domenica, 24 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    millevele    h22    optimist    rs x    azzurra    protagonist    52 super series    ufo 22    151 miglia    barcolana    este 24    crn    guardia costiera    formazione    ufo22   

MASCALZONE LATINO

Mascalzone Latino jr. quinto al Mondiale Melges 20 di Scarlino

mascalzone latino jr quinto al mondiale melges 20 di scarlino
redazione

Settimana agrodolce per il team Mascalzone Latino jr., che ha disputato il quarto mondiale dall’esordio a oggi della classe Melges 20 a Marina di Scarlino concludendo al quinto posto. L’equipaggio di Achille Onorato aveva ben interpretato le prime tre giornate e anche la penultima prova della serie, la settima, ritrovandosi al terzo posto nella classifica generale provvisoria sino a tre quarti della seconda ed ultima bolina del campionato. Otto regate portate a termine su dieci in programma, di cui sei molto positive, concluse con una posizione a una cifra e una media aritmetica inferiore al sesto posto, dimostrano che, guardando la classifica con un podio compreso fra i 27 punti, quelli di Pinta vincitore del titolo iridato (Michael Illbruck-John Kostecki), i 34 di Pacific Yankee, sul secondo gradino del podio (Drew Freides-Morgan Reeser) e i 46 di Mag Tiny, medaglia di bronzo (Krzysztof Krempec-Tomislav Basic), un piazzamento tra i “top three” sarebbe stato alla portata dei Mascalzoncini, considerando che in tutte e quattro le giornate di regata ha dimostrato buona forma e un passo competitivo. Dopo un giovedì del tutto positivo, un venerdì a fasi alterne (con un terzo posto e un quarantesimo, scartato), e un sabato con un validissimo quarto posto, l’equipaggio del mosquito partenopeo andava a dormire con un terzo posto provvisorio e 16 punti di distacco dalla vetta. Domenica, il giorno decisivo: sin da subito Pacific Yankee non è apparso brillante come nelle giornate precedenti, consentendo che i giochi si riaprissero. 

Tra tutti chi ha saputo trarne vantaggio è stato Pinta, vincitore del titolo mondiale, ma i Mascalzoni, tengono botta e si presentano alla vigilia dell’ottava e ultima prova in terza posizione con nove e undici punti di vantaggio sui due diretti inseguitori: Mag Tiny e WildMan. Entrambi sono protagonisti di un’ultima manche di carattere che li consentirà di chiudere al primo e al terzo posto. 

Per il team di Achille Onorato la gara conclusiva è stata buona sino a tre quarti della prima bolina, con il bronzo virtuale al collo, ma un errore tattico sul finire della stessa, pagato a caro prezzo, ha compromesso pesantemente la prestazione finale facendo si che i Mascalzoni tagliassero la linea del traguardo in ventiseiesima posizione. 

Al sesto evento del 2016 per il Melges 20 dello Yacht Club Monaco dopo la Primo Cup e le Sailing Series 2016, hanno fatto parte dell’equipaggio l’armatore-timoniere Achille Onorato, il tattico Cameron Appleton, il tailer Stefano Ciampalini e, dal gommone, il coach e sail designer Marco Savelli. 

Achille Onorato, armatore-timoniere di Mascalzone Latino jr. al termine della giornata odierna ha dichiarato: “È stata una buona settimana, nella quale siamo stati sempre presenti e fiduciosi nel risultato finale. Il bilancio è più che positivo, è il migliore ottenuto nella stagione 2016. Ma è un vero peccato aver mancato così, all’ultimo, un podio che era alla nostra portata. Questa mattina abbiamo lasciato gli ormeggi da terzi in classifica generale, siamo scesi in acqua con il coltello tra i denti: confermare quella posizione ci avrebbe fatto chiudere la stagione con il sorriso. Nel complesso, a parte un paio di errori, abbiamo fatto delle belle regate, ma i nostri avversari hanno fatto delle regate bellissime e meritano di essere sul podio. I nostri più sinceri complimenti vanno ai vincitori. Oggi abbiamo pagato un prezzo forse un po’ troppo alto, ma questo è segno di quanto sia elevato il livello della classe: d’altra parte a questo mondiale abbiamo visto una flotta numerosissima, circa il doppio dei partecipanti rispetto alle regate continentali”.



28/08/2016 21:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

È iniziato il Campionato Europeo Ufo 22

Domani alle ore 13:00 è previsto il segnale di avviso della prima prova. Le prove (ne sono previste un massimo di nove) proseguiranno quindi fino a domenica 24 settembre, e si svolgeranno in un numero massimo di tre al giorno

L’ Altura è la nuova sfida dell’Invernale di Riva di Traiano

Per gli equipaggi in doppio saranno possibili una o più regate d’altura verso Giglio/Giannutri che faranno parte integrante del Campionato Invernale 2017/2018

Ad Ancona la quinta ed ultima tappa del trofeo Optimist Italia Kinder + Sport

Attesi 250 timonieri da tutta Italia, compreso il campione del mondo Marco Gradoni

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

Frauscher 858 Fantom Air vince il Concorso di Eleganza a Cannes 2017

Frauscher 858 Fantom Air, motor yacht di 8,6 metri, combina le linee esclusive e le straordinarie caratteristiche tecniche del precedente modello cabinato

Este24 a Porto Rotondo per la Coppa Fideuram

Inserito nell'evento d'altura "La Lunga Bolina & Coastal Race Sardinia", la flotta degli Este24 torna a Porto Rotondo per la 5ª tappa del Circuito Nazionale Este24 - Coppa Fideuram.

Tre regate nel primo giorno della V Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport

In testa Davide Nuccorini (juniores) e Alessandro Cortese (cadetti)

Carrani Tours a TTG Rimini 2017

Digital e traveler experience: la dmc romana è pronta per la fiera del turismo più attesa dell’anno

Assegnato al Circolo Surf Torbole il Mondiale assoluto della tavola olimpica RS:X del 2019

Grande soddisfazione anche di Alessandra Sensini, che nel 2006 vinse proprio a Torbole la primisssima edizione dell’allora nuova tavola olimpica RS:X

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci