venerdí, 24 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

volvo ocean race    nautica    guardia costiera    vela    veleziana    mini transat    trasporti    transat jacques vabre    foiling    platu25    j24    windsurf    cala de medici    campionati invernali   

NAUTICA

La d'Amico International Shipping approva i risultati dei primi nove mesi del 2017 e del terzo trimestre 2017

Il Consiglio di amministrazione di d'Amico International Shipping S.A. (Borsa Italiana: DIS) (’la Società‘ o ’il Gruppo‘), società leader a livello internazionale nel trasporto marittimo, specializzata nel mercato delle navi cisterna, ha esaminato e approvato in data odierna il resoconto intermedio per il periodo chiuso al 30 settembre 2017 / terzo trimestre 2017.
COMMENTO DEL MANAGEMENT
Marco Fiori, Amministratore Delegato di d’Amico International Shipping commenta:
‘Nonostante non si sia ancora vista la ripresa del mercato delle navi cisterna, tanto attesa dalla maggior parte degli analisti di settore, abbiamo pero’ notato alcuni segnali di miglioramento nel corso del terzo trimestre dell’anno, nel quale DIS ha realizzato un ricavo medio spot pari a circa US$ 12,000 al giorno, superiore del 18% rispetto al livello ottenuto nello stesso trimestre del 2016. Ci attendiamo un mercato molto piu’ solido nei prossimi mesi e per questo motivo al momento non stiamo incrementando la nostra copertura base time-charter, in modo da trarre il massimo vantaggio da tale atteso rafforzamento. Ritengo ci siano chiari segnali di miglioramento del mercato, sia dal lato dell’offerta che da quello della domanda. Dal lato della domanda, l’elevato livello di scorte di prodotti petroliferi che ha fortemente penalizzato il mercato negli ultimi due anni, sembra si stia assestando su livelli piu’ ragionevoli. La crescita dell’economia mondiale attesa per il prossimo anno dovrebbe, inoltre, dare un’ulteriore spinta alla domanda per il trasporto di prodotti petroliferi raffinati. Allo stesso tempo, dal lato dell’offerta, si stima che il numero di consegne di nuove navi dovrebbe toccare un livello storicamente molto basso entro la fine del 2017. La nostra strategia di investimento unita alla vendita di alcuni delle nostre navi piu’ vecchie, consenentira’ a DIS di avere a disposizione, gia’ dall’inizio del prossimo anno, una delle flotte piu’ giovani e flessibili al mondo nel mercato delle navi cisterna dedite al trasporto di raffinati. DIS avra’ inoltre una esposizione al mercato spot molto piu’ alta del passato, grazie anche alla consenga delle nostre LR1. Tutto cio’ ci permettera’ di far pienamente fronte ai requisiti richiestici dalla nostra primaria clientela, consentendoci di massimizzare a pieno i risultati della nostra Azienda’.
Carlo Balestra di Mottola, CFO della DIS commenta:
‘Dopo aver lanciato un piano di investimenti di US$ 755 milioni, cominciato nel 2012 e che dovrebbe completarsi nel corso del 2018, ci stiamo ora focalizzando nel rafforzamento della nostra struttura patrimoniale. Alla luce di questo obiettivo, nel corso del secondo trimestre dell’anno, abbiamo finalizzato un aumento di capitale, interamente sottoscritto, che ha generato risorse pari a US$ 37,9 milioni, abbiamo venduto e ripreso in time-charter due navi, nel corso del primo trimestre, generando un effetto netto di cassa di US$ 5,2 milioni, e abbiamo venduto e ripreso a noleggio a scafo nudo 2 ulteriori navi, rispettivamente nel secondo e nel terzo trimestre, generando US$ 21,9 milioni di cassa. Tra settembre e ottobre, abbiamo inotre annunciato la vendita di altre due navi, riprese rispettivamente e noleggio a scafo nudo e a noleggio base time-charter, che andranno a rafforzare ulteriormente la nostra posizione di liquidita’ dell’ultimo trimestre dell’anno per US$ 13,4 milioni. La maggior parte di questi accordi sono estremamente flessibili, prevedono opzioni di riacquisto e sono stati conclusi ad un costo assolutamente competitivo, consentendoci di finanziare la parte di equity dovuta sulla quota rimanente del nostro programma di investimenti. Alla fine di settembre 2017, DIS aveva investimenti ancora in essere per US$ 183,1 milioni (US$ 61,2 milioni nel quarto trimestre dell’anno e US$ 121,9 milioni nel corso del 2018) ed il 69% di questi verra’ finanziato con debito bancario, ad oggi gia’ interamente sottoscritto’.
ANALISI DELL’ANDAMENTO ECONOMICO, PATRIMONIALE E FINANZIARIO
SINTESI DEI RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE E DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2017
Nel World Economic Outlook (WEO) di ottobre, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha affermato che come l’incremento dell'attività economica stia registrando un’accelerazione. Secondo le previsioni, la crescita mondiale, che nel 2016 è stata la più debole a partire dalla crisi finanziaria globale, attestandosi al 3,2%, raggiungerà il 3,6% nel 2017 e il 3,7% nel 2018. Le previsioni di crescita sia per il 2017 che per il 2018 sono più solide dello 0,1% rispetto a quanto riportato nel WEO dell’aprile 2017. Le revisioni al rialzo delle stime di crescita per l’Eurozona, il Giappone, i paesi emergenti dell’Asia, i paesi emergenti dell’Europa e la Russia – dove i risultati di crescita nel primo semestre del 2017 erano superiori alle attese – hanno più che compensato le revisioni al ribasso per gli Stati Uniti e il Regno Unito.
I ricavi nel settore delle navi cisterna sono rimasti in generale sottotono in tutto il mese di luglio e gran parte di agosto. L’interruzione della capacità di raffinazione causata dall’uragano Harvey nella Costa del Golfo degli Stati Uniti ha provocato un’impennata dei ricavi delle navi fissate dall’Europa agli Stati Uniti e all’America Latina, nonché dall’Estremo Oriente nei viaggi transpacifici. Se nell’Atlantico tale impennata si è dimostrata di breve durata, nei mercati delle navi cisterna in Estremo Oriente i ricavi hanno continuato ad aumentare per tutto il mese di settembre, con diverse navi portate al di fuori della regione con viaggi a lungo raggio a seguito dei disagi dovuti all’uragano. L’uragano Harvey ha messo fuori esercizio circa il 20% della capacità di raffinazione totale statunitense. Servirà del tempo per valutare il vero impatto dei recenti uragani sui mercati delle navi cisterna, visto che la produzione delle raffinerie della Costa del Golfo statunitense ha continuato a subire ripercussioni durante l’intero mese di settembre. A parte ciò, la sovracapacità della flotta, unita agli elevati livelli di rimanenze e alla crescita solo modesta della produzione, ha contribuito alla debolezza del mercato dei noli. L’andamento delle rimanenze di raffinati, tuttavia, ha avuto una tendenza al ribasso durante gran parte del 2017 ed esistono segnali derivanti dal fatto che tale contrazione sia continuata nel terzo trimestre, sia negli Stati Uniti (a causa degli uragani) che in Europa. I livelli più bassi di rimanenze potrebbero stimolare una maggiore domanda di navi verso la fine dell’anno.
La tariffa per il noleggio annuale rappresenta sempre il miglior indicatore delle aspettative future sul mercato spot. Dal momento che i mercati non hanno mostrato segni evidenti di miglioramento nel terzo trimestre, le tariffe sono rimaste invariate a US$ 13.500 al giorno.
DIS ha registrato una perdita netta di US$ 13,6 milioni nei primi 9 mesi del 2017 rispetto all’utile netto di US$ 6,1 milioni registrato nello stesso periodo dello scorso esercizio. La variazione rispetto all’esercizio precedente è in gran parte dovuta alla maggiore debolezza del mercato delle navi cisterna, soprattutto nel primo semestre dell’anno in corso. Ciò nonostante, un contesto di mercato leggermente migliore nel terzo trimestre 2017, insieme alla continua attenzione prestata da DIS al controllo dei costi, ha portato la Società a registrare una perdita netta di US$ 7,4 milioni nel terzo trimestre dell’esercizio rispetto a US$ 8,0 milioni di perdita netta registrata nel trimestre precedente e a US$ 7,5 milioni di perdita netta generata nel terzo trimestre 2016. In particolare, la tariffa spot giornaliera di DIS dei primi 9 mesi del 2017 è stata pari a US$ 12.290 rispetto ai US$ 14.528 raggiunti nello stesso periodo dello scorso anno. La tariffa spot giornaliera di DIS del terzo trimestre 2017 è stata pari a US$ 11.960 rispetto ai US$ 10.101 registrati nello stesso trimestre dello scorso anno. Nel contempo, il 33,6% dei giorni di impiego totali di DIS nei primi 9 mesi del 2017 è stato coperto con contratti time charter ad una tariffa giornaliera media di US$ 15.573 (primi 9 mesi del 2016: copertura del 47,3% a una tariffa giornaliera media di US$ 15.959). Tale livello elevato di copertura con contratti time charter costituisce uno dei pilastri della strategia commerciale di DIS, che le consente di mitigare gli effetti della volatilità sul mercato spot, garantendo un certo livello di ricavi e di generazione di liquidità. La tariffa quotidiana media totale di DIS (che include sia i contratti spot che i contratti time charter) era pari a US$ 13.392 nei primi nove mesi del 2017 rispetto a US$ 15.206 raggiunti l’anno precedente.
Grazie ad una strategia commerciale prudente e ad una piattaforma operativa efficiente in termini di costi, DIS ha realizzato un EBITDA di US$ 33,7 milioni nei primi 9 mesi del 2017 e un margine EBITDA del 17,3% nonostante il mercato relativamente debole (primi 9 mesi del 2016: EBITDA pari a US$ 48,1 milioni e un margine di EBITDA del 23,7%).
Nei primi nove mesi dell’anno DIS ha effettuato “investimenti in conto capitale” per US$ 99,9 milioni. Questo valore è correlato principalmente al programma di costruzione di nuove navi di DIS e include l’acquisto di due attività in leasing per un totale di US$ 55,0 milioni nel periodo, in seguito a due contratti di vendita e lease-back che hanno generato una disponibilità di cassa netta di US$ 21,9 milioni nel periodo (US$ 11,2 milioni nel secondo trimestre e US$ 10,7 milioni nel terzo trimestre 2017). Dal 2012, DIS ha ordinato un totale di 22 navi cisterna “Eco design”1 (10 navi MR, 6 handysize e 6 LR1), di cui sedici1 erano già state consegnate alla fine del terzo trimestre 2017. L’investimento complessivo previsto è di circa US$ 755 milioni ed è in linea con la strategia della Società volta a modernizzare la propria flotta con navi eco design di nuova costruzione. Inoltre, DIS ha già fissato la maggior parte di queste navi attraverso contratti di nolo a lungo termine a tariffe remunerative, con tre delle principali compagnie petrolifere e con un’importante società di raffinazione.
Nel secondo trimestre 2017 DIS ha lanciato un aumento di capitale emettendo diritti di sottoscrizione privilegiata per 140.250.109 nuove azioni con 140.250.109 warrant emessi contemporaneamente a un
prezzo di emissione di EUR 0,249 per nuova azione. L’offerta è stata completamente sottoscritta ed ha generato ricavi per US$ 37,9 milioni a maggio 2017, rafforzando il bilancio e la posizione di liquidità della Società.
RISULTATI OPERATIVI
I ricavi base time charter sono stati di US$ 65,5 milioni nel terzo trimestre 2017 (US$ 58,5 milioni nel terzo trimestre 2016) e di US$ 194,2 milioni nei primi 9 mesi del 2017 (US$ 203,0 milioni nei primi 9 mesi del 2016). La variazione dall’inizio dell’anno è dovuta alla debolezza del mercato spot registrata nel primo semestre 2017 rispetto alla prima metà dell'esercizio precedente, parzialmente mitigata da un risultato migliore conseguito nel terzo trimestre 2017 rispetto al terzo trimestre 2016.
In particolare, DIS ha realizzato una tariffa spot giornaliera media di US$ 12.290 nei primi 9 mesi del 2017 rispetto a US$ 14.528 nei primi 9 mesi del 2016. Questo risultato è stato particolarmente influenzato dal debole mercato spot del primo semestre 2017, durante il quale DIS ha ottenuto una tariffa spot giornaliera media di US$ 12.492 rispetto ai US$ 16.848 del primo semestre 2016. Nel primo trimestre 2017, il risultato spot di DIS è leggermente migliorato rispetto al trimestre precedente, raggiungendo una tariffa spot giornaliera media di US$ 11.960 rispetto ai US$ 10.101 ottenuti nel terzo trimestre 2016.
In linea con la strategia di DIS, nei primi nove mesi del 2017 la percentuale di ricavi generata da contratti a tariffa fissa (percentuale di copertura) è rimasta elevata, assicurando una media del 33,6% dei giorni- nave disponibili (primi 9 mesi del 2016: 47,3%) a una tariffa fissa media giornaliera di US$ 15.573 (primi 9 mesi del 2016: US$ 15.959). Oltre a garantire i ricavi e sostenere la generazione di flussi di cassa operativi, tali contratti hanno anche consentito di consolidare ulteriormente i tradizionali rapporti con le principali compagnie petrolifere, il che rappresenta un aspetto essenziale della strategia commerciale di DIS.
I ricavi base time charter giornalieri medi totali di DIS (spot e time charter) sono stati di US$ 12.977 nel terzo trimestre 2017 (US$ 12.904 nel terzo trimestre 2016) e di US$ 13.392 nei primi 9 mesi del 2017 (US$ 15.206 nei primi 9 mesi del 2016).
Il risultato operativo lordo (EBITDA) è stato di US$ 9,0 milioni nel terzo trimestre 2017 e di US$ 33,7 milioni nei primi nove mesi del 2017, rispetto a US$ 7,9 milioni nel terzo trimestre 2016 e US$ 48,1 milioni nei primi nove mesi del 2016. La flessione rispetto all’anno precedente è dovuta principalmente ai minori “Ricavi TCE” conseguiti nel primo semestre del 2017. Il margine di EBITDA di DIS si è attestato al 13,7% nel primo trimestre 2017 e al 17,3% nei primi 9 mesi del 2017 rispetto al 13,5% del terzo trimestre 2016 e al 23,7% dei primi 9 mesi del 2016.
Gli ammortamenti e svalutazioni ammontavano a US$ 9,2 milioni nel terzo trimestre 2017 (US$ 9,7 milioni nel terzo trimestre 2016) e a US$ 27,8 milioni nei primi 9 mesi del 2017 (US$ 27,9 milioni nei primi 9 mesi del 2016).
L’EBIT è stato leggermente negativo per US$ (0,3) milioni nel terzo trimestre 2017 (negativo per US$ (1,8) milioni nel terzo trimestre 2016) e positivo per US$ 5,9 milioni nei primi 9 mesi del 2017 (positivo per US$ 20,1 milioni nei primi 9 mesi del 2016).
Il risultato netto di DIS per il primo trimestre 2017 è stato di US$ (7,4) milioni (US$ (7,5) milioni nel terzo trimestre 2016) e di US$ (13,6) milioni nei primi nove mesi dell’esercizio (US$ 6,1 milioni di utile nei primi 9 mesi del 2016). La variazione rispetto all’anno precedente è riconducibile quasi interamente a un mercato spot nettamente più debole registrato nel primo semestre del 2017.
FLUSSI DI CASSA E INDEBITAMENTO NETTO
I flussi di cassa netti di DIS per i primi 9 mesi del 2017 sono stati negativi per US$ (0,9) milioni rispetto al risultato negativo per US$ (12,1) milioni dei primi 9 mesi del 2016.
I flussi di cassa da attività operative sono stati negativi per US$ (2,4) milioni nel terzo trimestre 2017 (positivi per US$ 17,9 milioni nel terzo trimestre 2016) e negativi per US$ (3,5) milioni nei primi 9 mesi del 2017 (positivi per US$ 57,9 milioni nei primi 9 mesi del 2016). La flessione del risultato dei primi 9 mesi del 2017 è attribuibile principalmente all'indebolimento del mercato dei noli rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente.
L’indebitamento netto di DIS al 30 settembre 2017 ammontava a US$ 512,3 milioni rispetto a US$ 527,8 milioni alla fine del 2016. L’indebitamento netto/il rapporto del valore di mercato della flotta era pari a 68,5% al 30 settembre 2017 rispetto al 70,4% al 31 dicembre 2016.
EVENTI SIGNIFICATIVI VERIFICATISI NEL PERIODO
Gli eventi principali per il Gruppo d’Amico International Shipping nei primi 9 mesi del 2017 sono stati i seguenti:
Modifiche allo statuto della Società e aumento del capitale sociale autorizzato: nel mese di gennaio 2017, d’Amico International Shipping S.A. ha annunciato che in ottemperanza alle recenti e importanti modifiche della legge del Lussemburgo del 10 agosto 1915 sulle società commerciali introdotte dalla legge del 10 agosto 2016 (la “Legge sulle società”), il diritto applicabile alla d’Amico International Shipping S.A., il consiglio di amministrazione della Società (il “Consiglio di Amministrazione”) ha deliberato la convocazione di un’assemblea straordinaria degli azionisti da tenersi in data 3 marzo 2017 (l’“Assemblea straordinaria”) volta a modificare lo statuto della Società così da allinearne le disposizioni con la modificata Legge sulle società del Lussemburgo, e allo stesso tempo cogliere l’opportunità di fissare il capitale sociale autorizzato, compreso il capitale sociale emesso esistente della Società, ad un importo totale di cento milioni di dollari USA (US$ 100.000.000), consentendo al Consiglio di Amministrazione di aumentare il capitale sociale della Società entro i prossimi cinque anni allo scopo di rafforzare il capitale sociale e la flessibilità finanziaria della Società.
Il 3 marzo 2017 l’assemblea straordinaria degli azionisti di d’Amico International Shipping S.A. ha deliberato:
 di approvare la proposta di modifica allo statuto della Società avanzata dal Consiglio di
Amministrazione nella relazione esplicativa pubblicata il 30 gennaio 2017 e disponibile per gli Azionisti sul sito web della Società (https://en.damicointernationalshipping.com/);
 di fissare il capitale sociale autorizzato, compreso il capitale sociale emesso, ad un importo totale di USD 100 milioni, ripartito in un miliardo di azioni senza valore nominale e di rinnovare, per un periodo di cinque anni, l’autorizzazione del Consiglio di Amministrazione ad aumentare il capitale in una o più tranche entro i limiti del capitale autorizzato modificato, nonché l’autorizzazione del Consiglio di Amministrazione per limitare o annullare, in tutto o in parte, il diritto di sottoscrizione privilegiata degli azionisti esistenti.
Il 3 marzo 2017 il Consiglio di Amministrazione della Società – esercitando i poteri delegatigli dall’assemblea straordinaria degli azionisti come descritta sopra – sulla base di tale autorizzazione ha deliberato:
 di preparare il lancio di un’offerta pubblica costituita da diritti d’opzione, in Lussemburgo e in Italia,
rivolta agli azionisti della Società che consisterebbe in un aumento di capitale sociale, mediante l’emissione di nuove azioni senza valore nominale e aventi gli stessi diritti (compreso, a titolo puramente esemplificativo, il diritto a dividendi) delle azioni esistenti al momento dell’emissione, fino all’equivalente in USD di max. 35 milioni di euro (compreso il sovrapprezzo azioni); le nuove azioni sarebbero offerte agli azionisti esistenti della Società in qualità di titolari di diritti di sottoscrizione privilegiata (i “Diritti di sottoscrizione privilegiata”) per la sottoscrizione di nuove azioni della Società (le “Nuove azioni”) abbinate gratuitamente a warrant – esercitabili in un orizzonte temporale di cinque anni – da emettersi contemporaneamente (i “Warrant”). I Warrant darebbero ai titolari il diritto di sottoscrivere azioni aggiuntive senza valore nominale e aventi gli stessi diritti (compreso, a titolo puramente esemplificativo, il diritto a dividendi) associati alle azioni esistenti (le “Azioni di compendio”) (l’“Offerta in opzione”). Eventuali Nuove azioni, non sottoscritte durante il periodo del diritto di sottoscrizione privilegiata, verranno offerte prevedibilmente dalla Società tramite un collocamento privato successivo (il “Collocamento privato” e, unitamente all’Offerta pubblica costituita da diritti d'opzione, l’“Offerta”);
 I Warrant, se debitamente esercitati secondo i loro termini e condizioni, consistono in un aumento del capitale sociale della Società, entro i limiti del capitale autorizzato, fino all’equivalente in USD di un massimo di 60 milioni di euro (compreso il sovrapprezzo azioni), tramite l’emissione di Azioni di compendio senza valore nominale e dividendo ordinario e sarebbero dotati degli stessi diritti associati alle azioni esistenti al momento dell’emissione.
“L’azionista di controllo di DIS garantirà il 100% dell’aumento di capitale”: Il 10 aprile 2017, d’Amico International S.A. (“DAM”), l’azionista di controllo di d’Amico International Shipping S.A., ha confermato il proprio impegno incondizionato e irrevocabile a esercitare tutti i Diritti di sottoscrizione privilegiata che riceverà nell’ambito dell’offerta e di sottoscrivere e versare per intero e in maniera tempestiva il numero corrispondente di nuove azioni con Warrant emessi contemporaneamente, come definito nella lettera d’intenti datata 30 gennaio 2017. In seguito al comunicato stampa rilasciato da DIS il 3 marzo 2017 e alla relativa delibera del Consiglio di Amministrazione di DIS dello stesso giorno, DAM si è inoltre impegnata irrevocabilmente a sottoscrivere qualsiasi azione che non sarà sottoscritta nell’ambito del collocamento privato e alle stesse condizioni (segnatamente in relazione al prezzo) proposte nell’offerta in opzione e nel collocamento privato.
Il Consiglio di d’Amico International Shipping S.A. approva i termini e le condizioni dell’emissione in opzione. Il lancio dell’operazione è previsto il 24 aprile 2017 e la sua conclusione il 18 maggio 2017. Il 18 aprile 2017 il Consiglio di Amministrazione di d’Amico International Shipping S.A., esercitando i poteri delegatigli dall’assemblea straordinaria degli azionisti del 3 marzo 2017, ha deliberato:
 di approvare l’emissione in opzione rivolta agli azionisti della Società che consiste in (i) un’offerta da parte della Società ai titolari di Diritti di sottoscrizione privilegiata di nuove azioni della Società con Warrant emessi contemporaneamente esercitabili in azioni, e (ii) qualora i Diritti di sottoscrizione privilegiati vengano esercitati solo parzialmente durante l’Offerta pubblica costituita da diritti d'opzione, in un collocamento privato, nell’ambito del quale il Consiglio di
Amministrazione collocherà eventuali Nuove azioni non sottoscritte durante l’Offerta pubblica costituita da diritti d'opzione e con l’annullamento, in questa seconda tranche di offerta, di qualsiasi diritto di sottoscrizione privilegiata.
 di approvare un aumento del capitale sociale della Società, entro i limiti del capitale autorizzato, fino a un massimo equivalente a USD di 34.922.277 euro (compreso il sovrapprezzo azioni), tramite l’emissione di massimo 140.250.109 Nuove azioni, che in generale saranno dello stesso grado delle azioni esistenti sotto tutti gli aspetti, ad un prezzo di emissione per Nuova azione di 0,249 euro (il “Prezzo di emissione”), secondo il rapporto di 1 Nuova azione ogni 3 Diritti di sottoscrizione privilegiata esercitati (il “Rapporto”) e con un massimo di 140.250.109 Warrant associati gratuitamente, emessi in contemporanea secondo il rapporto di 1 Warrant ogni 3 Diritti di sottoscrizione privilegiati esercitati;
 di approvare un ulteriore aumento del capitale sociale della Società, entro i limiti del capitale autorizzato, fino a un massimo equivalente a USD di 59.606.296 euro (compreso il sovrapprezzo azioni), tramite l’emissione – in una o più tranche – di massimo 140.250.109 Azioni di compendio all’esercizio dei Warrant, che in generale saranno dello stesso grado delle azioni esistenti sotto tutti gli aspetti alla relativa data di esercizio.
Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di procedere con l’Offerta al fine di rafforzare il bilancio della Società. L’Offerta è stata strutturata in modo da premiare gli azionisti in un orizzonte di investimento di medio-lungo termine, con la lunga scadenza dei Warrant, offrendo agli investitori la possibilità di trarre vantaggio dalla ripresa prevista del mercato altamente ciclico delle navi cisterna.
I Warrant conferiscono diritti certi e possono essere esercitati secondo i Termini e condizioni dei Warrant, in base ai quali i titolari avranno il diritto di sottoscrivere Azioni di compendio secondo un rapporto di 1 Azione di compendio ogni 1 Warrant esercitato in base ai seguenti prezzi di esercizio e durante i seguenti periodi:
 0,315 euro, per i Warrant esercitati in tutti i giorni di apertura delle banche nel giugno 2018;
 0,340 euro, per i Warrant esercitati in tutti i giorni di apertura delle banche nel giugno 2019;
 0,367 euro, per i Warrant esercitati in tutti i giorni di apertura delle banche nel giugno 2020;
 0,395 euro, per i Warrant esercitati in tutti i giorni di apertura delle banche nel giugno 2021;
 0,425 euro, per i Warrant esercitati in tutti i giorni di apertura delle banche nel giugno 2022.
d’Amico International S.A. ha annunciato i risultati dell'emissione in opzione (adesione approssimativa del 99,2% durante il periodo di sottoscrizione privilegiata) – ricavi lordi dell'equivalente in USD pari a circa EUR 34,7 milioni
Il 18 maggio 2017, d’Amico International Shipping S.A. ha annunciato – in relazione alla sua offerta con Diritti di sottoscrizione privilegiata di massimo 140.250.109 Nuove azioni con massimo 140.250.109 Warrant d’Amico International Shipping 2017–2022 a un Prezzo di emissione di EUR 0,249 per Nuova azione di aver ricevuto emessi simultaneamente (sottoscrizioni, tramite l'esercizio dei Diritti di sottoscrizione privilegiata, per 139.156.784 Nuove azioni con 139.156.784 Warrant emessi simultaneamente attraverso l'esercizio di Diritti di sottoscrizione privilegiata, pari a un'adesione del 99,2% circa.
Risultati del periodo di sottoscrizione privilegiata
Durante il periodo di esercizio per i Diritti di sottoscrizione privilegiata, iniziato il 24 aprile 2017 e terminato il 18 maggio 2017 (il “Periodo di sottoscrizione privilegiata”), sono stati esercitati complessivamente 417.470.352 Diritti di sottoscrizione privilegiata, pari a circa il 99,2% del numero complessivo di Diritti di sottoscrizione privilegiata. Considerato il rapporto di 1 Nuova azione con 1
Warrant emesso simultaneamente ogni 3 Diritti di sottoscrizione privilegiata, la Società emetterà 139.156.784 Nuove azioni con 139.156.784 Warrant gratuiti emessi simultaneamente, esercitabili in azioni (le “Azioni di compendio”), per i sottoscrittori che hanno sottoscritto le Nuove azioni durante il Periodo di sottoscrizione privilegiata. Le Nuove azioni sono scambiate sul Mercato Telematico Azionario con il codice ISIN LU0290697514, che è il codice ISIN per le azioni DIS.
Warrant
La negoziazione dei relativi Warrant sul Mercato Telematico Azionario della Borsa Italiana è iniziata a fine maggio con il codice ISIN LU1588548724.
Il Consiglio di Amministrazione di d’Amico International Shipping S.A. ha annunciato i risultati del collocamento privato e i risultati finali dell'emissione in opzione. Aumento di capitale sottoscritto al 100% e ricavi lordi dell'offerta pari all'equivalente in USD di EUR 34,9 milioni.
Il 23 maggio 2017, in relazione all'offerta con Diritti di sottoscrizione privilegiata di massimo 140.250.109 nuove azioni con massimo 140.250.109 Warrant emessi simultaneamente ad un Prezzo di emissione di EUR 0,249 per Nuova azione, d’Amico International Shipping S.A. ha annunciato che, in seguito al collocamento privato delle Nuove azioni non sottoscritte, tutte le restanti 1.093.325 Nuove azioni sono state sottoscritte (per un aumento di capitale aggiuntivo, compreso il sovrapprezzo azioni, dell'equivalente in USD di circa EUR272.238) con l'emissione simultanea di 1.093.325 Warrant. L'adesione al Collocamento privato, congiuntamente alla sottoscrizione del 99,2% circa durante il Periodo di sottoscrizione privilegiata, iniziato il 24 aprile 2017 e terminato il 18 maggio 2017, equivale a un'adesione totale del 100% all'offerta di diritti d'opzione nel suo complesso. A seguito del Collocamento privato, il capitale della Società è diventato pari a USD 56.876.046,50, ripartito in 568.760.465 azioni senza valore nominale.
D’AMICO TANKERS D.A.C.:
 “Flotta di proprietà di seconda mano”: nel mese di gennaio 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha venduto la MT High Endurance e la MT High Endeavour, due navi cisterna medium range da 46.992 Tpl (Dwt), costruite nel 2004 da STX, Corea del Sud (le “Navi”), a Sea World Tankers, un cliente di Sea World Management SAM (l’“Acquirente”), per un corrispettivo di US$ 13,5 milioni ciascuna. Nel contempo, d’Amico Tankers manterrà l’impiego commerciale delle Navi avendo altresì concluso con l’Acquirente un contratto time charter quadriennale ad una tariffa interessante.
Nel mese di maggio 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha sottoscritto un memorandum d'intesa e un contratto di noleggio a scafo nudo per la vendita e la rilocazione della MT High Fidelity, una nave cisterna medium range da 49.990 Tpl (Dwt), costruita nel 2014 da Hyundai-Vinashin Shipyard Co. Ltd., per un corrispettivo di US$ 27,0 milioni. L'operazione ha permesso a d’Amico Tankers di generare una liquidità di circa US$ 11,2 milioni, al netto delle commissioni e del rimborso del prestito esistente della Nave, contribuendo alla liquidità necessaria per completare il programma di rinnovo della flotta di DIS e permettendo alla Società di trarre vantaggio dalla ripresa prevista del mercato. Inoltre, grazie all'operazione d’Amico Tankers manterrà il pieno controllo della Nave, poiché è stato concluso con l'acquirente anche un contratto decennale di noleggio a scafo nudo, che prevede un obbligo di acquisto al termine del decimo anno del periodo di noleggio. Inoltre, d’Amico Tankers mantiene un'opzione di riacquisto della Nave, a partire dal terzo anniversario della sua vendita a condizioni finanziarie favorevoli
Nel mese di luglio 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha sottoscritto un memorandum d'intesa e un contratto di noleggio a scafo nudo per la vendita e la rilocazione della MT High Discovery, una nave cisterna medium range da 49.990 Tpl (Dwt), costruita nel 2014 da Hyundai-Vinashin Shipyard Co. Ltd., per un corrispettivo di US$ 28,0 milioni. L'operazione ha permesso a d’Amico Tankers di
8
generare una liquidità di circa US$ 10,7 milioni, al netto delle commissioni e del rimborso del prestito esistente della Nave, contribuendo alla liquidità necessaria per completare il programma di rinnovo della flotta di DIS e permettendo alla Società di trarre vantaggio dalla ripresa prevista del mercato. Inoltre, grazie all'operazione d’Amico Tankers manterrà il pieno controllo della Nave, poiché è stato concluso con l'acquirente anche un contratto decennale di noleggio a scafo nudo, che prevede un obbligo di acquisto al termine del decimo anno del periodo di noleggio. Inoltre, d’Amico Tankers mantiene un'opzione di riacquisto della Nave, a partire dal terzo anniversario della sua vendita a condizioni finanziarie favorevoli
Nel mese di settembre 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha sottoscritto un memorandum d'intesa e un contratto di noleggio a scafo nudo per la vendita e la rilocazione della MT High Priority, una nave cisterna medium range da 46.847 Tpl (Dwt), costruita nel 2005 da Nakai Zosen (Giappone) per un corrispettivo di US$ 13,0 milioni. L'operazione ha permesso a d’Amico Tankers di generare una liquidità di circa US$ 6,5 milioni, al netto delle commissioni e del rimborso del prestito esistente della Nave, contribuendo alla liquidità necessaria per completare il programma di rinnovo della flotta di DIS. Inoltre, grazie all'operazione d’Amico Tankers manterrà il pieno controllo della Nave, poiché è stato concluso con l'acquirente anche un contratto quinquennale di noleggio a scafo nudo, che prevede un obbligo di acquisto al termine del quinto anno del periodo di noleggio. Inoltre, d’Amico Tankers mantiene un'opzione di riacquisto della Nave, a partire dal secondo anniversario della sua vendita a condizioni finanziarie favorevoli
 Flotta impiegata a noleggio: a febbraio 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha rinnovato per un altro anno, a una tariffa di nolo molto vantaggiosa, un contratto time charter con un’importante compagnia petrolifera che sarebbe dovuto scadere nel primo trimestre.
 Flotta in “noleggio passivo”: nel mese di febbraio 2017, il contratto per la M/T High Enterprise, nave MR costruita nel 2009 e presa in time charter da d’Amico Tankers d.a.c. da allora, è stato prorogato per un altro anno ad una tariffa ridotta.
A marzo 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha accettato di prendere in time charter la M/T High Sun, una nave MR costruita nel 2014 e di proprietà Eco Tankers Limited (in cui DIS detiene una partecipazione del 33%) per un periodo di 18 mesi. La nave è stata consegnata a d’Amico Tankers d.a.c. nel maggio 2017.
Nel mese di maggio 2017, il contratto per la M/T Freja Baltic, nave MR costruita nel 2008, è stato prorogato per un altro anno ad una tariffa ridotta.
Nel mese di giugno 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha preso in time charter la M/T Silver Express, una nave MR costruita nel 2009, per un periodo di 12 mesi.
Nel mese di giugno 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha preso in time charter la M/T Crimson Jade, una nave MR di nuova realizzazione costruita nel cantiere di Minaminippon Shipbuilding (Giappone), per un periodo di 7 anni con possibilità di proroga del contratto.
Nel mese di giugno 2017, si è concluso il contratto di noleggio sulla M/T Port Russel, una nave handysize costruita nel 2002, sottoscritto con d’Amico Tankers e la nave è stata riconsegnata ai proprietari.
Nel mese di luglio 2017, il contratto per la M/T High Force, nave MR costruita nel 2009, è stato prorogato per un altro anno (con opzione per altri 3 mesi) a decorrere dal settembre 2017 ad una tariffa ridotta.
9
Nel mese di agosto 2017, si è concluso il contratto di noleggio sulla M/T Port Moody, una nave MR costruita nel 2002, sottoscritto con d’Amico Tankers e la nave è stata riconsegnata ai proprietari.
 Flotta in costruzione: nel mese di gennaio 2017, la M/T High Challenge, una nuova nave cisterna MR di tipo “Eco” costruita dal cantiere sudcoreano Hyundai Mipo Dockyard Co. Ltd. presso il proprio cantiere vietnamita Hyundai Vinashin Shipyard Co. Ltd., è stata consegnata alla Società. Nel febbraio 2017, d’Amico Tankers ha concordato con Hyundai Mipo Dockyard Co. Ltd. – Corea del Sud di rimandare la consegna della sua prima nave LR1 di nuova costruzione da aprile 2017 ad ottobre 2017. Questo accordo dà seguito alla specifica richiesta di una grande compagnia petrolifera nonché importante cliente della Società, che prenderà la nave a noleggio con un contratto time charter di 18 mesi alla sua consegna da parte di Hyundai Vinashin Shipyard Co. Ltd. – Vietnam. Allo stesso tempo, anche le date di consegna stimate delle altre 5 navi LR1 in costruzione presso Hyundai Vinashin Shipyard Co. Ltd. – Vietnam sono state leggermente posticipate di circa 2 mesi rispetto al programma originale.
GLENDA INTERNATIONAL SHIPPING D.A.C.:
Flotta impiegata a noleggio: nel mese di febbraio 2017, GLENDA International Shipping d.a.c. ha ridotto le tariffe di noleggio per le sue 6 navi MR di proprietà per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla fine del primo trimestre 2017. Tre di queste navi sono attualmente date in time charter a d’Amico Tankers Limited d.a.c. e tre navi al Gruppo Glencore.
FATTI DI RILIEVO VERIFICATISI DOPO LA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO ED EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
D’AMICO TANKERS D.A.C.:
 “Flotta di proprietà di seconda mano”: nel mese di ottobre 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha sottoscritto un memorandum d’intesa per la vendita della MT High Prosperity, una nave cisterna medium range da 48.700 Tpl (Dwt), costruita nel 2006 da Imabari Shipbuilding Co. Ltd. (Giappone), per un corrispettivo di US$ 14,245 milioni. L'operazione genererà una positiva disponibilità di cassa netta di circa US$ 6,9 milioni per d’Amico Tankers, al netto delle commissioni e del rimborso del prestito esistente della Nave, contribuendo alla liquidità necessaria per completare il programma di rinnovo della flotta di DIS. Nel contempo, d’Amico Tankers manterrà l’impiego commerciale delle navi avendo altresì concluso con l’acquirente un contratto time charter sessennale ad una tariffa competitiva.
 Flotta impiegata a noleggio: a ottobre 2017, d’Amico Tankers d.a.c. ha rinnovato per un altro anno un contratto time charter con un’importante compagnia petrolifera che sarebbe dovuto scadere nel terzo trimestre.
 Flotta in “noleggio passivo”: nel mese di ottobre 2017, i contratti per la M/T High Beam e la High Current, due navi MR costruite nel 2009 e prese in time charter da d’Amico Tankers d.a.c. dal 2014, sono stati prorogati per un altro anno ad una tariffa ridotta.
 Flotta in noleggio a scafo nudo: nel mese di ottobre 2017, in seguito alla consegna della M/T High Priority ai nuovi proprietari, d’Amico Tankers d.a.c. ha preso a noleggio a scafo nudo la nave per 5 anni.
10
D’AMICO INTERNATIONAL SHIPPING:
Il profilo delle navi di d’Amico International Shipping in uso è riepilogato di seguito.
Di proprietà
Noleggio a scafo nudo* Nolo a lungo termine Nolo a breve termine Totale
con obbligo di acquisto
Al 30 settembre 2017
MR Handysize Totale
20,0 8,0 28,0 2,0 0,0 2,0 12,5 1,0 13,5 11,0 1,0 12,0
45,5 10,0 55,5
Al 9 novembre 2017
LR1 MR Handysize Totale
1,0 19,0 8,0 28,0 0,0 3,0 0,0 3,0 0,0 12,5 1,0 13,5 0,0 11,0 1,0 12,0
1,0 45,5 10,0 56,5
*
EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Con l’inizio del quarto trimestre 2017, si è creata una situazione di disequilibrio tra domanda e offerta nell’Atlantico a causa degli uragani che hanno colpito la regione. L’esportazione dei raffinati dagli Stati Uniti è stata drasticamente ridotta nel mese di settembre, mentre le importazioni sono aumentate solo per un breve periodo. Il conseguente eccesso di offerta di navi nell’Atlantico ha mantenuto sottotono le tariffe nella regione. Nell’emisfero orientale, le raffinerie asiatiche sono tornate in esercizio dopo le manutenzioni ed il mercato ha iniziato a migliorare. Anche l'incremento della domanda verso l’Australia e la costa occidentale di Nord e Sud America sta contribuendo a sostenere il miglioramento sul mercato orientale. Le scorte di raffinati sono diminuite considerevolmente e si attestano ben al di sotto dei livelli elevati toccati negli ultimi anni, e solo leggermente al di sopra delle medie quinquennali. Le esportazioni statunitensi sono tornate a livelli storicamente elevati e dovrebbero iniziare ad assorbire l’eccesso di tonnellaggio. L’AIE prevede una crescita della domanda globale di circa 1,6 milioni di barili al giorno nel 2017 (pari all’1,6%) e di 1,4 milioni di barili al giorno nel 2018 (pari all’1,4%). Secondo le previsioni per il quarto trimestre 2017, l'input globale delle raffinerie aumenterà di 100.000 barili al giorno su base trimestrale, attestandosi a 80,9 milioni di barili al giorno, pari ad un incremento di 900.000 barili al giorno su base annua. Tuttavia si prevede che i volumi di produzione globali delle raffinerie aumentino di ben 2,9 milioni di barili al giorno da settembre a dicembre. Benché l’incremento globale dei margini di raffinazione causato dall'uragano Harvey sia in gran parte scomparso, i margini rimangono a livelli rassicuranti. I mercati globali dei raffinati nel quarto trimestre 2017 sembrano equilibrati dopo cali nel secondo e nel terzo trimestre del 2017.
ALTRE DELIBERE
Il Consiglio di Amministrazione di DIS, riunitosi in data odierna, ha inoltre deliberato di esercitare la facoltà di cui all’art. 3.2 del regolamento dei “Warrant DIS 2017 – 2022”, codice ISIN LU1588548724 e di stabilire 5 periodi addizionali di esercizio dei Warrant medesimi della durata di un mese consecutivo di calendario ciascuno (i “Periodi di Esercizio Addizionali”) definendo per ogni nuova finestra di esercizio lo strike price in applicazione di quanto previsto all’art. 4.2 del regolamento dei Warrant come di seguito illustrato:
 Euro [0,283], per i Warrant esercitati in tutti i giorni lavorativi del mese di dicembre 2017;
 Euro [0,328], per i Warrant esercitati in tutti i giorni lavorativi del mese di dicembre 2018;
Euro [0,354], per i Warrant esercitati in tutti i giorni lavorativi del mese di dicembre 2019;
 Euro [0,381], per i Warrant esercitati in tutti i giorni lavorativi del mese di dicembre 2020;
 Euro [0,410], per i Warrant esercitati in tutti i giorni lavorativi del mese di dicembre 2021.
Il Consiglio di Amministrazione di DIS, anche tenuto conto della natura del business caratterizzato come noto da elevati livelli di volatilità nonché dalle ripercussioni che questo talvolta può avere sul corso del titolo azionario anche in corso d’anno, ha ritenuto opportuno fissare, in aggiunta al periodo di esercizio annuale previsto nel corso del mese di giugno a far data dal giugno 2018, 5 Periodi di Esercizio Addizionali al fine di: (i) incrementare la liquidità implicita dello strumento finanziario a beneficio dei possessori dello stesso; (ii) massimizzare, sempre a beneficio dei titolari dei Warrants, la componente opzionale dello strumento e di conseguenza – a parità di altre condizioni – il loro valore; (iii) agevolare la pianificazione dei flussi finanziari dei titolari dei Warrants nell’ambito dei 12 mesi (potendo i titolari spalmare l’eventuale esercizio in due momenti temporali); (iv) incrementare, dal punto di vista di DIS, le probabilità di sottoscrizione dei Warrants – con conseguente beneficio in termini di raccolta di equity; (v) in definitiva massimizzare – sia lato titolare del Warrant che lato DIS – l’efficacia dello strumento.


09/11/2017 13:45:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

Progetto "PrimaVela": la Vela sul lago Maggiore

Vela GO è l’ente promotore ed organizzatore di “PrimaVela” che ha dato l’opportunità a una cinquantina di ragazzi dell'Istituto Marcelline di Arona di avvicinare una disciplina sportiva

Volvo Ocean Race: un fine settimana di fuoco

Gli appassionati che seguono la cartografia elettronica, le posizioni e le classifiche della Volvo Ocean Race saranno incollati ai loro schermi per vedere come evolverà la situazione e come sarà il prossimo report

Troostwijk, all'asta uno yacht e la storica "La Spina"

Questo tipo di lotti non sono una novità per Troostwijk che negli ultimi mesi ha indetto aste per diverse imbarcazioni e automobili di lusso.

La leggenda Loïk Peyron insieme ad altri grandi olimpionici sulla Star a Riva del Garda

Obiettivo: preparazione alla finale della Star Sailor League in programma dal 5 al 9 dicembre a Nassau, Bahamas

Nicolò Renna vince i Campionati Sudamericani Techno Plus

all’altra italiana Giorgia Speciale oro tra le femmine. Nel 2018 dovranno guadagnarsi la convocazione olimpica personale con i risultati conseguiti dopo 3 eventi internazionali

Testa a testa tra STIG e SIKON al Melges 40 Grand Prix di Palma de Mallorca

SIKON, del giapponese Yukihiro Ishida (con il maiorchino Manu Weiller alla tattica) è indiscutibilmente la “boat of the day” con un secondo e un primo posto come parziali

Sport di Mare e Inclusione: incontro pubblico a Lignano Sabbiadoro

Tiliaventum asd e Lo Spirito Di Stella Onlus si occupano da molti da molti anni di inclusione attraverso le discipline sportive di mare e l'occasione nasce dalla recente esperienza WOW - WheelsOnWaves

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci