mercoledí, 19 dicembre 2018

CANOA

La Talisker Whisky Atlantic Challenge

la talisker whisky atlantic challenge
redazione

Partenza il 12 dicembre per la Talisker Whisky Atlantic Challenge: una sfida durissima, tra le più complesse e rischiose al mondo. I team in gara percorreranno oltre 3000 miglia da San Sebastian de la Gomera, nelle Canarie, a Nelson’s Dockyard English Harbour, Antigua e Barbuda.
L’oceano Atlantico attraversato a bordo di una canoa che per tutto il corso dell’impresa rappresenta l’unico riparo dalle intemperie e dai pericoli provenienti dall’esterno: onde altissime, tempeste e squali solo per citarne alcuni.
Lo spazio su queste imbarcazioni è minimo e l’esigenza di tutti i partecipanti è quella di sfruttare ogni millimetro a disposizione.
Nel corso degli anni Solbian ha realizzato numerose installazioni sia per i team della Talisker sia per altre gare di questo genere, mai però era capitata una richiesta come quella giunta dal team Nuts Over the Atlantic.
Il gruppo di atleti ha presentato una proposta decisamente fuori dagli schemi e di complessa realizzazione, il loro intento era infatti di sfruttare gli spazi dedicati ai loghi della gara, rendendo anche quelle superfici, normalmente occupate dagli adesivi, dei pannelli solari sfruttabili per produrre preziosissima energia a bordo.
Una vera sfida, non solo per la forme particolari, ma anche per la necessità di riprodurre graficamente sulla superficie dei pannelli solari i loghi imposti da regolamento, il tutto sempre cercando di massimizzare l’energia prodotta.
Una volta confermata la potenza totale - circa 500 watt di picco - e considerando il poco spazio a disposizione, la scelta è ricaduta sulla serie Solbianflex SP, con le efficientissime celle SunPowerTM e cavi posteriori per una applicazione integrata nello scafo.
Il passo successivo è stato poi capire come applicare i loghi sui pannelli in maniera
efficace, nel rispetto delle proporzioni, dimensioni e risoluzione imposte dal regolamento
di gara. Un obiettivo raggiunto grazie alla partnership tra Solbian e ILOOXS, altra start-up torinese. Le due aziende hanno infatti sviluppato, nel corso dell'ultimo anno, una tecnologia che permette di nascondere le celle solari dietro a un’immagine, un disegno, un logo. Un’operazione che, a fronte di una piccola perdita di potenza rispetto alla configurazione standard, ha consentito una completa integrazione estetica dei pannelli con la canoa.
Ultimo passo è stato quello di sfruttare al massimo la potenza generata dai numerosi pannelli, tutti diversi e diversamente orientati, e per questo sono stati scelti i regolatori di carica solare Genasun, capaci di altissime efficienze e di adattare la tensione a quella della batteria anche partendo da valori molto bassi (pannelli solari piccoli). Ciascun regolatore è stato dedicato ad un’area specifica della barca, in modo da poter ottimizzare l’impianto dal punto di vista della distribuzione di potenza e ridurre l'effetto di eventuali ombre.
Tirando le somme, i pannelli solari sono stati perfettamente integrati nelle aree indicate dal cliente, raggiungendo una potenza di ben 578 Wp, mai ottenuta su barche di questo tipo.


07/12/2017 12:51:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Riva di Traiano: Milù III, Ulika e Tevere Remo Mon Ile scaldano l'invernale 

Dopo tre giri tra le boe vince in reale il Mylius 14E55 di Andrea Pietrolucci davanti allo Swan 45 di Stefano Masi e al First 40 di Gianrocco Catalano  

Varese: aperte le iscrizioni al 6° Convegno di Barche d’Epoca

Sabato 26 gennaio 2019, presso il prestigioso Palace Grand Hotel di Varese, a soli 40 minuti da Milano e a poca distanza dalla Svizzera e dai Laghi Maggiore e di Como, si terrà la sesta edizione di “Tra Legno e Acqua”

Ferretti Group sempre al Top della nautica mondiale

Con 91 progetti (+ 4,6% vs 2018) e 2.952 metri di barche sopra i 24 metri (+ 6,9 vs 2018), il Gruppo si conferma al secondo posto sul mercato della nautica d’eccellenza a livello mondiale nel Global Order Book 2019

Un 2018 positivo per il Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle

Con l’ultima regata a calendario, La Cinquanta disputata in novembre, si è chiusa l’intensa stagione agonistica 2018 del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle, che traccia un bilancio dell’anno appena trascorso, guardando ai prossimi appuntamenti.

Star Sailors League: le esperienze di Tita e Gallinaro

Si è da poco conclusa la sesta finale della Star Sailors League e Ruggero Tita e Guido Gallinaro raccontano la loro esperienza

Optimist: presentato al Savoia il Trofeo Campobasso

Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia organizza, dal 3 al 5 gennaio 2019, la 26esima edizione del Trofeo Marcello Campobasso, regata velica internazionale voluta dalla Federazione Italiana Vela

Cannes: confermate le Régates Royales nonostante il ritiro di Panerai

La città di Cannes e lo Yacht Club di Cannes (organizzatore dell’evento) saranno felici di dare il benvenuto ancora una volta l’élite della vela classica mondiale nella bellissima baia

J/70 Cup, verso un 2019 ricco di appuntamenti importanti

Dopo la pausa invernale la stagione del monotipo più gettonato del momento ripartirà dalle acque toscane di Scarlino per iniziare un tour dell'Italia

Napoli: domenica in acqua per l'Invernale

Quarto appuntamento con il Campionato Invernale per l’assegnazione della Coppa Ralph Camardella

Star Sailors League: la soddisfazione di Diego Negri

Dei 4 equipaggi italiani presenti alla regata bahamiana, i giovani Ruggero Tita e Guido Gallinaro e il timoniere di Luna Rossa ed ex olimpionico Francesco Bruni, Negri è stato l’unico a passare il taglio dei top ten e conquistare il podio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci