sabato, 18 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

surf    clima    j24    melges 40    volvo ocean race    protagonist    disabili    riva    nautica    windsurf    attualità    guardia costiera    mare   

VOLVO OCEAN RACE

La flotta vola in poppa, rotta a Nord

la flotta vola in poppa rotta nord
redazione

Le velocità sono tornate a salire per le sette barche impegnate nella prima tappa della Volvo Ocean Race, dopo che la flotta si è lasciata alle spalle Porto Santo. L’isola, che fa parte dell’arcipelago di Madeira era boa di percorso ed è stata doppiata nelle prime ore del mattino. Adesso la flotta ha puntato la prua verso nord, in direzione del waypoint intermedio e poi della linea del traguardo di Lisbona, in Portogallo.
I leader sono ancora gli americani di Vestas 11th Hour Racing, con lo skipper Charlie Enright che sono anche stati protagonisti di un incidente che avrebbe potuto costare caro quando un tubo del ballast (il serbatoio d’acqua utilizzato per contrastare l’inclinazione della barca) si è rotto e la sentina è stata inondata di 800 litri di acqua.
Gli statunitensi sono stati i primi a girare l’isola portoghese e si sono messi in rotta verso la nuova “boa virtuale” annunciata ieri e denominata Porto Santo Nord. L’andatura è quasi in poppa piena, il che significa che i team dovranno strambare per raggiungere il waypoint, ma che questa parte della Leg 1 è una gara di velocità pura.
La leadership di Vestas è però insidiata seriamente dagli spagnoli di MAPFRE, che hanno optato per una diversa combinazione di vele che ha permesso loro di essere altrettanto veloci degli americani, ma ad un angolo leggermente più favorevole rispetto alla boa. Lo scafo rosso degli iberici ha dunque riguadagnato circa 4 miglia fra le 7.00 e le 13 UTC, orario del rilevamento delle posizioni.
“Le condizioni sono piuttosto buone.” Ha detto il britannico Rob Geenhalgh da bordo di MAPFRE. “20 nodi di vento e facciamo circa 20 nodi di velocità, ma tutti sono veloci e hanno aria buona adesso… Questa corsa verso il waypoint è una questione di velocità. Noi ci siamo tenuti un po’ più a est, sperando di riuscire a ridurre il distacco entro le 10 miglia quando arriveremo al waypoint.”
AkzoNobel continua a restare in terza posizione, abbastanza in sicurezza in confronto del gruppetto degli inseguitori ma tuttavia non è riuscita ad avvicinarsi al duo di testa.
Le posizioni del quartetto che insegue rimangono stabili, con la quarta e la settima barca separate da sole 110 miglia. Ogni miglio è guadagnato a fatica e ogni errore si paga raramente.“Stiamo ancora lavorando sulle regolazioni di fino di queste barche.” Ha spiegato il navigatore di Sun Hung Kai/Scallywag Steve Hayles. “A tratti siamo veloci ma in altri momenti manchiamo di passo. Però poter regatare contro team come Brunel e Dongfeng, che hanno già corso con queste barche, è una grande opportunità di impararare.”


26/10/2017 19:26:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Ad Otranto la III regata "Piu' Vela per Tutti"

In onore di Lele Coluccia, grande uomo di mare

"Caccia ai pirati somali” il libro di Gualtiero Mattesi

L’Ammiraglio Mattesi, Comandante del gruppo di 5 navi sotto insegne NATO nell’operazione «Ocean Shields», ha spiegato che i pirati attuali, altro non sono che criminali senza scrupoli

Marina Cala de’ Medici, riprendono i lavori in diga foranea per l’allungamento della berma sommersa

Stamani l’incontro in Porto della 4ª Commissione Consiliare del Comune di Rosignano M.mo col Prof. Aminti per l’aggiornamento sullo stato lavori

Transat Jacques Vabre: strambata involontaria per Giancarlo Pedote

Inizio di regata movimentata per Fabrice Amedeo e Giancarlo Pedote, che però reagiscono cercando di recuperare una posizione, miglio dopo miglio

Volvo Ocean Race: incontri ravvicinati del tipo equatoriale

Per la prima volta dall’inizio della seconda tappa, sono meno di 50 le miglia che separano il leader dal settimo team, la flotta si è compattata e le calme equatoriali stanno rispettando la loro fama

FVG Marinas: il 2017 si chiude con un +30% di transiti

Rete FVG Marinas Network: è tempo di bilanci. 30% in più di transiti nei Marina del Friuli Venezia Giulia nella stagione turistica

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

La vela d’altura protagonista a Viareggio per la chiusura della stagione agonistica del Club Nautico Versilia

La tradizionale manifestazione è stata affiancata da una graditissima novità che invitava i regatanti a raccontare, attraverso immagini fotografiche, tutte le fasi della regata, il proprio equipaggio, la propria barca o le imbarcazioni avversarie

Transat Jacques Vabre: vittoria e record per Sodebò

Thomas Coville e Jean Luc Nélias hanno tagliato il traguardo della 13ma Transat Jacques Vabre vincendo nella categoria Ultimes davanti a Sebastien Josse e Thomas Rouxel

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci