giovedí, 23 marzo 2017

ROLEX MIDDLE RACE

Maserati Multi70 ha raggiunto Phaedo3 e naviga testa a testa verso il traguardo della Rolex Middle Sea Race

maserati multi70 ha raggiunto phaedo3 naviga testa testa verso il traguardo della rolex middle sea race
redazione

Dopo aver percorso più della metà delle 608 miglia della Rolex Middle Sea Race, con lo spettacolare passaggio alle prime luci dell'alba sotto il vulcano di Stromboli e con le Isole Eolie ormai sulla scia di poppa, Maserati Multi70 al suo secondo giorno di regata ha appena raggiunto Phaedo3, che era in testa alla flotta fin dalla partenza, e sta ingaggiando una lotta accanita per la prima posizione. L'avvicinamento è avvenuto grazie alla scelta tattica fatta da Giovanni Soldini, che ha preferito tenersi al largo, verso Ustica, per cercare vento e poi scendere su San Vito Lo Capo senza farsi fermare dal poco vento sottocosta che invece ha rallentato Phaedo3 .
I venti da ESE finora non hanno superato i dieci nodi d'intensità, ma fra poco, passato San Vito Lo Capo, entrerà Scirocco (SE) e rinforzerà sino a un massimo di 25 nodi.
Maserati Multi70 e Phaedo3 dovranno bolinare fino all'arrivo su Malta, da cui distano meno di 300 miglia, con uno scarto fra loro minimo (tra le 2 e le 5 miglia a seconda degli angoli) e velocità allineate tra i 12 e i 16 nodi. I due trimarani dovrebbero tagliare la linea di arrivo davanti al Grand Harbour di Malta nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio di domani.
Nella categoria monoscafi, Rambler 88 dell'americano George David, dato per favorito alla vigilia della partenza e detentore del record della Rolex Middle Sea Race, ha da poco girato la "boa" di Stromboli a una velocità di 11,5 nodi e conduce i giochi nel raggruppamento Irc 1. La classifica Irc 2 è per ora dominata da una barca italiana, Mascalzone Latino, il Cookson 50 timonato da Vincenzo Onorato, uno degli aficionados della Rolex Middle Sea Race.
«Regatare con Phaedo3 a vista ci ha tenuto in massima allerta», commenta Giovanni Soldini raggiunto via satellitare. «Avevamo una differenza di una ventina di miglia, ma abbiamo recuperato tutto andandoci a cercare vento al largo. Ora siamo davanti e cercheremo di difendere la posizione conquistata nella bolina da San Vito Lo Capo a Malta. A bordo va tutto bene: il morale è alto, la barca seppur penalizzata con poco vento rispetto a Phaedo3 risponde alla perfezione. Abbiamo fatto una scelta tattica che sta pagando e ce la stiamo mettendo tutta».


23/10/2016 17:53:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

Il prosecco raccontato ai non udenti

La visita alla cantina Bisol e le colline del Prosecco Superiore saranno raccontate anche nella Lingua Italiana dei Segni

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Meteorsharing apre la stagione con un evento dedicato alla festa del papà

Padri e figli in barca insieme si sfidano. Testimonial e coach Enrico Zennaro e Federica Salvà

Rolex Capri Sailing Week: non solo maxi ma tante novita’ per l’edizione 2017

Regata dei Tre Golfi, Farr 40 Class Capri Regatta, Campionato Nazionale del Tirreno e Mylius Cup

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Tripletta dello Yacht Club Sanremo al Trofeo Nemo

Per ciascun evento sono state disputate tre prove, con regate molto tecniche e condizioni meteo molto variabili

Seatec e Compotec 2017

In un clima positivo confermatosi nel settore nautico, Seatec e Compotec 2017 aprono all’insegna di un rafforzato interesse del settore confermando la loro unicità nel panorama delle fiere tecniche italiane

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci