sabato, 29 novembre 2014

MARINA MILITARE

Marina Militare: ritrovato il relitto della Corrazzata Roma

marina militare ritrovato il relitto della corrazzata roma
redazione

Nel Golfo dell’Asinara è stata finalmente identificata una parte del relitto della Corazzata Roma, adagiata a circa 1000 metri di profondità  ed  a circa 16 miglia dalla costa sarda . Le prime ed esclusive immagini del relitto sono state riprese dall' Ingegner Guido Gay titolare della società Gaymarine S.r.l. che da molti anni conduce in zona sperimentazioni di innovative apparecchiature di esplorazione subacquea da lui ideate e costruite.  Grazie all’ausilio di un sofisticato robot subacqueo Pluto Palla, e ad altri esclusivi strumenti imbarcati a bordo del catamarano Daedalus di proprietà dello stesso ingegnere, il sito dove giace il relitto della corazzata ROMA è stato individuato e visitato.
Il personale della Marina Militare, imbarcato per l’occasione sul Daedalus su invito dell’ingegnere Gay, nostro connazionale, ha verificato la inequivocabile coerenza delle immagini, riprese per la prima volta il  giorno  17 giugno2012  e ripetute il 28 giugno 2012, di pezzi di artiglieria contraerea imbarcata sulla corazzata Roma.
Dopo 69 anni dall'affondamento è stato possibile assegnare la corretta posizione a quello che la Marina Militare ritiene uno dei più importanti Sacrari del mare; la Corazzata Roma fu affondata il nove settembre del 1943 da un aereo tedesco e nella quale morirono 1352 marinai, insieme al comandante delle forze navali da battaglia della regia Marina, l’ammiraglio di squadra Carlo Bergamini. Solo 622 furono i sopravvissuti.
La Gaymarine è una società specializzata nella progettazione e produzione di veicoli e apparecchiature subacquee ad alta tecnologia ed in particolare dei veicoli denominati Pluto, che sono stati costruiti in centinaia di unità e sono in uso in Italia anche sui cacciamine della Marina Militare e in numerosi paesi esteri.
Photo Credit: Guido Gay


28/06/2012 12.08.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Palermo: concluso l'Invernale con la vittoria di Cochina

Si è concluso sabato 22 Novembre, con la quarta ed ultima prova, il XVIII Campionato invernale del Sabato organizzato dalla Società Canottieri Palermo in collaborazione con la Lega Navale Italiana, Sezione Palermo Centro

Andrea Mura: piedi in Guadalupa, testa al Vendée Globe

Qualche battuta tra Andrea Mura e i giornalisti in banchina. Questa Route du Rhum è già alle spalle. Il pensiero corre al Vendée Globe.

Route du Rhum: secondo posto in classe Rhum per Andrea Mura

Una corsa contraddistinta da una splendida rincorsa: Mura, scivolato al quinto posto, ha coraggiosamente e inesorabilmente risalito le posizioni fino al secondo posto assoluto finale e primo dei monoscafi

Invernale Riva di Traiano: sabato in onda su Linea Blu e domenica in acqua per la 2a regata

Attesa anche una telefonata dall'Atlantico di Matteo Miceli, che ha finalmente messo la prua verso il capo di Buona Speranza

E' online il n. 100 di ItaliaVela con Loïck Peyron, Ian Walker, Matteo Miceli

E’ ON LINE ITALIAVELA N. 100 !!!! Disponibile su iPad e iPhone. L’App gratuita, può essere scaricata anche da iTunes

Ci ha lasciato Bob Salmon, ideatore della Mini Transat

Un’idea, quella della Mini Transat, partita nel 1977 e che venne a Salmon per un’esigenza molto sentita anche ai giorni nostri: la mancanza di sponsor

VOR: il dilemma della tempesta

E' passata una settimana dalla partenza della seconda tappa della Volvo Ocean Race e i sette team partecipanti hanno sperimentato ogni tipo di condizione e di andatura - ph. Matt Knighton

Barcelona World Race: Stamm e Le Camm verso Barcellona

Test delle nuove vele per Cheminées Poujoulat in trasferimento da Brest a Barcellona. Dovrà però fermarsi in Portogallo per attendere che passi una tempesta in arrivo questo giovedì

Giglio: sono utili le strutture d'acciaio subacquee realizzate per il recupero della Concordia?

Esperti, scienziati e tecnici a confronto martedì 25 novembre a Genova alla presenza del Sindaco Ortelli

VOR: duello di strambate nell'Indiano meridionale

Gli skipper a bordo dei sette Volvo Ocean 65 sono impegnati nella risoluzione di un vero rompicapo tattico, nessun osa prendere opzioni strategiche drastiche e la flotta tende a rimanere compatta - ph. Matt Knighton