lunedí, 25 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

marina militare    tp52    vele d'epoca    solidarietà    melges 20    regate    volvo ocean race    altura    mini 6.50    press    circoli velici   

TROFEO JULES VERNE

Jules Verne: ritardo pesante per Spindrift e IDEC

jules verne ritardo pesante per spindrift idec
Roberto Imbastaro

Risalire l’Atlantico del Sud è sempre una grossa rogna e questo accade, con poche eccezioni, in quasi tutti i giri del mondo a vela, non importa siano Jules Verne, Vendée Globe, VOR o altro.

E IDEC e Spindrift non stanno certo prendendo il jolly e continuano nella loro emorragia di miglia rispetto al record stabilito da Loick Peyron nel 2012. Ora sono indietro rispettivamente di 1334 (IDEC) e 789 miglia (Spindrift). Dopo l’Equatore, però, qualcosa potrebbe cambiare. Lo speriamo tutti sia per i protagonisti, sia per dare un po’ di pepe alla sfida.

Spindrift nelle ultime 24 ore si è mossa abbastanza bene, ma non basta, Nello stesso tratto di mare Loick Peyron aveva fatto 10 nodi di più di media. Per Dona e Yann ancora 24 ore di sofferenza fino all’equatore, poi le medie inizieranno a crescere.Ma basterà?

Per IDEC, invece, ancora due giorni prima dell'Equatore. Dal tracciato si vede la furia che c’è a bordo nel tentativo di tirarsi fuori dall’anticiclone di Sant’Elena. Si cambia prua incessantemente, da nord ovest a nord est. Ma con una distanza di circa 250 miglia dolorosamente masticate ogni giorno dal 26 dicembre siamo molto lontani dalle 800 miglia e più al giorno dei giorni migliori. Siamo al 38° giorno di mare e quattro anni fa in queste stesse ore il maxi-tri Banque Populaire V e Loick Peyron passavano l’equatore. A 1350 miglia di distanza, Idec ci metterà poco più di due giorni per arrivare e solo se Eolo si degnerà finalmente di collaborare.


30/12/2015 10:54:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Assegnati a Forio i titoli di Campione Italiano ORC 2018

Altair 3 di Sandro Paniccia conferma il suo titolo. Nel Gruppo B successo diExtrema, X35 di Andrea Bazzini

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

Italiano Altura: due prove con vento leggero nella seconda giornata ischitana

Nelle acque dell’isola verde si sono svolte due prove di giornata nonostante un vento debole e instabile che ha costretto il Comitato di Regata di rinviare la prima partenza di quasi due ore

MASBEDO a Manifesta 12 Palermo | altri due weekend per visitare l'installazione all'Archivio di Stato di Palermo

Sabato 23 e domenica 24, e sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, dalle ore 10 alle ore 20 l'installazione site-specific Protocollo no. 90/6 (2018) del duo MASBEDO per Manifesta 12 sarà nuovamente fruibile all’interno dell’Archivio di Stato di Palermo

Kiel: Cesare Barabino oro nel Laser 4.7

Cesare Barabino dello Yacht Club di Olbia si aggiudica la medaglia d’oro nella classe Laser 4.7 distaccando il secondo classificato, l’olandese Paul Hameeteman di ben 41 punti ...

Forio d'Ischia: parte il Campionato Italiano Altura

Le acque dell’isola di Ischia faranno da palcoscenico alle sessantatré imbarcazioni, per un totale di oltre ottocento atleti che si daranno battaglia per quattro giorni sui due campi di regata al largo di Forio d’Ischia

La Serenissima celebra la tradizione con il VI Trofeo Principato di Monaco - Vele d'Epoca in Laguna

Per il quarto anno il Trofeo, seconda tappa della “Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico” 2018, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia

Volvo Ocean Race: tappa decisiva

E’ quella in cui veramente ci si gioca il titolo. La leg 11 partirà giovedì 21 giugno da Göteborg, in Svezia, diretta all’Aja nei Paesi Bassi e sarà una sfida totale per i primi tre team della classifica generale, MAPFRE, Team Brunel e Dongfeng Race Team

Grande successo per la 30+Trenta

Il percorso costiero prevede la partenza davanti al porto di Fiumicino con arrivo al molo della marina di Riva con attenzione alle secche di Capolinaro. Il ritorno percorso inverso con arrivo al traverso del molo verde di Fiumicino

Italiano Altura: dopo la prima giornata al comando Mela ed Extrema

Le imbarcazioni hanno portato a termine una prova nel corso di una giornata caratterizzata da bel tempo e vento debole intorno ai 7-8 nodi fino al pomeriggio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci