mercoledí, 24 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

starr    guardia costiera    nave italia    benetti    confitarma    fincantieri    regate    melges 24    ostar    j/70    calvi network    optimist    laser    fraglia vela riva    alinghi    america's cup    hobie cat16    mare    press   

FRAGLIA VELA

In Fraglia, la vela per tutti

in fraglia la vela per tutti
redazione

La Fraglia Vela Desenzano si prepara a un traguardo speciale: nel 2018 festeggerà i gloriosi sessant’anni di vita dell’associazione fondata e cresciuta nel porto Maratona di Desenzano del Garda. Una associazione sportiva senza fini di lucro, che attraverso la vela persegue finalità sportive, ricreative, educative e sociali. 
In preparazione all’anniversario, il nuovo direttivo e la presidente Romana Fosson annunciano che un vento nuovo soffia sul circolo: un vento che parte dal rinnovamento dalla scuola vela, con oltre duemila allievi di varie fasce d’età, passa per eventi sportivi e sociali che consentiranno ai soci di vivere maggiormente il circolo e punta a coinvolgere i desenzanesi e ad avvicinarli al mondo della vela. Il primo obiettivo dell’anno, infatti, sarà aprire ancora di più la Fraglia, la sua sede e le sue attività, ai cittadini di Desenzano, affinché possano apprezzare, scoprire o riscoprire il piacere della vela e il fascino del lago.
Con #FVD2017 saranno contrassegnate sui social le attività di quest’anno. Oltre alla “mission” istituzionale della Fraglia, ovvero la promozione e divulgazione della pratica della vela, e il conseguente impegno nei confronti dell’attività agonistica, il nuovo direttivo per il quadriennio  2017-2020 si impegna a rilanciare la vita del circolo: «Il valore aggiunto della Fraglia – afferma la presidente Romana Fosson – sta proprio nel saper coniugare la passione per la vela con la convivialità. Su questo punteremo affinché la FVD diventi punto di riferimento per eventi culturali, enogastronomici e musicali, aperti a tutti coloro che vorranno “salire a bordo” con noi, per cogliere l’opportunità di stare a stretto contatto con il più grande e più bel lago d’Italia. Non possiamo dimenticare che la storia della Fraglia è la storia della sua città, del suo lago ma soprattutto della sua gente e come tale oggi vogliamo rinnovare questo legame con il territorio».
Obiettivo dei prossimi anni della Fraglia Vela Desenzano è quello di creare una scuola vela che avvicini sempre più ragazzi e adulti al mondo della nautica, intesa come passione per il lago e il mare. Proseguiranno i corsi di vela per giovani e adulti, con vari livelli di didattica (iniziazione, perfezionamento, regata, altura, ecc.). Corsi di vela sugli “optimist” per incominciare, poi via con i “Laser” e “420” fino ad arrivare al grande sogno: regatare con un “Asso 99” o un “Dolphin 81”, splendide eredità del grande e indimenticabile Ettore Santarelli. Ma anche corsi per gli adulti che vogliono cercare l’emozione del vento e cimentarsi con le andature di bolina. Così si parte, a qualsiasi età, e si prende dimestichezza con “il circolo”, si inizia ad amarlo e a frequentarlo, a farne la base per momenti di relax e di aggregazione.
La vela fa bene al corpo e allo spirito, a ogni età. Per questo la FVD offre a tutti la possibilità di fare vela: anche i disabili trovano in questa sede la loro dimensione senza barriere.
Fraglia Vela Desenzano si è impegnata attivamente nel coinvolgere le persone diversamente abili attraverso la vela, con la nascita del “Progetto D284”, promosso da Marco “Mastro” Bottardi, e il “Progetto Sail Ability”, che prevede uscite su apposite imbarcazioni con seggiolini predisposti per permettere anche a chi è in carrozzella di godersi il lago e veleggiare in sicurezza. La Fraglia Vela Desenzano sposa i vantaggi della “velaterapia” partecipando al “Progetto Itaca”, un’iniziativa che unisce vela, oncologia e riabilitazione, che tenta di unire le potenzialità della vela all’importanza del processo riabilitativo in ambito oncologico, per approdare a “un nuovo modo” di conoscere e considerare il paziente nella sua globalità.
«Sono tante le iniziative e le ambizioni – continua Romana Fosson – con le quali la Fraglia si appresta a festeggiare i suoi primi, gloriosi sessant’anni di attività. Senza mai dimenticare quel gruppo di amici che, una sera di fine inverno del lontano 1958, hanno sognato di accomunare la loro passione per la vela a tutte quelle persone che della vela ne hanno fatto un’importante ragione di vita. Lo spirito non è cambiato: è solo aumentata la voglia di allargare gli orizzonti e di impegnarsi ancora di più, partendo dalle nuove generazioni».
Se i giovani sono il futuro, evidenzia il direttore delle scuole vela FVD Davide Giubellini, «i “saggi” sono lo zoccolo duro e una volta che si avvicinano allo sport della vela non lo abbandonano più. A loro dedicheremo momenti conviviali e gite sociali. Saremo presenti nelle scuole con attività didattiche in preparazione alle successive attività presso la Fraglia, con la partecipazione di tutti (soci, allenatori, istruttori, allievi, genitori e simpatizzanti). Come a Madonna di Campiglio tutti sanno sciare, a Desenzano dovrebbero saper veleggiare!».
«Desideriamo riscoprire e condividere il vero senso della “Fraglia”: dall’unione di FRAtellanza+FamiGLIA di dannunziana memoria – conclude Aureliano Casuccio, direttore amministrativo e coordinatore eventi –. Una associazione sportiva senza fini di lucro, che attraverso la vela persegue finalità sportive, ricreative, educative e sociali. Lo faremo proponendo, oltre alle tradizionali manifestazioni agonistiche e per i soci, alcuni eventi aperti a tutti. Abbiamo in programma a fine luglio un week end estivo, con due momenti speciali a partecipazione gratuita, tra sport, spettacolo ed emozioni da vivere in armonia con l’ambiente».
Il primo evento sarà la giornata “open vela”, sabato 29 luglio, rivolta ai desenzanesi e a chi vuole provare il piacere di una piccola crociera nel golfo di Desenzano, per cambiare punto di vista e sperimentare una nuova esperienza a bordo delle barche dei soci. Domenica 30 luglio di terrà invece uno spettacolo originale e coinvolgente di teatro e musica, “Storiedamare”, con la regia e la recitazione di Luciano Bertoli. Per l’occasione il porto Maratona si trasformerà in un teatro all’aperto, le barche all’ormeggio diventeranno i palchi e le banchine del porto la platea.
 
I principali eventi dell’anno per i soci e non solo #FVD2017
27 maggio: “Regata sociale” - Prima prova
10 e 11 giugno: “Zingarata cabinati”
18 giugno: “Regata sociale” - Seconda prova
22 e 23 luglio: “Regata sociale” - Terza e quarta prova
29 luglio: “Open vela FVD” (giornata di vela aperta a tutti)
30 luglio: Spettacolo di teatro e musica “Storiedamare” (aperto a tutti, a entrata libera)
15 agosto: “Ferragosto in Fraglia” (regata open semiseria, cena e musica)
3 settembre: “Giornata del Socio”
23 settembre: “Regata sociale” - Quinta prova
Da ottobre: “I mercoledì della Fraglia”


22/04/2017 18:03:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cinquecento, la faccia dura dell'Adriatico

La Cinquecento X2 e XTutti è la grande vela d’altura del Circolo Nautico Santa Margherita

Firmato da Marina Cala de' Medici il protocollo di insediamento per le aree di crisi di Livorno e Piombino

Due accordi di programma tra Governo nazionale, Regione Toscana ed Enti locali relativi a progetti industriali finalizzati a garantire nuova occupazione nella aree di crisi industriale della fascia costiera

Friuli: l'adrenalina pura della "Caccia al Tonno Rosso"

In Friuli dal 16 giugno inizia la stagione della pesca al tonno rosso, un Big Game che si pratica in alto Adriatico dal 1970. E per chi ama la fotografia subacquea i fondali di Lignano saranno una scoperta incredibile

La Fraglia Vela Riva con il progetto FIV-MIUR VelaSCUOLA

In pieno svolgimento alla Fraglia Vela Riva il progetto della Federazione Italiana Vela “VelaScuola” Kinder + Sport, che fa conoscere la vela a centinaia di ragazzi

Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme nel brand "Alto Adriatico"

L’idea è di unire le forze per presentare all’estero le spiagge delle due regioni sotto un unico brand ispirato all’area geografica di appartenenza: l’Alto Adriatico

Mare: allarme plastica

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili?

Ad Eraclea gli atleti Optimist del Circolo della Vela Mestre con Giovanni Grandi sul gradino piu’ alto del podio

Quasi 60 ragazzini, di cui 25 Juniores e 34 Cadetti, si sono sfidati nelle acque di Eraclea con un vento molto difficile, instabile e in continua rotazione verso destra, di intensità iniziale di 7 nodi e provenienza da Nord Est nella prima prova

Riva di Traiano - La Maddalena: parte il 2 giugno la 1000 Vele per Garibaldi

125 miglia di traversata e due regate costiere nell'arcipelago de La Maddalena

Tutto pronto per l'Audi - Italian Sailing League

La prima selezione del 2017 organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda, si svolge a Porto Cervo: dodici gli equipaggi al via

Il Circolo Canottieri Aniene vince l'Audi - Italian Sailing League

Al secondo posto il Circolo Velico Ravennate e ottimo esordio da terzi per il Centro Velico 3V

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci