sabato, 23 febbraio 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

campionati invernali    press    barcolana    rorc caribbean 600    fincantieri    regate    vela oceanica    vele d'epoca    cnsm    dragoni    j24    mascalzone latino    caribbean 600    giovanni soldini    vela    velista dell'anno    soldini   

MINI 6.50

Ita 883 Pegaso Marina Militare prima alle Bocche di Bonifacio

ita 883 pegaso marina militare prima alle bocche di bonifacio
redazione

Con il passaggio alle Bocche di Bonifacio si apre la seconda parte del Gran Premio d’Italia, organizzato dallo Yacht Club Italiano e dedicato ai Mini 6.50.
Dopo la partenza lenta di sabato dal porto di Genova e una prima notte impegnativa lungo le coste della Corsica, che ha visto diversi ritiri, la flotta si è trovata bloccata nel poco vento che ha caratterizzato la prima parte della giornata di domenica.
Era scritto nelle previsioni e gli skipper hanno dovuto scegliere, durante la discesa verso la Sardegna, se restare sotto costa o spingersi più verso Ovest.
In questa fase guadagna vantaggio il serie ITA 769 Caerus, di Marco Alejandro Buonanni e Dario Desiderio, che nel pomeriggio di domenica si trova al comando della flotta con un discreto distacco. Segue un gruppo compatto con ITA 883 Pegaso Marina Militare degli atleti Giovanna Valsecchi e Andrea Pendibene, ITA 446 Koati di Francesco Renella e Matteo Martinet e ITA 633 Bea di Fabio Ronsivalle e Lorenzo Meroni.
Nei Proto il vantaggio del greco Markos Spyropoulos e Alessandro Torresani a bordo di GRA 931 Alisia che però perde la testa della flotta, forse per un problema a bordo.
La seconda notte si presenta più impegnativa con forte vento da Sud Est costringendo i team ad una bolina verso l’approccio al passaggio alle Bocche di Bonifacio, che avverrà durante l’alba di lunedì 9 aprile.
Sarà la barca della Marina Militare ITA 883 Pegaso la prima a passare le Bocche, dopo aver guadagnato vantaggio durante la notte su ITA 769 Caerus.
Una notte non facile e un passaggio tra Corsica e Sardegna che segna sempre un momento cruciale per questa regata di oltre 500 miglia di percorso.
Entrati in Tirreno e con il giro di Giannutri si apre quindi il secondo capitolo della regata.
Per le prossime ore sono previsti ancora venti dai quadranti meridionali che dovrebbero agevolare la risalita verso il traguardo di Genova. 



Foto Benedetta Pitscheider


09/04/2018 20:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caribbean 600: sportività tra Soldini e il Team Argo

Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati Multi 70 hanno accolto la richiesta del Team di Argo di posticipare la partenza della RORC Caribbean 600

Giovanni Soldini pronto per la RORC Caribbean 600

Domani il via dell’11ma edizione della RORC Caribbean 600. Previste condizioni favorevoli per la regata

La RORC Caribbean 600 di Giancarlo Simeoli

Giancarlo Simeoli ha affrontato la Caribbean 600 a bordo di Triple Lind Cookson 50 di Joseph Mele

Sydney: dopo 5 prove Australia in testa nella "ControCoppa America"

Belle riprese video ma formula ancora non convincente

Invernale Riva di Traiano: 2 nodi non bastano

Giornata estiva con un vento che non è mai andato oltre i 3 nodi, troppo pochi per disputare una regata degna di tal nome

Caribbean 600: per Soldini anche il nuovo record della regata

Il Team italiano stabilisce il nuovo record della regata: 1 giorno, 6 ore e 49 minuti Il diretto rivale Argo taglia il traguardo 7 minuti dopo

Presentata La Lunga Bolina 2019

Svolta "plastic free" per la regata con il supporto di Marevivo

Ocean Cat arriva a Guadeloupe in 14 giorni, 3 ore e 40 minuti

Tullio e Giammarco: "Un'esperienza davvero impegnativa, sia psicologicamente che fisicamente. I protocolli di sicurezza ci hanno permesso comunque di navigare sapendo di essere costantemente seguiti da terra"

Vincenzo Onorato guida Mascalzone alla Mezza Maratona di Napoli

Vincenzo Onorato e la Scuola Vela Mascalzone Latino protagonisti alla Family Run & Friends di Napoli

Fantini e Cappelletti a Cagliari per Vite da Mare, incontro organizzato da 12 circoli e associazioni

Cagliari al centro della vela oceanica nazionale. Si parte con “Vite da Mare” ospiti i velisti Andrea Fantini e Francesco Cappelletti. Incontro organizzato da 12 circoli e associazioni.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci