domenica, 18 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    kitesurf e windsurf    nauticsud    regate    vela    volvo ocean race    x-yachts    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group   

MELGES 20

La seconda giornata del Melges 20 World Championship spacca la classifica

la seconda giornata del melges 20 world championship spacca la classifica
redazione

Una seconda giornata di regate, apparentemente interlocutoria nell’ambito del Melges 20 World Championship, che ha visto la disputa di due sole prove (con vento in rotazione da 250 a 220 gradi e intensità mail oltre i 10 nodi), spacca in realtà la classifica con due team in fuga al giro di boa di questo evento (5 le prove disputate sulle 10 del programma).
PACIFIC YANKEE di Drew Freides è da oggi il nuovo leader della classifica, grazie a parziali di altissimo livello (4,2)  in cui il sesto posto nella prima prova di ieri risulta essere attualmente il peggior risultato della propria serie. Mai in seria difficoltà, nemmeno nelle complicate condizioni odierne dal punto di vista tattico, il team statunitense (a bordo l'argento olimpico Morgan Reeser) precede di un solo punto PINTA di Michael Illbruck. Il team di PINTA è riuscito quest'oggi a trasformare due possibili risultati negativi, in punti preziosissimi per il proprio campionato, con rimonte incredibili (6, 5), sia nella prima che nella seconda prova odierna.
Al terzo posto, ma pesantemente staccato dal duo di testa, WILDMAN di Liam Kilroy che, con il successo nella pima prova odierna e il terzo posto nella seconda, si inserisce in zona podio, distante 24 lunghezze dalla testa della classifica.
 
Protagonista di giornata anche l’equipaggio di GBR 414 CINGHIALE di Robert Wilber, vincitore della prova numero 5 e attualmente al quarto posto della classifica generale. Alle sue spalle il Campione del Mondo in carica SAMBA PA TI di John Kilroy (7,30) che vede ora appesa a un filo la difesa del titolo di Campione (41 punti di distacco dalla vetta).
Il primo degli italiani in classifica (sesto) è MASCALZONE LATINO Jr. di Achille Onorato che, dopo il terzo posto nella quarta prova, è incappato in una prestazione negativa (41) che quasi certamenete rappresenterà il peggior scarto per il team dei Mascalzoni (lo scarto si inserirà con la disputa della sesta prova della serie).
Una giornata veramente complicata, in cui abbiamo fatto le migliori scelte tattiche e dove siamo riusciti a contare anche su un pizzico di fortuna” – ha dichiarato in banchina Drew Freides armatore di PACIFIC YANKEE - “Siamo appena a metà di questo campionato, dobbiamo continuare a regatare esattamente come stiamo facendo adesso, mantenendo la nostra velocità di conduzione. I conti li faremo solo alle fine perché il gioco qui è veramente molto complicato e nulla ovviamente è deciso”.
Domani, nell’’ambito della terza e penultima giornata di regata, ci si attende ancora vento leggero: situazione che, da un lato potrebbe limitare il numero di prove da disputarsi e quindi complicare i piani di recupero da parte degli inseguitori, ma dall’altro, queste condizioni possono trasformarsi in una trappola infernale per chiunque e un rischio in più per i leader. Ne sanno qualcosa molti pretendenti al titolo che, dopo i risultati odierni, risultano quasi matematicamente tagliati fuori dalla corsa di Campione del Mondo 2016.
 
Classfica generale provvisoria dopo 5 prove (prima della discussione delle proteste)
 
  1. PACIFIC YANKEE, Drew Freides (USA): 6,2,5,4,2 = pt. 19
  2. PINTA, Michael Illbruck (GER): 7,1,1,6,5 = pt. 20
  3. WILDMAN, Liam Kilroy (USA): 13,4,22,1,3 = pt. 43
  4. CINGHIALE, Robert Wilber (GBR): 9,16,4,25,1 = pt. 55
  5. SAMBA PA TI, John Kilroy (USA): 2,11,10,7,30 = pt. 60
  6. MASCALZONE LATINO Jr., Achille Onorato (ITA): 4,6,9,3,41 = pt. 63
  7. SECTION 16, Richard Davies (SUI): 16,12,11,11,18 = pt. 68
  8. OUT OF REACH, Guido Miani (MON): 18,23,2,15,11 = pt. 69
  9. STIG, Alessandro Rombelli (ITA): 25,18,6,2,19 = pt. 70
  10. FREMITO D’ARJA , Dario Levi (ITA): 11,13,30,17,6 = pt. 77


26/08/2016 19:22:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci