimi check-in e check-out, controllare le richieste non soddisfatte e lo stato delle offerte inviate. Nello stesso modo sarà possibile scambiare messaggi con i clienti ed inviargli offerte al momento opportuno, per ottenere la massima conversione. Inoltre, la possibilità di modificare la scheda delle barche e aggiungere fotografie utilizzando semplicemente la fotocamera dello Smartphone.
L’innovazione è sempre in prima linea: l’azienda spagnola pensa già al futuro, dove le barche potrebbero essere autopilotate con algoritmi di guida meno complessi rispetto a quelli di una automobile. Questo enorme progresso tecnologico permetterebbe il nolo senza skipper e l’uso delle barche anche da coloro che non sono in possesso di una patente nautica, una vera rivoluzione nel mercato del noleggio delle imbarcazioni.


26/10/2016 12:16:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

FIV: siglato l'accordo con la Guldmann per l'attività paralimpica

Guldmann è un'azienda con sede in Danimarca che dedica il suo operato allo sviluppo , alla produzione e alla vendita di tecnologie applicate al benessere delle persone

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

Annullata la prima giornata del Campionato Vela d'Altura di Bari

Vento tra i 22 e i 29 nodi e onda fino a tre metri bloccano la prima giornata di prove. I 37 equipaggi torneranno in acqua il 25 febbraio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci