domenica, 25 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

altura    regate    marevivo    volvo ocean race    reale yacht club canottieri savoia    ucina    perini    press    soldini    saetec    nautica    crn    radar    mascalzone latino    giovanni soldini    pesca   

ALTURA

Italiano Altura: partono bene Be Wild e Xsita

italiano altura partono bene be wild xsita
redazione

Il mare di Palermo si è animato di vele, per l'avvio del Campionato Italiano Assoluto Vela d'Altura-Trofeo Diesse. Programma rispettato: grazie a una giornata di sole e vento leggero ma costante sui 6-8 nodi da Nord-Nord Est, il Comitato di Regata guidato da Alfredo Ricci ha potuto svolgere due regate. Uscite dal porto alle 12, le 70 barche del campionato (record storico di partecipazione all'evento) sono rientrate alla base, nel porticciolo de La Cala, solo alle 18. Sei ore di mare, di regate, manovre e caccia al titolo Italiano. Le regate sono state ben visibili dal lungomare palermitano. Da segnalare che un equipaggio ha salvato una tartaruga marina trovata in mare in difficoltà impigliata in una rete.

Le classifiche dei due Gruppi hanno i primi leader e si delineano anche i duelli nelle varie categorie. La flotta è divisa in Gruppo A, le barche di dimensioni maggiori (12-15 metri) che comprende le Classi 0, 1 e 2 (ciascuna delle quali avrà una propria classifica e il relativo titolo italiano); e Gruppo B (9-11 metri) con le Classi 3, 4 e 5. Ogni Classe ha poi due raggruppamenti al proprio interno: Crociera e Regata, secondo l'allestimento e le prestazioni.

 

GRUPPO A

In testa dopo due prove (entrambe vinte) c'è lo Swan 42 BeWild di Renzo Grottesi (CV Portocivitanova) con a bordo Sandro Montefusco, davanti all'X-41 Sideracordis di Pier Vettor Grimani (CDV Venezia), un secondo e un quarto di giornata, e al terzo posto il Vismara 46 Duende Aeronautica Militare di Raffaele Giannetti (CN Riva di Traiano) che ha a bordo Giancarlo Simeoli, l'ex olimpico di Finn Emanuele Vaccari e giovani delle classi olimpiche come Francesca Komatar e Niccolò Bertola.

 

GRUPPO B

Al comando c'è l'X35OD Xsita di Trino Barnabò (YC Aregai), con un sesto e un terzo, al secondo posto Il Grand Soleil 37B Sagola Biotrading di Beppe Fornich (YC Favignana), con un quinto e un quarto, e al terzo l'Italia 9,98 Lauria di Marco Balicco (YC Chiavari) con a bordo Gabriele Bruni e Matteo Ivaldi.

La prima serata del Campionato Italiano Vela d'Altura Trofeo Diesse, si conclude con una cena degli armatori al Mercato Sanlorenzo, struttura che riunisce le più belle realtà enogastronomiche della Sicilia: 2800 prodotti genuini da 250 fornitori selezionati in tutto il territorio.

 

Domani previste altre due regate, sempre sul campo di regata davanti a Palermo, con partenza alle ore 11.

 

Fabrizio Gagliardi (Consigliere Federale con delega alla vela d’altura)

“Un ottimo inizio per questo Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura qui a Palermo: grande successo di partecipazione, con numeri mai visti negli ultimi anni, ma soprattutto ottimo il livello delle barche e degli equipaggi in regata. Oggi sono state disputate due prove, il vento non è stato troppo ma sufficiente per gareggiare, si sono visti subito i veri valori in campo, con i migliori subito davanti in classifica. E’ stato un ottimo inizio anche per la macchina organizzativa e per il Comitato di Regata, che ha gestito bene le due prove, in cui tutto è andato per il meglio. Da segnalare che oggi c’è stato molto fermento e curiosità per il salvataggio di una tartaruga che era rimasta impigliata in una rete e che è stata liberata, e consegnata agli uomini della Capitaneria, grazie all’intervento di un equipaggio”.

 

Luigi Masturzo (tattico Be Wild)

“Oggi per noi è stata una giornata molto positiva, al momento siamo al vertice della classifica, quindi l’inizio è stato ottimo, e contiamo di proseguire così. Palermo ha subito offerto delle splendide condizioni, con una grande giornata di mare e di sole, quindi meglio di così era davvero difficile iniziare”.

ph. Fabio Taccola


27/07/2016 22:30:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Volvo Ocean Race: donne al comando

La skipper britannica Dee Caffari e il suo giovane team (tra cui c'è Francesca Clapcich) si stanno preparando a guidare la flotta nella zona della seconda barriera corallina più grande del pianeta

La lunga stagione velica dei "Protagonist" sul Lago di Garda

Un calendario agonistico ricco e variegato dunque, con molte conferme e importanti novità. Alle tradizionali regate suddivise tra i circuiti Sailing Series, Long Distance e Campionato Nazionale, si aggiunge il Trofeo Protagonist nella sua prima edizione

Invernale Riva di Traiano: un week end che vale doppio

Si regaterà sabato e domenica per il recupero delle prove perse questo inverno. Iniziano a crescere le iscrizioni alla Roma per 1/2/Tutti

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

Consegnato il “Premio Perini Navi” nei Premi di Laurea del Comitato Leonardo

Ad aggiudicarsi il premio è stato il progetto denominato “Soluzioni tecnologiche innovative per un diporto ecosostenibile integrate nel design di un sailing luxury yacht” a cura di Giuseppe Sorrenti

Soldini e Maserati a 1.000 miglia dall'arrivo

Ultime 1000 miglia per Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70. L’arrivo a Londra è previsto nella mattinata di venerdì 23 febbraio

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Volvo Ocean Race: alla ricerca del vento

La flotta della Volvo Ocean Race sta affrontando altre ore di navigazione difficile, essendo entrata in pieno in una ampissima zona di aria leggera

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci