lunedí, 21 gennaio 2019

CALA DE MEDICI

A Marina Cala de’ Medici responsabili tecnici e ormeggiatori frequentano il corso per la certificazione RINA

marina cala de 8217 medici responsabili tecnici ormeggiatori frequentano il corso per la certificazione rina
redazione

Si sono svolti mercoledì, presso il Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici, i due corsi organizzati dal RINA - gruppo multinazionale che fornisce servizi di certificazione in molti settori, tra cui quello marittimo - per guidare gli addetti alle attività portuali e i responsabili tecnici del porto in un percorso certificativo specifico. Tale attività formativa rientra nello schema di certificazione MaRINA manager che è volto a valorizzare queste ed altre figure professionali operanti nel settore dei marina turistici, guidandole verso la certificazione che permette di distinguere in modo oggettivo la professionalità di coloro che ne sono in possesso rispetto alla concorrenza non qualificata, nonché di migliorare la gestione tecnica della struttura portuale, rendendola più efficace rispetto alla domanda del mercato.
I corsi sono iniziati con una parte teorica di docenza in aula, seguita da una prova scritta. Successivamente, i responsabili tecnici e gli ormeggiatori sono passati ad una parte pratica, seguita anch’essa da un esame. Hanno partecipato ai corsi in totale 6 ormeggiatori e 4 responsabili tecnici del Porto che hanno superato le prove scritte e pratiche a pieni voti. A frequentare il corso di responsabile tecnico del Porto insieme ai dipendenti del Cala de’ Medici anche un nostromo siciliano.
Nello specifico, i profili oggetto di qualifica sono stati il responsabile tecnico porto (operatore/nostromo), ovvero colui che organizza e coordina il lavoro degli addetti ai servizi portuali (ormeggiatori), e l’addetto ai servizi portuali, cioè quella figura che si occupa della gestione delle imbarcazioni attraccate e di vigilare sulle stesse durante la loro permanenza in porto. La certificazione ha validità pluriennale, previa conferma - ogni 18 mesi - delle competenze caratteristiche del proprio certificato, attraverso una verifica documentale e la partecipazione a un corso di aggiornamento.
Gli argomenti d’esame di ciascun profilo professionale sono stati: per responsabile tecnico del porto le disposizioni di prevenzione e gestione emergenze, i sistemi di ormeggio e la conoscenza dell’arte marinaresca relativamente alle operazioni di ormeggio e disormeggio; per l’addetto ai servizi portuali la gestione delle emergenze, la normativa e ordinamento nautico, la conoscenza dei principali sistemi di ormeggio e l’arte marinaresca relativamente alle operazioni di ormeggio e disormeggio.
“La Società tiene molto alla professionalizzazione dei propri dipendenti, poiché per essere un marina eccellente occorre che le figure che operano al nostro interno siano altrettanto qualitativamente ineccepibili nello svolgimento del proprio lavoro”, afferma Matteo Italo Ratti, AD e Direttore portuale di Marina Cala de’ Medici, tra i primi direttori con una competenza certificata, avendo lui stesso frequentato il corso per Direttore portuale la scorsa estate a Livorno. “Crediamo, inoltre, che sia un’ottima opportunità per i nostri dipendenti per avere un riconoscimento spendibile anche altrove degli anni di esperienza e dell’attività fin qui svolta, e siamo felici di aver concesso questa opportunità a spese della Società”.
“La nuova frontiera per il mondo del lavoro è la qualifica delle professioni. In Italia non esistono ancora ad oggi una regolamentazione nazionale ed una disciplina univoca che riconoscano le figure professionali del settore portuale. Il Marina Manager nasce proprio con lo scopo di dare questa opportunità. Il porto turistico è prima di tutto un’infrastruttura “estremamente complessa” che richiede competenza, conoscenza e abilità, oltre che familiarità in materie tecniche relative alle problematiche della gestione, manutenzione e sicurezza”, ha commentato durante lo svolgimento dei corsi a Cala de’ Medici Alessia Castellana, membro del Product & Personnel Certification di RINA.


25/05/2018 21:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Varato l'Audace, l'Explorer Yacht di Andrea Merloni

Due discoteche, una Land Rover, una moto e una Penthouse a 15 m sul livello del mare. Ecco lo yacht dell’ex presidente Indesit progettato da Floating Life insieme allo Studio Sculli e costruito dal Cantiere delle Marche

America's Cup: Panerai sponsor di Luna Rossa

Lasciate le vele d'epoca, cui aveva lungamente legato il proprio nome, Panerai approda alla teconologica America's Cup a bordo di Luna Rossa

Dinghy: a Torre del Lago il Trofeo Valentin Mankin

Tutto pronto per il Trofeo Valentin Mankin. Attesi oltre 50 Dinghy a Torre del Lago Puccini il 19 e 20 gennaio per la quinta edizione della "Nazionale Spontanea"

Le "Nozze d'Argento" del Velista dell'Anno FIV

XXV edizione e Nozze d'Argento per "Il Velista dell’Anno FIV", ideato, promosso e organizzato da Acciari Consulting e dalla FIV

Spindrift 2 partito per il Jules Verne Trophy

Per conquistare il Jules Verne Trophy devono tagliare il traguardo entro il 26 febbraio alle 11h 16h 16m 57sec UTC per battere il record, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio, di 40 giorni 23h 30m 30s.

Un mistero dietro il naufragio agli scogli della Meloria?

La Guardia Costiera indaga perché non convinta delle spiegazioni dello skipper francese. Imperizia o traffici illeciti?

Sanremo: ripreso l'Invernale West Liguria

E’ iniziata sabato 12 gennaio la terza tappa del trentacinquesimo Campionato Invernale West Liguria, ovvero l’ “Inverno in regata”, organizzato dallo Yacht Club Sanremo

FIV: stage Nacra 15 a Cagliari dal 7 al 10 febbraio

Il settore giovanile della Federazione Italiana Vela ha programmato, in collaborazione con la III Zona, a Cagliari presso il Windsurfing Club Cagliari, per i giorni 7-10 febbraio uno Stage per la classe Nacra 15

Riva di Traiano: domenica riparte l'invernale

Nella classe regina, la Regata IRC, è Tevere Remo-Mon Ile la barca da battere

Due prove nella giornata di recupero del 38° Invernale di Roma

Sabato 12 gennaio, archiviate le feste natalizie, la ripresa del campionato invernale ha proposto subito una giornata di recupero

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci