giovedí, 21 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

giancarlo pedote    este 24    nautica    salone nautico    regate    press    ufo 22    azzurra    circoli velici    barcolana    52 super series    federagenti    chioggiavela    swan    solidarietà    ufo22   

GC32

Mamma Aiuto! arrivano i giapponesi

mamma aiuto arrivano giapponesi
redazione

Mamma Aiuto! dell'armatore/timoniere Naofumi Kamei si è aggiudicato ieri l'evento del GC32 Racing Tour nell'ambito della 36 Copa del Rey MAPFRE a Palma di Maiorca, dopo una settimana di piazzamenti positivi e regolari. E' la prima volta che il team giapponese vince un evento del GC 32 Racing Tour, da quando ha iniziato a prendervi parte lo scorso anno a Malcesine.
Malgrado un altra giornata con previsioni meteo incerte, le condizioni si sono poi rivelate ottime nella baia di Palma con un vento che a tratti ha raggiunto i 15 nodi, ossia l'intensità maggiore registrata nel corso dei quattro giorno di regata, e un mare piatto che hanno garantito adrenalina, velocità e foiling ai dieci catamarani in acqua.Gli americani di Argo, dello skipper Jason Carroll, sono incappati in una partenza anticipata nella prima prova di oggi che li ha relegati in ultima posizione, ma sono riusciti a mantenere la seconda piazza nella classifica generale. Il migliore della giornata è stato l'equipaggio svizzero di Realteam con Jêrome Clerc alla barra, che ha vinto la seconda prova, un risultato che lo ha fatto salire sul terzo gradino del podio, malgrado una parità con Malizia – Yacht Club de Monaco di Pierre Casiraghi.
L'armatore giapponese non ha mostrato alcun segno di fastidio quando i ragazzi del suo equipaggio gli hanno spruzzato un mix di champagne, birra e acqua mentre la barca di un blu intenso ormeggiava sulla banchina del Real Club Nautico de Palma. Il tattico ed esperto locale Manu Weiller ha dichiarato: “Oggi è andata benissimo, è la nostra prima vittoria nel Tour. La terza alla Copa del Rey. Abbiamo vinto qui anche due anni fa con lo stesso equipaggio su un TP52.”Oltre a Kamei e Weiller, l'equipaggio di Mamma Aiuto! È composto da un gruppo internazionale che include l'esperto uruguaiano Diego Stefani, lo svedese Jakob Gustaffson e il giovane giapponese Federico Sampei, che di recente ha rappresentato il suo paese nella Red Bull Youth America’s Cup.
Sampei si è detto felice della vittoria. “E' incredibile. Ho navigato su questa barca solo un anno e mezzo. Sono molto grato a Kamei-san e agli altri per avermi insegnato tanto. Mi hanno portato al livello cui sono ieri.” Sampei ha attribuito il successo a una navigazione attenta e a una buona comunicazione a bordo.
La vittoria, però, stava quasi sfuggendo loro dalle mani, come ha spiegato Manu Weiller: “Abbiamo avuto un problema in una delle partenze, quando Zoulou ci ha colpito, provocando un grosso buco sulla poppa a un solo minuto dalla partenza. Ci hanno concesso solo cinque minuti per riparare. Ci è andata bene, se fosse stato uno dei timoni, avrebbe significato la fine dei giochi.”
Zoulou è stato penalizzato di tre punti per questo incidente, ma ha potuto consolarsi con la vittoria nell'ANONIMO Speed Challenge che gli è valso un orologio Anonimo Nautilo. Lo skipper francese Erik Maris, che tornava al circuito pere la prima volta dall'evento di Key West nel 2015 è apparso molto felice del premio.”Non navigavo sulla barca da oltre due anni e ora è totalmente diverso. Prima eravamo solo in quattro e le barche si portavano in maniera differente. Da allora il livello è cresciuto moltissimo e la flotta è molto migliorata.”
Maris ha attribuito gran parte del merito al suo equipaggio: “Abbiamo dovuto creare un nuovo gruppo, ma sono davvero bravi e io ho cercato di non rallentare troppo. Siamo migliorati molto in questi quattro giorni. Ieri abbiamo anche vinto una prova. Cercheremo di migliorare per la prossima.” Zoulou parteciperà ai prossimi due eventi della stagione a Calvi, in Corsica e a Marsiglia.
Oggi è stato un altro nuovo arrivo nella classe GC32 a far registrare la migliore velocità nella prova dell'ANONIMO Speed Challenge: l'australiano Simon Delzoppo con il suo .film Racing. “Oggi c'era più vento e le condizioni erano eccellenti.” ha detto Delzoppo. “I ragazzi ci hanno preso la mano e ci siamo divertiti molto. Sono state regate molto tirate e oggi siamo riusciti a toccare delle belle punte di velocità. Siamo ancora in una fase di apprendimento ma siamo felici del nostro risultato.” Delzoppo dice che il team farà po' di allenamento e lavorerà sulla barca prima di Calvi.
Le regate di Palma hanno visto primeggiare altri due team: i francesi di Team ENGIE guidati dallo skipper Sebastien Rogues che sono riusciti a districarsi nelle condizioni complicate della prima prova del giorno e Movistar, con l'olimpionico spagnolo Iker Martinez, che ha vinto l'ultima regata dell'evento. A conferma dell'alto livello della competizione da notare che ben otto dei dieci GC32 partecipanti alla 36ma Copa del Rey MAPFRE hanno ottenuto almeno una vittoria.
E' stato il sovrano di Spagna, Re Felipe VI a consegnare i premi agli equipaggi durante la cerimonia di premiazione nel parco di Ses Voltes, nei pressi della Cattedrale di Palma. 


06/08/2017 11:16:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Stazza J70, querelle infinita: lettera aperta di Carlo Alberini

"A pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate"

Davide Sampiero vince il titolo Nazionale Meteor Match Race 2017

A Castiglione del Lago sono scesi in acqua. per contendersi il titolo, ben sei tra i primi dieci classificati dell’ultimo Campionato Nazionale Meteor compreso Lorenzo Carloia neo campione Italiano assoluto e campione match race uscente

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

L' 11° Childrenwidcup dell’Abe

La regata dei sorrisi con i piccoli dell'ospedale dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civili di Brescia

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

Allo Yacht Club Porto Rotondo la Fideuram Cup

Dal 15 al 17 settembre, la sfida tra i manager dell’istituto bancario

L’ Altura è la nuova sfida dell’Invernale di Riva di Traiano

Per gli equipaggi in doppio saranno possibili una o più regate d’altura verso Giglio/Giannutri che faranno parte integrante del Campionato Invernale 2017/2018

Domami al Laghetto dell'Eur la Re Boat Roma Race 2017

Giunta alla sua VIII edizione, i 24 i team in gara andranno a sfidarsi in una regata assolutamente innovativa

Con Eleva Yacht la vela italiana si arricchisce di un nuovo marchio

Il primo modello è The Fifty, un fast cruiser per la crociera velocedi quindici metri

Il Campionato Europeo D-One

Ad Alassio dal 21 al 24 settembre.Sono sei le nazioni rappresentate, tra cui Gran Bretagna e Cecoslovacchia per un totale di oltre 25 timonieri

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci