lunedí, 27 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

classi olimpiche    fraglia vela riva    altura    regate    press    derive    seatec    turismo    formazione    barcolana    suzuki    cala de medici    vela oceanica   

ROLEX MIDDLE RACE

Maserati Multi70 pronta per la Rolex Middle Sea Race


Il countdown per la Rolex Middle Sea Race è iniziato. Tutto il team di Maserati Multi70 è impegnato a La Spezia nel rush finale di preparazione in vista dell’imminente partenza per Malta. Sabato 22 ottobre, infatti, i cannoni della fortezza affacciata sul Grand Harbour torneranno a tuonare per dare il via a questa classica dell’altura mediterranea, nata nel 1968 e giunta quest’anno alla sua 37a edizione. La regata, organizzata dal Royal Malta Yacht Club, prevede un percorso di 608 miglia con partenza e arrivo da Malta e la circumnavigazione in senso antiorario della Sicilia con il passaggio dello Stretto di Messina, lasciando a sinistra Eolie, Egadi, Pantelleria e Lampedusa.
A prendere il largo insieme al Mod 70 Maserati Multi70 saranno 116 barche divise in 6 categorie salutate da centinaia di spettatori stipati lungo le vecchie mura che circondano La Valletta.
Sulla linea di partenza ci sarà anche Phaedo3, il Mod 70 americano detentore dei record Antigua-Newport, Plymouth-La Rochelle, Cowes-St Malo e del Fastnet e vincitore di altrettante regate (Rorc Caribbean 600 e Rorc Transatlantic solo per citarne due), dopo il forfait dei Mod 70 Oman Sail e di Concise.
«Eravamo d’accordo di correre tutti insieme sia la Rolex Middle Sea Race sia la Rorc Transatlantic Race», racconta Giovanni Soldini, «ma a Malta dovremo vedercela solo con Phaedo, perché Oman Sail si è ribaltato lo scorso agosto, a Terranova, durante la Québec-Saint Malo, e Concise ha cambiato idea all'ultimo momento».
«Per Maserati Multi70 è la prima regata e rappresenta un’ottima occasione per testare la barca e cercare di migliorare i nostri punti deboli», continua Soldini. «Siamo in una fase sperimentale. Quando riusciamo a volare la barca raggiunge performance eccellenti. Ci sono però anche condizioni di svantaggio: rispetto ai nostri diretti avversari Maserati Multi70 ha molta più superficie bagnata e può essere lenta in manovra viste le regolazioni più complesse di foil e timoni a T, meno adatte a una regata come questa dove si manovra tanto».
Il percorso, soprattutto in questa stagione, è tutt’altro che scontato. «È una regata di solito tecnicamente molto varia dal punto di vista meteo, che richiede grande impegno e strategia», entra nel dettaglio Soldini. «Il passaggio dello Stretto e la risalita sono le parti più belle. Ce la metteremo tutta».
I giorni di cantiere spezzino hanno permesso al Team di Maserati Multi70 di fare molti passi avanti nell'affidabilità dei vari sistemi, anche se la sperimentazione a bordo continua: la barca infatti correrà la Rolex Middle Sea Race ancora con un foil a L da una parte e uno più tradizionale dall’altra.
Conclude Soldini: «Siamo all'inizio di un lungo cammino. La Middle Sea Race è la prima occasione che ci permette di navigare bordo a bordo con un trimarano molto simile a Maserati Multi70. Siamo sicuri che sarà un'esperienza preziosa».


10/10/2016 21:01:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

Edd China lascia Affari a 4 Ruote

a nuova produzione americana (Velocity Channel) gli aveva chiesto di non effettuare tutte le riparazioni per risparmiare tempo e soldi. "Questa nuova direzione non mi trova d'accordo, perché penso che venga compromessa la qualità del mio lavoro".

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Marina Cala de’ Medici diventa ora anche palestra di preparazione

Palestra di preparazione per gli armatori che hanno di recente acquistato i loro Mylius e si accingono alle prime prove in mare di regata, in attesa dei prossimi appuntamenti a livello italiano, europeo e mondiale

Tavola rotonda al Porto Marina Cala de’ Medici con l’Assessore regionale Stefano Ciuoffo

Temi cardini integrazione Porto-territorio e del prossimo salone di Viareggio

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

Regata Nazionale 420: prima giornata a secco di vento

Il ricordo per il giudice e arbitro di regata Flavio Marendon

Comandanti e designer al Seatec 2017

Alla 15° edizione due delegazioni di comandanti di grandi yacht e di designer, s’incontrano con le aziende espositrici su tematiche comuni e dedicate

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci