giovedí, 26 maggio 2016

CAMPIONATI INVERNALI

Invernali J24: news dai campi di regata

invernali j24 news dai campi di regata
Red

VELA - Taranto. Prosegue con soddisfazione l’Invernale Città di Taranto ben organizzato dal Circolo Velico Ondabuena, un campionato fino ad ora caratterizzato da vento leggero ma che nel week end appena concluso ha regalato l'ennesima giornata di sole e, soprattuttto, la possibilità di effettuare altre tre prove valide anche per lo Zonale J24 della flotta di Puglia.
La prima partenza è stata caratterizzata da un immediato salto a sinistra del vento che ha premiato chi era posizionato in boa, ma, come spesso capita nel mar Grande, specie con il campo a ridosso delle isole Cheradi, il lato favorito è stato il destro dove Ita 419 Alphard (S.V.M.M.), Ita 439 L'Emilio e Ita 158 Buccia di Banana (Antonio Totagiancaspro, Cv Molfetta) hanno approfittatato per prendere la testa della flotta.
Ottimo il lavoro svolto dagli ufficiali di regata (per l'occasione Sion, Tortorella e Scafoliero) che hanno gestito al meglio la giornata e ordinato la riduzione di percorso sul terzo lato, evitando il fuori tempo massimo vista la bassa intensità del vento.
E’ Ita 419 Alphard (per l'occasione con Francesco Rima al timone) a tagliare per primo seguito da Ita 439 L'Emilio del C.V Molfetta (condotto da Francesco Mastropierro) e da Ita 490 Ma.T.I. (Lni Brindisi) di Angelo Lombardo (con Giovanni Cavallo alla barra).
La seconda prova, con vento disteso ed uniforme ma con il lato destro ancora favorevole, ha visto subito al comando Ita 427 Jebedee (con Antonio Macina) che però nella seconda bolina ha optato per un bordo a sinistra, perdendo d'un soffio la vittoria che, anche in questo caso, è andata a Alphard; terzo Ita 429 Team Ambra (SVMM) con Marc Arata (autore di un'ottima performance) al timone.
La terza ed ultima regata di giornata è stata lotta aperta tra Ita 406 Doctor J (armato e timonato da Sandro Negro - C.N .L'approdo) che ha fatto appello a tutta la sua classe per mantenere il posto che gli compete sul podio, Alphard (con uno scatenato Francesco Rima) e L'Emilio: ma, mentre Doctor J prendeva il largo, L'Emilio, dopo un acceso duello con il concorrente, è riuscito a guadagnare la piazza d'onore.
La classifica provvisoria (calcolata con tre scarti) vede sempre invariate le prime due posizioni occupate saldamente da Jebedee (15 punti) e da Doctor J (22 punti). Seguono nell’ordine Ita 490 Ma.T.I. Srl (ex JdF) che rimonta di una posizione, il J24 barese Ita 450 Marbea armato e timonato da Marcello Bellacicca (C.V. Giovinazzo), e Ita 172 Lumachia di Cosimo De Padova (C.V. Ondabuena) con Carlo D’Errico (Lni Taranto) alla barra.
Questa giornata di campionato al quale stanno partecipando una ventina di equipaggi della Flotta pugliese, ha in parte rimescolato le carte nelle retrovie, dando nuovo coraggio ed impulso a qualche equipaggio, contribuendo così a migliorare la Flotta e a renderla sempre più attiva.

Cervia. Funestato nelle scorse settimane dalle ripetute condizioni di maltempo che ne hanno impedito lo svolgimento in varie occasioni, il Campionato Invernale Memorial Stefano Pirini, organizzato dal Circolo Nautico Cervia “Amici della Vela”, ha vissuto finalmente una giornata "regolare" nella quale è stato possibile recuperare tre delle prove rimandate in precedenza.
Le vittorie di giornata sono state firmate dal cervese Antonio Antonelli con il suo ITA 424 Kismet, dal Capo Flotta della Romagna Guido Guadagni con  ITA 400 Capitan Nemo (CVR) e da Marco Maccaferri con ITA 402 Kermesse (CNCAdV).
La classifica provvisoria dopo le prime tre prove della seconda manches vede al comando (a pari punteggio) ITA 402 Kermesse e ITA 424 Kismet seguite ad un punto da Ita 371 Joc di Fabio Apollonio (S. Triestina della Vela) mentre la classifica assoluta (prima e seconda manches) registra un testa testa tra ITA 424 Kismet e ITA 400 Capitan Nemo (12 punti) seguiti da Ita 371 Joc (14 punti).
Nella loro scia Frigerio con Kils, Maccaferri con Kermesse,  Martelli con Vento Blu, Liverani con Kaster, Riva con L’Allegro Bevitore, Seratoni con Jay Jay, Zoli con Junior, Salerno con Archè e Raulli con Colibrì.
Gli equipaggi in gara si ritroveranno nelle acque cervesi domenica prossima, 11 marzo, per l'ultima giornata di recuperi che chiuderà la manifestazione.


06/03/2012 10:44:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Non è questione di sponsor: La Cinquecento è sempre una "corsa champagne"

Dieci giorni alla partenza de La Cinquecento, la più lunga e grande regata d'altura dell'Adriatico

Napoli: Scugnizza vince il Campionato Nazionale del Tirreno

È Scugnizza Total Lubmarine, di Enzo De Blasio, la barca vincitrice del Campionato Nazionale del Tirreno concluso oggi nel golfo di Napoli. Secondo a pari punti Selene Alifax, di Massimo de Campo poi Sagola Biotrading, di Peppe Fornic

Al via la partnership tra Lunatika Sailing Team e NTT Data Italia

Lunatika, vincitrice del Campionato italiano offshore 2015 della Federazione italiana vela, nella categoria per due, ha da sempre sviluppato l'idea di coniugare allo sport e alla vela, l'innovazione digitale e tecnologica

Andrea Mura verso Riva per la "1000 Vele per Garibaldi"

Partenza sabato per la regata Rivadi Traiano /Caprera, che si concluderà con due triengoli di 15 miglia tra le isole della Maddalena - (nella foto Andrea Mura in navigazione oggi su Ubiquity-Vento di Sardegna)

Gavitello: Parma in testa, CNRT insidia il 2° posto a YC Costa Smeralda

I vincitori di giornata in IRC sono il First 45 Vahiné 7 di Francesco Raponi (CNRT) e il J122 Chestress3 di Giancarlo Ghislanzoni (YCI)

Va a Enfant Terrible la prima tappa del Farr 40 International Circuit

Si è chiusa con la netta affermazione di Enfant Terrible-Adria Ferries (Rossi-Vascotto, 1-2-1) la prima tappa del Farr 40 International Circuit, evento organizzato da D-Marin Mandolina a Sebenico

Settimana dei Tre Golfi: Scugnizza Total Lubmarine subito al commando

Il vento, 15 nodi, instabile per direzione, figlio di una perturbazione ancora in corso nel golfo, ha consentito subito il via alle operazioni di partenza ma obbligato un cambio di percorso nella seconda bolina

Gavitello d'Argento: vince Parma seguito da YCCS e CN Riva di Traiano

Lo YC Parma è primo con 273.2 punti e seguito in classifica dallo Yacht Club Costa Smeralda (Thetis, Mela e Ulika) con 267.75 punti e dal Circolo Nautico Riva di Traiano (Duende AM, Vahiné 7 e Vulcano2) con 224.5

Palermo-Montecarlo, già 18 iscritti

Boom anche per le richieste di imbarco, da parte di velisti disponibili alla regata: ben 43 contatti sono pubblicati nel menu “Info Utili” del sito della regata

Punta Ala: partito il Gavitello d'Argento

Al comando lo Yacht Club Parma (Giumat+2, Stella e WB Five) con 129.9 punti, seguito dallo Yacht Club Costa Smeralda (Thetis, Mela e Ulika) con 113.6 punti e dal Circolo Nautico Riva di Traiano (Duende AM, Vahiné 7 e Vulcano2) con 103.7 punti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci