venerdí, 24 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nautica    volvo ocean race    disabili    luna rossa    america's cup    guardia costiera    vela    veleziana    mini transat    trasporti    transat jacques vabre    foiling    platu25    j24    windsurf   

BARCOLANA

Maxi Jena Tempus Fugit sfiora il podio: seconda assoluta alla Barcolana, prima in classe N

maxi jena tempus fugit sfiora il podio seconda assoluta alla barcolana prima in classe
redazione

E’ stata una Barcolana di bora, con raffiche intense e una bella battaglia, che ha avvinto tutti gli spettatori. 

Maxi Jena Tempus Fugit, l’ottanta piedi di Mitja Kosmina disegnato da Andrej Justin che ha corso per i colori dello Yacht Club Hannibal, sostenuta da Marina Hannibal, Diners Club International e Colmar, è stata fin da subito protagonista della Coppa d’Autunno.

Domenica 9 ottobre allo start delle 11.30, Maxi Jena parte sopravento controllando l’avversario, prende il comando sfruttando le raffiche, corre inseguita da Alfa Romeo dei fratelli Benussi, la velocità delle barche è quasi equivalente. Prima della boa di Miramare, quando l’andatura cambia in bolina, anche il passo delle due barche si inverte, Alfa Romeo che stringe di più, passa in testa e mantiene la leadership fino al traguardo, non lasciando scampo a Maxi Jena.
Così Mitja Kosmina all’arrivo “Tutti vogliono vincere e noi ce l’abbiamo messa tutta, mi sono divertito molto dal punto di vista umano e sportivo, ora completeremo il refitting della barca per essere ancora più competitivi il prossimo anno”.
“Si sono create delle ottime sinergie tra la componente italiana e slovena e loYacht Club Hannibal è molto fiero del risultato” gli fa eco Loris Plet, Direttore YCH “abbiamo davvero dato il massimo e non rimpiangiamo le scelte fatte. Sono molto contento anche delle vittorie degli altri componenti del Team Altura”.
Soddisfatto anche il campione veneto Enrico Zennaro, a bordo di Maxi Jena dal 2002 “E’ stata una bella sfida, ci siamo divertiti e abbiamo dato il massimo, facendo un’ottima prestazione. Per metà regata eravamo convinti di vincere, ma la bolina stretta ci ha decisamente penalizzati. La prossima settimana regateremo a Venezia, dove gioco in casa e sono sicuro che ci prenderemo la nostra rivincita”.
Ottimi risultati per tutto il Team Altura YCH.
Angelica IV, Sciarelli 56 della Scuola Vela Tito Nordio, sabato 8 ottobre ha vinto la Barcolana Classic in classe A Sciarelli e la Line Honour. Al timone Piero Fabbro che ha dichiarato “E’ stata una bella edizione molto combattuta, con vento tra i 10 e 12 nodi. Nel percorso a triangolo con partenza e arrivo davanti al Faro della Vittoria, abbiamo mantenuto sempre il comando, con continui bordeggi, resi più impegnativi dai salti di vento”.
Mataran MK3, Ice 33 di Paolo Nordera, ha vinto la 48° Barcolana nella numerosa classe 4, tagliando il traguardo 30° assoluto. Ottimo risultato anche per Mummy One il Farr 30 di Alessio Querin già campione italiano Minialtura 2015, che è tornata in gran forma e si è classificata prima in classe 5 (con un ottimo 54° assoluto) e per Duvetica Grey Goose timonata da Daniele Augusti che vince la classe 1 Crociera.
Questi gli altri risultati di classe del Team Altura YCH tra i primi 150 al traguardo: Silver Age di Matteo Knapcic 5° in classe 2, Matrix di Andrea Clavarino 5° in classe 4, Barraonda di Lucio Provvidenti, 6° in classe 1, Pazza Idea di Pierluigi Bresciani 12° in classe 1, Talitha di Maurizio Merenda 12° in classe 0, Margherita di Piero Burello 16° in classe 1, Magica Luce di Danilo Valentini 20° in classe 2.
I prossimi appuntamenti per Maxi Jena Tempus Fugit sono con la Venice Hospitality Challenge che si correrà il 15 e la Veleziana il 16 ottobre.


10/10/2016 21:08:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

Progetto "PrimaVela": la Vela sul lago Maggiore

Vela GO è l’ente promotore ed organizzatore di “PrimaVela” che ha dato l’opportunità a una cinquantina di ragazzi dell'Istituto Marcelline di Arona di avvicinare una disciplina sportiva

Troostwijk, all'asta uno yacht e la storica "La Spina"

Questo tipo di lotti non sono una novità per Troostwijk che negli ultimi mesi ha indetto aste per diverse imbarcazioni e automobili di lusso.

Volvo Ocean Race: un fine settimana di fuoco

Gli appassionati che seguono la cartografia elettronica, le posizioni e le classifiche della Volvo Ocean Race saranno incollati ai loro schermi per vedere come evolverà la situazione e come sarà il prossimo report

La leggenda Loïk Peyron insieme ad altri grandi olimpionici sulla Star a Riva del Garda

Obiettivo: preparazione alla finale della Star Sailor League in programma dal 5 al 9 dicembre a Nassau, Bahamas

Nicolò Renna vince i Campionati Sudamericani Techno Plus

all’altra italiana Giorgia Speciale oro tra le femmine. Nel 2018 dovranno guadagnarsi la convocazione olimpica personale con i risultati conseguiti dopo 3 eventi internazionali

Testa a testa tra STIG e SIKON al Melges 40 Grand Prix di Palma de Mallorca

SIKON, del giapponese Yukihiro Ishida (con il maiorchino Manu Weiller alla tattica) è indiscutibilmente la “boat of the day” con un secondo e un primo posto come parziali

Sport di Mare e Inclusione: incontro pubblico a Lignano Sabbiadoro

Tiliaventum asd e Lo Spirito Di Stella Onlus si occupano da molti da molti anni di inclusione attraverso le discipline sportive di mare e l'occasione nasce dalla recente esperienza WOW - WheelsOnWaves

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci