martedí, 30 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j/70    ostar    coppa america    fraglia vela riva    fincantieri    vela day    marina di varazze    regate    motonautica    yacht club italiano    porti    j24    centri velici    nautica    cnsm    cinquecento    meteor    america's cup    calvi network    windsurf   

ALTURA

Italiano Altura: partono bene Be Wild e Xsita

italiano altura partono bene be wild xsita
redazione

Il mare di Palermo si è animato di vele, per l'avvio del Campionato Italiano Assoluto Vela d'Altura-Trofeo Diesse. Programma rispettato: grazie a una giornata di sole e vento leggero ma costante sui 6-8 nodi da Nord-Nord Est, il Comitato di Regata guidato da Alfredo Ricci ha potuto svolgere due regate. Uscite dal porto alle 12, le 70 barche del campionato (record storico di partecipazione all'evento) sono rientrate alla base, nel porticciolo de La Cala, solo alle 18. Sei ore di mare, di regate, manovre e caccia al titolo Italiano. Le regate sono state ben visibili dal lungomare palermitano. Da segnalare che un equipaggio ha salvato una tartaruga marina trovata in mare in difficoltà impigliata in una rete.

Le classifiche dei due Gruppi hanno i primi leader e si delineano anche i duelli nelle varie categorie. La flotta è divisa in Gruppo A, le barche di dimensioni maggiori (12-15 metri) che comprende le Classi 0, 1 e 2 (ciascuna delle quali avrà una propria classifica e il relativo titolo italiano); e Gruppo B (9-11 metri) con le Classi 3, 4 e 5. Ogni Classe ha poi due raggruppamenti al proprio interno: Crociera e Regata, secondo l'allestimento e le prestazioni.

 

GRUPPO A

In testa dopo due prove (entrambe vinte) c'è lo Swan 42 BeWild di Renzo Grottesi (CV Portocivitanova) con a bordo Sandro Montefusco, davanti all'X-41 Sideracordis di Pier Vettor Grimani (CDV Venezia), un secondo e un quarto di giornata, e al terzo posto il Vismara 46 Duende Aeronautica Militare di Raffaele Giannetti (CN Riva di Traiano) che ha a bordo Giancarlo Simeoli, l'ex olimpico di Finn Emanuele Vaccari e giovani delle classi olimpiche come Francesca Komatar e Niccolò Bertola.

 

GRUPPO B

Al comando c'è l'X35OD Xsita di Trino Barnabò (YC Aregai), con un sesto e un terzo, al secondo posto Il Grand Soleil 37B Sagola Biotrading di Beppe Fornich (YC Favignana), con un quinto e un quarto, e al terzo l'Italia 9,98 Lauria di Marco Balicco (YC Chiavari) con a bordo Gabriele Bruni e Matteo Ivaldi.

La prima serata del Campionato Italiano Vela d'Altura Trofeo Diesse, si conclude con una cena degli armatori al Mercato Sanlorenzo, struttura che riunisce le più belle realtà enogastronomiche della Sicilia: 2800 prodotti genuini da 250 fornitori selezionati in tutto il territorio.

 

Domani previste altre due regate, sempre sul campo di regata davanti a Palermo, con partenza alle ore 11.

 

Fabrizio Gagliardi (Consigliere Federale con delega alla vela d’altura)

“Un ottimo inizio per questo Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura qui a Palermo: grande successo di partecipazione, con numeri mai visti negli ultimi anni, ma soprattutto ottimo il livello delle barche e degli equipaggi in regata. Oggi sono state disputate due prove, il vento non è stato troppo ma sufficiente per gareggiare, si sono visti subito i veri valori in campo, con i migliori subito davanti in classifica. E’ stato un ottimo inizio anche per la macchina organizzativa e per il Comitato di Regata, che ha gestito bene le due prove, in cui tutto è andato per il meglio. Da segnalare che oggi c’è stato molto fermento e curiosità per il salvataggio di una tartaruga che era rimasta impigliata in una rete e che è stata liberata, e consegnata agli uomini della Capitaneria, grazie all’intervento di un equipaggio”.

 

Luigi Masturzo (tattico Be Wild)

“Oggi per noi è stata una giornata molto positiva, al momento siamo al vertice della classifica, quindi l’inizio è stato ottimo, e contiamo di proseguire così. Palermo ha subito offerto delle splendide condizioni, con una grande giornata di mare e di sole, quindi meglio di così era davvero difficile iniziare”.

ph. Fabio Taccola


27/07/2016 22:30:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caorle: la Cinquecento ha il suo "Angelo Negro"

Matteo Miceli al via in doppio su Black Angel di Paolo Striuli. E minaccia di cantare....

Salina Sailing Week 25/28 Maggio

Sarà una edizione con una leggera contrazione numerica dovuta alla immediatamente successiva tappa di Trapani dei Beneteau 25

Monfalcone: un "College" per imparare la vela alla Scuola Vela Tito Nordio

La Scuola Vela Tito Nordio dello Yacht Club Hannibal, la prima Scuola Vela riconosciuta dalla Federazione Italiana Vela è organizzata con il sistema del “college inglese”

La Cinquecento: Lazy guida la flotta a Sansego

Lazy di Mueller/Hanakamp insieme a Rocket I di Gianluca Chini/Alberto Taddei, guidano la corsa e sembrano marcarsi piuttosto stretti, dando vita a un appassionante match-race

I Mini 6.50 ricordano Simone Bianchetti

200 miglia in Adriatico per un Trofeo dedicato allo skipper romagnolo

Dicono sia iniziata l'America's Cup

Partita l'America's Cup, ma non se ne è accorto quasi nessuno

Lauderdale Yacht Club è il vincitore del XXXI Trofeo Marco Rizzotti

Sul podio anche la Nazionale Italia, uscita sconfitta solamente dallo scontro diretto con Lauderdale, e LISOT New York

E' tornata in Italia "Fiamma Nera", la barca del Duce

Ritorna in Italia “Fiamma Nera”, l'imbarcazione appartenuta a Benito Mussolini, che ha attraccato ieri sera al Porto di Roma

Il Wider 150, rinominato M/Y ‘Bartali’, è di nuovo in acqua e pronto per la consegna

"Il team Wider ha lavorato intensamente, facendo anche turni extra negli ultimi due mesi per assicurare il completamento delle modifiche richieste e rispettare la data di consegna concordata con il nuovo proprietario"

Benetti vara il nuovo BF104 MY Lejos 3

M/Y “Lejos 3” è la quarta unità del fortunato modello Fast 125’ e sarà consegnato all’armatore nei prossimi mesi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci