domenica, 18 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela    volvo ocean race    x-yachts    nauticsud    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group    press    premi   

REGATE

Keep Cool Albatravel vince la Prosecco DOC Cooking Cup 2017

keep cool albatravel vince la prosecco doc cooking cup 2017
redazione

Lo “Scorfano in tecia” di Alessandro Ramella, cuoco professionista dell’Hilton, unito ad una regata da favola condotta lungo le dieci miglia di percorso tra la bocca di porto di Malamocco e la Laguna hanno spinto verso la vittoria della Cooking Cup Prosecco Doc 2017 Keep Cool Albatravel, barca di Francesco Dal Bon e Davide Cori in gara per i colori della Compagnia della Vela. Un’edizione definita zero grazie alla nuova collaborazione con Barcolana ma che non ha perso la sua grande tradizione: quella di unire la vela alla cucina. Un grande giornata per venti barche e venti piatti preparati con cura che hanno stupito la giuria tecnica.
Per quanto riguarda la gara di vela splendido e spettacolare il testa a testa tra Keep Coll e Boè, barca del presidente della Cdv Ugo Campaner che si è comunque aggiudicato il titolo di categoria.
Gli spaghetti alla chesapeake” di Carolyn Burkhardt Pettenello, cuoco non professionista, hanno vinto il premio culinario della giuria tecnica e spinto verso il secondo posto nell’overall Truelove.
Truelove ha vinto anche il primo premio nella categoria classe 0. Nella classe 1 primo posto per Ugo Campaner su Boè (Compagnia della Vela), nella classe 2 vince Solo Lei di Stefano Vidoni (Società Nautica Laguna). Nella classe 3 bissa il successo Keep Cool Alba Travael (Compagnia della Vela) e nella classe 5 Elan 210 vittoria per Silvia Marchi (Compagnia della Vela) su Storm.
Il premio crew per il miglior equipaggio è andato a Blumarti del circolo Porto di mare di Gianfranco Bruni 
«E’ stato il nostro anno zero ed è andato alla grande – è il commento del presidente della Compagnia della vela Ugo Campaner – La Cooking Cup è uno dei pilastri della nostra attività e aver trovato in Barcolana un appoggio importante per rilanciare la regata ci riempie di soddisfazione. C’è stato divertimento in mare, divertimento tra la giuria tecnica, una giornata splendida con un vento che dopo un inizio incerto ha spinto le barche per tutte le 10 miglia del percorso dando vita anche a sfide spettacolari. Insomma, viva la Cooking Cup, complimenti a chi ha vinto sia in mare che in cucina e grazie a chi ha fatto in modo che tutto andasse nel migliore dei modi». 
Franco Favaretto, chef del Baccalàdivino, è stato anche quest’anno presidente della giuria tecnica che ha giudicato i piatti preparati a bordo delle imbarcazioni in gara alla Cooking Cup 2017.
Accanto a lui l’assaggio e la valutazione dei piatti ha visto la partecipazione di due chef che rappresentano l’innovazione e la storia della cucina: Matteo Metullio, il più giovane chef stellato e ora guida della cucina dell'Hotel Ciasa Salares dell'Alta Badia, quindi Alessandro Gavagna de La Subida di Cormonse e poi tre velisti: il pluricampione Mauro Pelaschier, il progettista di yacht Maurizio Cossutti e Claudio Demartis, veneziano di  nascita e triestino d’adozione, ideatore della Veleziana e amministratore delegato della Barcolana. I giudici hanno valutato bontà, difficoltà di esecuzione, utilizzo delle materie prime e presentazione del piatto al momento della consegna.
«Non finisco mai di stupirmi di fronte all’abilità di riuscire a cucinare piatti di altissima qualità a bordo di una barca a vela – spiega Franco Favaretto – E devo dire che con un numero inferiore di cuochi professionisti è stato un raggiunto qualitativo, di presentazione e di fantasia molto alto. Il piatto che ha vinto è stato cucinato in maniera eccellente, ha convinto tutti i giurati e devo dire la decisione è stata unanime nella scelta finale».
 
 


03/07/2017 20:30:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

FIV: siglato l'accordo con la Guldmann per l'attività paralimpica

Guldmann è un'azienda con sede in Danimarca che dedica il suo operato allo sviluppo , alla produzione e alla vendita di tecnologie applicate al benessere delle persone

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci