domenica, 24 marzo 2019

CALA DE MEDICI

A Marina Cala de’ Medici responsabili tecnici e ormeggiatori frequentano il corso per la certificazione RINA

marina cala de 8217 medici responsabili tecnici ormeggiatori frequentano il corso per la certificazione rina
redazione

Si sono svolti mercoledì, presso il Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici, i due corsi organizzati dal RINA - gruppo multinazionale che fornisce servizi di certificazione in molti settori, tra cui quello marittimo - per guidare gli addetti alle attività portuali e i responsabili tecnici del porto in un percorso certificativo specifico. Tale attività formativa rientra nello schema di certificazione MaRINA manager che è volto a valorizzare queste ed altre figure professionali operanti nel settore dei marina turistici, guidandole verso la certificazione che permette di distinguere in modo oggettivo la professionalità di coloro che ne sono in possesso rispetto alla concorrenza non qualificata, nonché di migliorare la gestione tecnica della struttura portuale, rendendola più efficace rispetto alla domanda del mercato.
I corsi sono iniziati con una parte teorica di docenza in aula, seguita da una prova scritta. Successivamente, i responsabili tecnici e gli ormeggiatori sono passati ad una parte pratica, seguita anch’essa da un esame. Hanno partecipato ai corsi in totale 6 ormeggiatori e 4 responsabili tecnici del Porto che hanno superato le prove scritte e pratiche a pieni voti. A frequentare il corso di responsabile tecnico del Porto insieme ai dipendenti del Cala de’ Medici anche un nostromo siciliano.
Nello specifico, i profili oggetto di qualifica sono stati il responsabile tecnico porto (operatore/nostromo), ovvero colui che organizza e coordina il lavoro degli addetti ai servizi portuali (ormeggiatori), e l’addetto ai servizi portuali, cioè quella figura che si occupa della gestione delle imbarcazioni attraccate e di vigilare sulle stesse durante la loro permanenza in porto. La certificazione ha validità pluriennale, previa conferma - ogni 18 mesi - delle competenze caratteristiche del proprio certificato, attraverso una verifica documentale e la partecipazione a un corso di aggiornamento.
Gli argomenti d’esame di ciascun profilo professionale sono stati: per responsabile tecnico del porto le disposizioni di prevenzione e gestione emergenze, i sistemi di ormeggio e la conoscenza dell’arte marinaresca relativamente alle operazioni di ormeggio e disormeggio; per l’addetto ai servizi portuali la gestione delle emergenze, la normativa e ordinamento nautico, la conoscenza dei principali sistemi di ormeggio e l’arte marinaresca relativamente alle operazioni di ormeggio e disormeggio.
“La Società tiene molto alla professionalizzazione dei propri dipendenti, poiché per essere un marina eccellente occorre che le figure che operano al nostro interno siano altrettanto qualitativamente ineccepibili nello svolgimento del proprio lavoro”, afferma Matteo Italo Ratti, AD e Direttore portuale di Marina Cala de’ Medici, tra i primi direttori con una competenza certificata, avendo lui stesso frequentato il corso per Direttore portuale la scorsa estate a Livorno. “Crediamo, inoltre, che sia un’ottima opportunità per i nostri dipendenti per avere un riconoscimento spendibile anche altrove degli anni di esperienza e dell’attività fin qui svolta, e siamo felici di aver concesso questa opportunità a spese della Società”.
“La nuova frontiera per il mondo del lavoro è la qualifica delle professioni. In Italia non esistono ancora ad oggi una regolamentazione nazionale ed una disciplina univoca che riconoscano le figure professionali del settore portuale. Il Marina Manager nasce proprio con lo scopo di dare questa opportunità. Il porto turistico è prima di tutto un’infrastruttura “estremamente complessa” che richiede competenza, conoscenza e abilità, oltre che familiarità in materie tecniche relative alle problematiche della gestione, manutenzione e sicurezza”, ha commentato durante lo svolgimento dei corsi a Cala de’ Medici Alessia Castellana, membro del Product & Personnel Certification di RINA.


25/05/2018 21:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Torre del Greco pronta per il Campionato Nazionale Meteor

Si lavora con lena perché tutto sia pronto per la 46esima edizione del Campionato Nazionale Meteor, quest’anno ospitato del Circolo Nautico di Torre del Greco, in collaborazione con il Club Nautico della Vela e con la Lega Navale Italiana sez. di Napoli

Ambrogio Beccaria al via della Defì Atlantique

Una nuova sfida per Ambrogio Beccaria che, a bordo di Eärendil, è sulla linea di partenza della “Défì Atlantique”, una transatlantica di soli Class 40, dalla Guadalupa a La Rochelle, in Francia

Invernale Otranto: in testa c'è "Il Gabbiere"

La nona regata del campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ che si è svolta domenica nelle acque di Otranto è stata la più impegnativa del campionato

Roma per 1: il "veterano" Oscar Campagnola teme la bonaccia più del vento

Oscar Campagnola è alla sua quinta partecipazione in solitario. Sabato e domenica prossima i corsi di sopravvivenza ad Anzio. La Garmin premierà con apparati inReach i vincitori di tutte e cinque le regate

Marina di Loano: numeri da record nel 2018

Citata tra le dieci marine più belle a livello internazionale da “Yachting Pages”, nel 2018, Marina di Loano ha ottenuto dal RINA la certificazione MaRINA Excellence 24 Plus, i ‘5 Timoni’ e “50 Gold”

Torna a Pozzallo il premio internazionale "Trofeo del Mare"

Al Mediterraneo e al suo essere elemento di unione, legame indissolubile e centro propulsivo da cui si irradiano flussi e riflussi inarrestabili, è dedicato il “Trofeo del Mare

Spettacolo Swan a Scarlino

Un weekend con vento da quadranti meridionali ha fatto da scenario a tre giorni di vela One Design che hanno visto convergere alla Marina di Scarlino le imbarcazioni della classe ClubSwan 50 e della classe Swan 45.

Genova: Slow Fish al Porto Antico dal 9 al 12 maggio

Petrini: «Giovani di tutto il mondo, venite a Slow Fish e fatelo vostro»

Sul Garda di Gargnano il 41° Trofeo Bianchi

Domenica il Circolo Vela Gargnano aprirà la sua stagione 2019 con il "41° Trofeo Roberto Bianchi" per le classi monotipo (Asso, Protagonist 7.5, Dolphin Mr) e stazza Orc (Offshore Vari)

Paul & Shark Trophy: vincono i russi di Bunker Prince all’ultimo respiro

La classifica generale dopo sette prove quindi vede due team a pari punti, gli inglesi di Blue Haze i russi di Bunker Prince, che tuttavia grazie a migliori piazzamenti parziali si aggiudicano il Paul & Shark Trophy 2019

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci