lunedí, 16 luglio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela internazionale    press    optimist    j/70    windsurf    j70    coppa italia    ufo22    rs feva    regate    nacra 17   

REGATE

Italia campione del mondo giovanile a Sanya

italia campione del mondo giovanile sanya
redazione

Un felice risveglio per l’Italia che conquista il Campionato del Mondo Giovanile nella speciale classifica squadre a Sanya in Cina, per il secondo anno consecutivo.
Un grandissimo lavoro di squadra ha visto eccellere tutti i giovani atleti italiani nei cinque giorni di regate intense e con condizioni sempre diverse che hanno visto chiudere nei primi dieci in tutte e nove le flotte i nostri ragazzi, dimostrando un alto livello di preparazione e grande forza mentale.
Sono in tutto quattro le medaglie che torneranno in Italia dalla Cina: un oro, un argento e due bronzi, questo è il ricco bottino della delegazione italiana in Cina, capitanata da Alessandra Sensini, Direttore Tecnico Giovanile, coadiuvata dai Tecnici Federali Francesco Caricato e Gianluigi Picciau.
Margherita Porro e Sofia Leoni (CV Arco) vincono nei 29er con due prove di anticipo dopo aver letteralmente dominato sulla flotta con una prima giornata eccezionale che le ha viste rientrare a terra con tre primi posti nelle tre prove. Sono seconde le russe Zoya Novikova e Diana Sabirova e terze le australiane Jasmin May Galbraith e Chloe Fisher.
Giorgia Speciale (SEF Stamura) è argento a pari punti con la prima, la britannica Emma Wilson, nell’RS:X, dopo essere stata in testa per la maggior parte della settimana, decisiva è stata la prova odierna che ha visto prima la Wilson e seconda la nostra Giorgia, che ha disputato una regata eccezionale anche se le condizioni non erano proprio le sue ideali. Vince la medaglia di bronzo la cinese Ting Yu.
Arianna Passamonti e Giulia Fava (Nauticlub Castelfusano-AV Civitavecchia) sono bronzo nei 420 con una settimana di risultati davvero costanti in cui scartano un decimo posto. Dopo una partenza non straordinaria sono state in grado di reagire e conquistare il podio. Vincono l'oro le gemelle americane Carmen ed Emma Cowles e sono argento le francesi Violette Dorange e Camille Orion.

E’ bronzo anche Guido Gallinaro (FV Riva) nei Laser Radial maschili dopo una serie di risultati che avrebbero garantito anche un finale migliore non fosse stato per la squalifica nella prova 7 di ieri a causa di una protesta discutibile, che però non lo ha bloccato mentalmente, e sia nella seconda regata di ieri, che soprattutto nell’ultima di oggi, ha reagito molto bene.
Federica Cattarozzi (CV Torbole) chiude in ottava posizione nei Laser Radial femminili, un ottimo quarto posto oggi la fa risalire di cinque posizioni da ieri e contribuisce al risultato finale di squadra. Vince Charlotte Rose (USA) a pari punti con Dolores Moreira Fraschini (URU) - campionessa uscente - dopo una settimana di grande battaglia fra le due; il bronzo va alla britannica Daisy Collingridge.
Nella classe 420 maschile Edoardo Ferraro e Francesco Orlando (YC Sanremo) recuperano ben cinque posizioni da ieri con la prova odierna e sono decimi, rispondendo anch'essi con grande impegno mentale alla chiamata della squadra. Vincono Otto Henry/Rome Featherstone (AUS), seguiti da Thomas Rice/Trevor Bornarth (USA) e da Ido Bilik/Noam Homri (ISR).
Chiude ad un passo dal podio, nella flotta dell'RS:X maschile,  Luca Di Tomassi (LNI Civitavecchia), dopo una splendida vittoria nell'ultima prova di oggi. Davanti a lui degli atleti che hanno dimostrato grande costanza fino all'ultimo: l’israeiliano Yoav Cohen, il cinese Hao Chen e l’olandese Sil Hoekstra, rispettivamente oro, argento e bronzo.
Federico Zampiccoli e Leonardo Chistè (CV Arco) nella flotta dei 29er salgono di una posizione da ieri e sono sesti con un ottimo secondo posto nella prova odierna. Qui il podio è composto dai francesi Theo Revil/Gautier Guevel, oro, seguiti da Mathias Berthet/Alexander Franks-Penty (NOR), argento, e Santiago Duncan/Elias Dalli (ARG), bronzo. 
Nei catamarani Nacra15, Alessandro Cesarini e Flavia Saveriano (Assonautica Viterbo-CdV Roma) chiudono con un bel terzo posto nell'ultima prova che li fa salire in ottava posizione generale. Max Wallenberg/Amanda Bjork-Anastassov (SUI) vincono l'oro, Shannon e Jaden Dalton (AUS) l'argento e Lucas Claeyssens/Anne Vanderberghe (BEL) il bronzo.
Alessandra Sensini commenta entusiasta dalla Cina: “E’ stata un’ultima giornata intensissima, bellissima! Proprio come lo scorso anno siamo riusciti a vincere il trofeo per nazioni. I ragazzi si sono comportati in maniera fantastica, avevamo chiesto a tutti loro di fare un lavoro di squadra e così è stato.
Personalmente l’ho vissuto come se fosse un momento agonistico, quindi ero proprio emozionata. Gallinaro ha regatato molto bene, ieri ha subito una protesta che secondo noi era un po’ ingiusta, ma ha reagito benissimo oggi, chiudendo con una regata eccezionale. Anche Giorgia ha disputato un’ultima prova fantastica, oggi non c’erano le condizioni ideali per lei e nonostante questo ha disputato una regata strepitosa. Anche le ragazze del 420 hanno reagito bene ad una prima giornata non bellissima, facendo poi molto bene, soprattutto oggi. Ultime, ma non per importanza, Margherita Porro e Sofia Leoni che hanno dominato nella classe dei 29er, in un campionato che si è svolto su un campo molto complesso. Le ragazze hanno dimostrato non solo di saper interpretare le condizioni, ma una grossa stabilità mentale. Voglio sottolineare che questo team naviga insieme solo da giugno, ed insieme hanno già vinto un Europeo ed un Mondiale!
La squadra era molto preparata, ma la vittoria è anche una questione di forza mentale e loro hanno dimostrato di averne.
Purtroppo il regolamento impone la presenza massima di tre tecnici per nazione, ma voglio ringraziare anche Mauro Covre, che ha seguito i Mondiali da casa tutte le notti garantendoci reperibilità, Luigi Bertini, Rule Advisor, che ci ha dato assistenza per le proteste e Pietro Zucchetti con noi del settore giovanile da pochi mesi.
Per noi dello staff vincere due volte consecutive è una soddisfazione enorme: confermarsi è sempre difficile. Voglio anche fare i complimenti agli allenatori di tutti i Circoli e ai Circoli stessi. Credo nel lavoro di squadra e se si lavora insieme i risultati arrivano”.


15/12/2017 19:06:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marco & Muttley: ma che bel giro d'Italia a vela!!!

Marco Rossato, principale protagonista e promotore del progetto TRI sail4all promosso dall’ASD“I Timonieri sbandati”, è il primo velista disabile agli arti inferiori a circumnavigare in barca a vela da solo(con cane Muttley al seguito) i mari italiani

Garda: al mondiale Yngling si parla solo olandese

Mondiali classe Yngling a Riva del Garda: tra i tre olandesi la spunta NED 255 con Moorman Kaj al timone

Libri: Andrea Stella, Sfida sull'Oceano

Esce domani (11 luglio) in tutte le librerie per le Edizioni San Paolo "Sfida sull'oceano. Un'eccezionale impresa di mare in sedia a rotelle" di Andrea Stella

Duende (CNRT) vince la Coppa Italia, Tevere Remo la 1^ Coppa Italia per Club

Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, C. N. Riva di Traiano, vince la Coppa Italia 2018. Al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo la prima Coppa Italia per Club - Trofeo Enway

Coppa Italia: una sola prova e la vince Duende (CNRT)

Riva di Traiano. Coppa Italia - Trofeo Enway 2018 - Tanto l’entusiasmo … ma il vento tradisce la prima della Coppa

14 luglio: parte dal CNRT la "presa" della Coppa Italia 

Parte il 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia, da Riva di Traiano la nuova Coppa Italia Altura per Club, una vera rivoluzione che mette a confronto i circoli velici nel contendersi il Trofeo Enway 

Guardia Costiera: sequestrati 11.000 metri di reti illegali

Il sequestro operato da Nave Bruno Gregoretti (CP920) della Guardia Costiera

Prime regate all'Europeo Ufo 22

Al termine della prima giornata, in cima alla classifica troviamo Frisbee, ITA 049, di Michele Magagna, seguito al secondo posto da Wendl, AUT 114, di Günther Wendl e al terzo posto da GMT-Econova di Giorgio Zorzi, ex presidente della classe

Parte domani a Domaso il Campionato Italiano H22

L’H22 One Design è un’imbarcazione monotipo di 22 piedi (6,70mt), disegnata dal progettista inglese di Coppa America Rob Humphreys, prodotta da H22 One Design s.r.l.

Conclusa la quarta tappa del Trofeo Dinghy Classico 2018

Per la prima volta i legni si sfidano sul Lago d’Orta

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci