giovedí, 23 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nautica    guardia costiera    vela    veleziana    mini transat    trasporti    volvo ocean race    transat jacques vabre    foiling    platu25    j24    windsurf    cala de medici    campionati invernali   

MASCALZONE LATINO

Mascalzone Latino inaugura la campagna offshore 2017 con la Giraglia numero 65

mascalzone latino inaugura la campagna offshore 2017 con la giraglia numero
redazione

Quest’anno ricorre la Giraglia Rolex Cup numero 65 e Vincenzo Onorato non mancherà di portare il suo Mascalzone Latino, reduce dalla vittoria assoluta nel 2016 della Rolex Middle Sea Race di Malta, a lanciare la sfida ancora una volta in occasione dell’evento offshore più glamour del Mediterraneo. Al timone già lunedì e martedì per le ultime due regate costiere che serviranno per mettere a punto la barca, Mascalzone Latino potrà contare su un super equipaggio che affiancherà l'armatore-timoniere napoletano.
Al fianco di Vincenzo Onorato regateranno Adrian Stead alla tattica, Ian Moore navigatore, e poi ancora Cameron Appleton, Lorenzo Bressani, Flavio Favini, Leonardo Chiarugi, Daniele Fiaschi, Matteo Savelli, Stefano Ciampalini, Lorenzo De Felice e Davide Scarpa.
Si tratta della terza partecipazione di Onorato a questo evento negli ultimi quattro anni, dopo avervi fatto ritorno nel 2014 a seguito dell’acquisto del Cookson 50, un performante scafo neozelandese (lunghezza fuori tutto di 15.24 m per 4. 29 m di larghezza massima, con un dislocamento di 7.000 kg e un pescaggio di 3.00 m) che ha già dato tante soddisfazioni all’equipaggio partenopeo e che, come mai prima d’ora, proprio nel 2017 vivrà la stagione di più intensa attività. Dopo la “lunga” da St Tropez a Genova, infatti, la barca sarà infatti trasferita rapidamente in Adriatico per proseguire la stagione d’altura al mondiale ORC di Trieste, in programma i primi di luglio, e in seguito caricata su un cargo per raggiungere a ottobre Hong Kong, dove i Mascalzoni correranno per la prima volta l’importante Volvo Hong Kong to Vietnam Race, un evento super classico dell’Oriente da 673 miglia che farà da preludio e qualificazione alla difficilissima Rolex Sydney Hobart Yacht Race, la cui partenza è prevista come sempre per il 26 dicembre.
Un programma impegnativo e molto ambizioso nel pianeta offshore, un mondo calcato prevalentemente da anglosassoni che con i marosi ci hanno più a che fare quotidianamente. Ma si tratta pur sempre di eventi iconici e ben radicati nell’immaginario dei velisti che vedono queste prove, in particolare la Sydney Hobart, quali importanti traguardi da raggiungere come può esserlo la 24 Ore di Le Mans nel motorsport. Gare endurance anche con tanti anni sulle spalle (65 per la Giraglia, 72 per la Hobart) molto selettive, che rappresentano trofei di assoluto e intramontabile prestigio nello yachting mondiale.
Iscritta nella seconda categoria IRC A, dove figurano 56 scafi nella lista provvisoria dello Yacht Club Italiano, l’imbarcazione di Onorato che rappresenta lo Yacht Club de Monaco a questa edizione si trova con il quarto rating più alto del suo raggruppamento, a un nonnulla dall’altro Cookson 50 in gara (Kuka3 Powered by BMW di Franco Niggeler), dal TP52 Alizee di Laurent Camprubi e dall’IRC52 Arobas 2 di Gerard Logel. Al contrario, seguono Mascalzone Latino, sempre con un coefficiente superiore a 1.3, lo Swan 50 Mathilde di Morten Kielland e il Knierim53 Spock di Thomas Schumaker. In totale, risultano ben 230 iscritti complessivamente per l’edizione 2017.
Il lungo programma dell’evento franco-italiano per quanto riguarda i Mascalzoni avrà inizio con le due regate costiere previste per lunedì 12 e martedì 13 giugno, mentre nella tarda mattinata di mercoledì 14 verrà data la partenza per la prova “lunga” di 243 miglia che punterà quasi a 90 gradi verso la Corsica e in seguito nell’intorno dei 360 per approdare al Duca degli Abruzzi.
Il caldo giugno per Mascalzone Latino, iniziato lo scorso week-end con i Melges 32 sul Lago di Garda, in corso in questo week-end a Zara in Croazia sui Melges 20, e in procinto d’iniziare la settimana prossima a St. Tropez per la Giraglia, si concluderà nuovamente a Riva del Garda nell’ultimo week-end del mese con la tappa dedicata al J70.


09/06/2017 19:00:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Riva Boutique: eccellenza e artigianalità per un Natale in grande stile

Lo store online ufficiale di Riva si arricchisce di nuovi accessori realizzati con lo stile e la qualità del cantiere mito della nautica mondiale, perfette idee regalo per le festività

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

L’Ocean Film Festival World Tour fa tappa a Roma

Kayak, surf, vela, esplorazione subacquea: una selezione di medio e cortometraggi per tutti gli appassionati di mare e avventura - Il 20 novembre al cinema Moderno ore 20:15

Francesco Cappuzzo campione nazionale Wave Windsurf per la seconda volta

Il campione in carica ha prima battuto nella finale del single elimination il milanese Jacopo Testa, campione nazionale Freestyle 2017, giunto terzo, e nell'avvincente finale del double elimination ha sconfitto di misura Andrea Rosati

Progetto "PrimaVela": la Vela sul lago Maggiore

Vela GO è l’ente promotore ed organizzatore di “PrimaVela” che ha dato l’opportunità a una cinquantina di ragazzi dell'Istituto Marcelline di Arona di avvicinare una disciplina sportiva

Volvo Ocean Race: un fine settimana di fuoco

Gli appassionati che seguono la cartografia elettronica, le posizioni e le classifiche della Volvo Ocean Race saranno incollati ai loro schermi per vedere come evolverà la situazione e come sarà il prossimo report

Nicolò Renna vince i Campionati Sudamericani Techno Plus

all’altra italiana Giorgia Speciale oro tra le femmine. Nel 2018 dovranno guadagnarsi la convocazione olimpica personale con i risultati conseguiti dopo 3 eventi internazionali

Troostwijk, all'asta uno yacht e la storica "La Spina"

Questo tipo di lotti non sono una novità per Troostwijk che negli ultimi mesi ha indetto aste per diverse imbarcazioni e automobili di lusso.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci