martedí, 21 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cala de medici    campionati invernali    j24    nautica    vela    press    optimist    dolphin    volvo ocean race    porti    mini transat    formazione    campionato invernale riva di traiano    invernale    regate    protagonist   

REGATE

La Venice Hospitality Challenge 2017

la venice hospitality challenge 2017
redazione

Questa mattina presso il Westin Palace Hotel di Milano è stata presentata la Venice Hospitality Challenge 2017 che si correrà sabato 14 ottobre nel bacino di San Marco. Vela, lifestyle e luxury sono i mondi di riferimento e i punti di forza di un successo che qualifica come unica questa regata riservata ai Maxi Yacht, la sola che si corre nelle acque interne di una città, la Serenissima. 
Vero e proprio Gran Premio della Città di Venezia, la Venice Hospitality Challenge giunge alla sua IV edizione confermando una crescita significativa sotto ogni punto di vista: rispetto allo scorso anno le importanti realtà dell’alta hotellerie veneta coinvolte nell’evento sono aumentate da nove a dodici e i Maxi Yacht in gara da dieci a tredici: dodici in rappresentanza dei rispettivi hotel mentre il tredicesimo, l’indimenticabile Moro di Venezia America’s Cup, scenderà in campo in rappresentanza della Città.
Confermati anche per questa edizione l’Hotel Danieli, a Luxury Collection Hotel, Venice; The Westin Europa & Regina, Venice; The Gritti Palace, a Luxury Collection Hotel, Venice; Sina Centurion Palace Hotel; Belmond Hotel Cipriani; JW Marriott Venice Resort & Spa; Cà Sagredo Hotel; Hilton Molino Stucky; Falisia, a Luxury Collection Resort & Spa, Portopiccolo del gruppo Marriott International ai quali si aggiungono quest’anno Hotel Excelsior Lido Resort, Palazzina e Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo di Marriott International. 
I Team, guidati da celebri skipper al timone di Maxi Yacht che hanno lasciato il segno nella storia della vela sportiva internazionale, si contenderanno l’ambito cappello del doge, realizzato appositamente per la Venice Hospitality Challenge 2017 dalla storica vetreria muranese Barovier & Toso le cui origini, che risalgono al 1295, ne fanno i vetrai più antichi del mondo e la sesta azienda famigliare più longeva tuttora in esercizio.
“La prerogativa di questa regata consiste nel portare imbarcazioni con una lunghezza minima di 60 piedi in un circuito cittadino – ha sottolineato Mirko Sguario, ideatore e promotore dell'evento, Presidente dello Yacht Club Venezia e già creatore della San Pellegrino Cooking Cup – ed è per questo che ormai possiamo davvero considerare la Venice Hospitality Challenge il Gran Premio di Venezia per la vela, così come per la Formula 1 lo è il Gran Premio di Monaco. Una scelta vincente che richiama ogni anno un maggior numero di partner prestigiosi, segnale che la città vede questo evento come importante motivo di richiamo non solo per i tanti appassionati di vela ma anche per tutti i visitatori della Serenissima provenienti da ogni parte del mondo ”.
Fra i relatori Lorenza Lain – Cà Sagredo Hotel, Laura Di Bert per Belmond Hotel Cipriani, Giovanna Caprioglio per Palazzina, Cindy Cruikshank per The Gritti Palace, The Westin Europa & Regina, Hotel Danieli, Paolo Lorenzoni per The Gritti Palace, Ilio Rodoni per Hilton Molino Stucky, Angelo Vignola per JW Marriott Venice, e Paolo Morra per SINA Centurion Palace che hanno tutti confermato grande soddisfazione per questo evento esclusivo che, associando l’hospitality di alto livello allo sport velico, colloca ancora una volta la città di Venezia al centro del palcoscenico mondiale. 
La manifestazione, organizzata come sempre dallo Yacht Club Venezia, si avvale del sostegno di sponsor prestigiosi quali Generali Italia, Marina Yachting e Moët & Chandon. Autorevoli i Media Partner della Venice Hospitality Challenge 2017: AD Architectural Digest Condè Nast, Circle Dynamic Luxury Magazine, Excellence Magazine e Venezia Made in Veneto alle quali si aggiunge la preziosa collaborazione di Alilaguna, CMV Panfido, Scuola Navale Militare Francesco Morosini e VYP Venice Yacht Pier.
Venice Hospitality Challenge 2017 - Team in gara
Pendragon VI - Hilton Molino Stucky - skipper Salvatore Eulisse
Adriatic Europa - Hotel Danieli, a Luxury Collection Hotel, Venice- skipper Dušan Puh
AnyWave - Belmond Hotel Cipriani - skipper Alberto Leghissa
Shining Umag Umago - SINA Centurion Palace - skipper Zeljko Perovic Huck
Amer Sports Too - JW Marriott Venice Resort & Spa, Venice - skipper Jure Orel
Ancilla Domini – Palazzina G - skipper Mauro Pelaschier
Idrusa - The Westin Europa & Regina, Venice - skipper Paolo Montefusco
Nuova Maxi Jena - The Gritti Palace, a Luxury Collection Hotel, Venice - skipper Mitja Kosmina
Morning Glory - Cà Sagredo Hotel - skipper Furio Benussi
Il Moro di Venezia II - Hotel Excelsior Venice Lido Resort - skipper da definire
Anemos - Falisia, a Luxury Collection & Resort Spa, Portopiccolo - skipper da definire
Chica Boba Magnum - Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, Cortina d’Ampezzo – skipper Michele Cinquepalmi
Il Moro di Venezia America’s Cup - Città di Venezia – skipper Claudio Carraro

Programma della regata
Il briefing equipaggi si terrà alla Scuola Navale Francesco Morosini alle 10.30 di sabato 14 ottobre mentre il via alla regata è previsto per le 13.30. Base della flotta sarà il Marina Santelena mentre il bacino di San Marco, punto focale del percorso, permetterà al pubblico di seguire dalle rive una competizione spettacolare nella cornice della città più bella del mondo. Le premiazioni avranno luogo alle Zattere presso la banchina VYP Venice Yacht Piers a diretto contatto con la cittadinanza alle 16.30 circa.


12/09/2017 18:54:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

Riva Boutique: eccellenza e artigianalità per un Natale in grande stile

Lo store online ufficiale di Riva si arricchisce di nuovi accessori realizzati con lo stile e la qualità del cantiere mito della nautica mondiale, perfette idee regalo per le festività

All'Arsenale della Marina Regia si presenta il progetto “Sirene nel blu tra mare e cielo”

Il progetto nasce dall’idea congiunta tra la Soprintendenza del Mare e “l’Associazione amici della Soprintendenza del Mare”, di volere attivare una campagna di sensibilizzazione rivolta al rispetto del mare

Besenzoni vince il Dame Design Award 2017

Besenzoni ha ottenuto il riconoscimento finale della sua straordinaria capacità di innovazione: la poltrona pilota P400 Matrix ha ricevuto il più prestigioso premio dato nell’industria marina

L’Ocean Film Festival World Tour fa tappa a Roma

Kayak, surf, vela, esplorazione subacquea: una selezione di medio e cortometraggi per tutti gli appassionati di mare e avventura - Il 20 novembre al cinema Moderno ore 20:15

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

Francesco Cappuzzo campione nazionale Wave Windsurf per la seconda volta

Il campione in carica ha prima battuto nella finale del single elimination il milanese Jacopo Testa, campione nazionale Freestyle 2017, giunto terzo, e nell'avvincente finale del double elimination ha sconfitto di misura Andrea Rosati

Il nipponico Sikon si porta al comando del Melges 40 Grand Prix di Palma de Mallorca

La giornata odierna, iniziata con vento sui 15 / 17 nodi di intensità (poi andato a calare nel corso della seconda e terza prova) ed oscillante tra i 300 e 330 gradi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci