martedí, 16 luglio 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

soldini    optimist    nave italia    circoli velici    moth    regate    solidarietà    smeralda 888    melges 20    windsurf    manifestazioni    ambiente    kite    vela olimpica    interviste   

ECOLOGIA

Mowgli di Nannini fa rotta su Cala de Medici

mowgli di nannini fa rotta su cala de medici
redazione

Il Class 40 Mowgli, timonato da Marco Nannini, che naviga sotto i colori di Verde come Vela, iniziativa promossa dalla rete d’impresa Boat Ecology,  è partito ieri alle 11,20 dalla banchina Fucile, in una bella giornata estiva che ha garantito, oltre che un sole splendente, anche 6 nodi di vento alla partenza e 10 nodi di maestrale per tutta la navigazione. Rotta su Cala Dei Medici, Rosignano (LI), 35 miglia di navigazione verso la seconda tappa di questa crociera che ha l’intento di verificare lo stato di cultura ecologica del diporto e delle sue strutture costiere, dimostrando, nel contempo, come sia possibile ridurre l’impatto ambientale anche quando si veleggia. Mowgli ha navigato sempre con le vele issate, senza mai utilizzare il motore. A bordo, il team di Verde come vela e un ospite importante: il professor Antonio Perfetti, biologo e responsabile di gestione area marina protetta Secche della Meloria, area marina gestita dall’ente parco regionale Migliarino San Rossore Massacciucoli.

 

L’area marina protetta è in vigore dallo scorso maggio; attualmente si trova in una fase di transizione e con tutta probabilità il monitoraggio puntuale da parte della capitaneria di porto (ora impegnata all’Isola del Giglio nelle operazioni di rigalleggiamento e di spostamento della Costa Concordia) per il controllo delle imbarcazioni inizierà dalla fine di settembre. Il parco marino si estende per 9000 ettari ed è suddiviso in tre zone A,B,C: la A interdetta alla navigazione; la B dove possono accedere solo se imbarcazioni con determinati requisiti consultabili in Internet (nel sito della area marina Secche della Meloria, www.ampsecchedellameloria.it); la C l’area dove le restrizioni sono minori. I diportisti potranno presto prenotare online nel sito del Ministero dell’Ambiente e acquistare i permessi per accedere al parco marino.

 

«I vincoli di fruibilità dell’area marina non devono essere visti come un limite fine a se stesso» ha commentato il professore Antonio Perfetti «ma come uno stimolo a diminuire l’impatto ambientale, da un lato, e dall’altro ad aiutare l’industria nautica a incrementare la propria attività per rendere le imbarcazioni più conformi al rispetto dei vincoli. L’iniziativa di Verde come Vela, in questo contesto, è il testimone importante del messaggio di sostenibilità ambientale, perché mostra come la tecnologia stia facendo passi da gigante, garantendo la possibilità di essere autonomi nell’utilizzo di risorse rinnovabili. Sono felice di questa esperienza, mi sono reso conto di come con poco una barca può essere realmente autosufficiente».

 

E L’autosufficienza di Mowgli è stata dimostrata proprio ieri, giornata in cui la barca ha utilizzato esclusivamente il sistema eolico, l’idrogeneratore e i pannelli fotovoltaici. I dati (vedi allegato) testimoniano non solo che la barca è riuscita a essere autosufficiente ma che è anche riuscita a produrre un’energia superiore al fabbisogno richiesto dalle 35 miglia percorse.

 

«Veleggiando a 6 nodi, solo con i sistemi fotovoltaico ed eolico, producevamo 6 Ampere ma ne consumavano 10 A (con pilota automatico inserito)» riferisce Alberto Buogo, responsabile del progetto. «Con l’idrogeneratore abbiamo prodotto 15 A: quindi 5 in più del fabbisogno richiesto. Il picco massimo di produzione è stato di 27,5 Ampere grazie al sistema fotovoltaico, all’idrogeneratore, senza il sistema eolico, ad un’andatura di 8 nodi. Il consumo medio della giornata è stato di 10 A, con pilota automatico inserito, con gli strumenti navigazione, il pc degli operatori-video a bordo collegati».

 

Si ricorda che Mowgli per produrre energia usa la luce del sole, la forza del vento e dell'acqua del mare.

 

Domani mattina il Class 40 di Verde come Vela, salperà per affrontare 40 miglia di navigazione alla volta di Punta Ala.

 

Le prossime tappe

19 luglio si salpa da Punta Ala (GR) verso Gaeta, saliranno a bordo Andrea Marconetti e Maurizio Rosazza Prin, amici di Verde come Vela, nonché secondo e terzo classificato a Masterchef 2013 e inventori di Chissenefood, imbarcati non nel loro ruolo di chef, ma di ospiti che condividono l'idea che sia possibile vivere con un impatto ambientale ridotto.

Il 21 luglio partenza per Cala Galera, all’Argentario, quarta tappa; sarà anche coinvolta la scuola di vela.

Il 22 luglio la barca sarà a Riva di Traiano (Roma).

Il 23 luglio, l’ ultima tappa dello “Stivale” è alla base nautica Flavio Gioia di Gaeta (LT).

Il 24 luglio rotta sulla Sardegna: Olbia e Cagliari chiuderanno il viaggio documentario con una veleggiata ambientale e incontri istituzionali.

 

Il viaggio di Verde come Vela può essere seguito attraverso il diario di bordo e il blog delle persone imbarcate con accesso dal sito www.verdecomevela.org.


18/07/2014 09:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Lorenza Cavalli Atelier: KEEP ON SAILING, dipinti ad olio su tela dedicati al mare

Atelier Aperto su Appuntamento Dal 24 giugno al 31 luglio - “Se fissate il corso di una sola stella, sarete capaci di navigare in qualsiasi tempesta.” Leonardo Da Vinci

Transpac: stasera la partenza con Soldini e Maserati al via

Al via stasera alle 21:30 (ora italiana) la 50a edizione della Transpacific Yacht Race. Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini sono pronti alla sfida con Argo e PowerPlay

Windsurf e kitesurf: sfide mondiali alle Canarie

Le Isole Canarie “regine del vento e delle onde” con due manifestazioni di richiamo internazionale: il Gran Canaria Wind & Waves Festival e la Windsurfing and Kitesurfing World Cup a Fuerteventura

Melges 20 World League: a Riva del Garda gli applausi sono tutti per Siderval

Russian Bogatyrs di Igor Rytov torna a riappropriarsi dello scettro di Campione del circuito europeo ma la tappa di Riva del Garda la domina il Team Corinthian Siderval

Per Irene Calici e Petra Gregori argento mondiale nella Casse 420

Irene Calici e Petra Gregori (Soc. Nautica Pietas Julia/Circolo Nautico Sirena) si laureano vicecampionesse del Mondo nella categoria Women dopo una settimana di risultati molto costanti

Robert Scheidt, un brasiliano d'acqua dolce

Ha iniziato a San Paolo, nel lago di Guarapiranga, ed ora si allena a Torbole. Nella foto: sul Laser Bahia Robert e la moglie Gintare mentre osservano l’arrivo del figlio Erik al Trofeo Optimist d’argento

Niente pass per Tokio per gli Azzurri del Laser. Ultima chance a Genova

I laseristi Italiani rientrano dal Giappone con il rammarico di avere mancato 1 dei 5 pass nazionali per Tokyo. Sono ancora 2 i pass disponibili per l’Europa che verranno assegnati in occasione della tappa di World Cup Series 2020 a Genova

A Torbole conclusa una bella e divertente settimana a tutto Techno e RS:X

Il” parco giochi" del vento, dell'acqua e del windsurf di Torbole in questa settimana è stato attivissimo con 250 windsurfisti ospiti al Circolo Surf Torbole, che in condizioni ideali hanno partecipato alla Torbole Techno/RS:X Italian Week

La Nautica degrada Napoli: no della Soprintendenza all'esposizione sul lungomare

Tutti favorevoli dal Sindaco, alla Regione Campania, all’Unione Industriali e a Confcommercio, ma la Soprintendenza alle Belle Arti ha detto no

Temperature rising off Marstrand as 44Cup World Championship starts tomorrow

Highlight of the 44Cup season, the World Championship sets sail tomorrow in Marstrand, the sailing mecca on the west coast of Sweden

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci