martedí, 23 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j/70    calvi network    optimist    laser    fraglia vela riva    alinghi    america's cup    hobie cat16    mare    press    regate    vela    circoli velici    alcatel j/70    windsurf    circolo nautico riva di traiano    1000 vele per garibaldi   

MONDIALI

Il rientro in Italia della Nazionale giovanile Campione del Mondo

il rientro in italia della nazionale giovanile campione del mondo
redazione

La Nazionale Italiana Giovanile è rientrata oggi in Italia da Auckland, in Nuova Zelanda, dove martedì, ai Mondiali di vela Under 19, aveva conquistato l'importante Nations Trophy 2016, l’ambito titolo iridato a squadre (http://www.federvela.it/giovani/news/una-super-italia-si-aggiudica-il-nations-trophy-ai-mondiali-giovanili-under-19-argento), oltre a tre medaglie individuali: l’argento con Alexandra Stalder e Silvia Speri (CN Bardolino-FV Peschiera) nel Doppio 420 Femminile e con Paolo Giargia (Varazze CN) nel Singolo Laser Radial Maschile, il bronzo con Carolina Albano (CV Muggia) nel Singolo Laser Radial Femminile. Gli azzurri sono atterrati oggi a Fiumicino (Roma), all’Aeroporto Leonardo da Vinci, intorno alle ore 13, accolti da un gruppo di tifosi e dalle famiglie. Assente il Direttore Tecnico della giovanile Alessandra Sensini, il cui rientro in Italia è previsto nei prossimi giorni. 
Grande l’entusiasmo al rientro dei giovani azzurri, reduci da un importante successo per la vela italiana, che pur essendo provati dal lungo viaggio, non si sono risparmiati in sorrisi e strette di mano, accompagnati dai Tecnici federali Gigi Picciau e Mauro Covre. Un entusiasmo manifestato anche dal Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, che ha dichiarato: “La vittoria dell’Italia ai Mondiali Under 19 di vela in Nuova Zelanda, è uno di quei successi che resteranno ben impressi nella nostra memoria e negli annali dello sport, perché ottenuta in una location leggendaria - non a caso Auckland è considerata la “città della vela” per antonomasia -, su un campo di regata molto difficile come il golfo di Hauraki e con una squadra che ha dimostrato in tutto e per tutto di essere tale, sia dentro che fuori dall’acqua.
In primis, i complimenti miei e di tutta la Federazione che ho l’onore di rappresentare, sono per il Direttore Tecnico Alessandra Sensini, per i Tecnici federali che erano presenti in Nuova Zelanda - Gigi Picciau e Mauro Covre - per quelli che sono rimasti in Italia ma è come se fossero stati lì, come Luis Rocha, Chicco Caricato e il rule advisor Luigi Bertini, e infine per tutti coloro, oltre alle famiglie degli stessi ragazzi, che in questi anni hanno lavorato nel settore giovanile, a partire dai Tecnici delle società affiliate, contribuendo alla crescita del movimento e a questo importante successo.
Complimenti che chiaramente estendo ai ragazzi del team, ma non solo e non tanto per il risultato sportivo ottenuto, quanto per essersi comportati da veri sportivi, nel pieno rispetto delle regole e dei valori che come FIV cerchiamo di trasmettergli fin dall’inizio, un aspetto molto più importante di qualsiasi risultato agonistico.
Vincere il Trofeo delle Nazioni, superando Paesi con una lunga tradizione nautica e una notevole forza come la Gran Bretagna, la Francia, l’Australia, la Spagna e i padroni di casa della Nuova Zelanda, è davvero un risultato straordinario, ma conoscendo il valore dei nostri tecnici e dei nostri ragazzi, che hanno trovato in Alessandra Sensini non solo un DT competente ma una vera e propria trascinatrice, si tratta anche di un risultato non del tutto sorprendente, anche perché a questo bisogna aggiungere la passione e l’impegno che in questi anni la FIV ha dedicato al settore giovanile.
Chiaramente non potevamo immaginare e chiedere un finale d’anno migliore, ma questa vittoria rappresenta solo una tappa, anche se molto importante, di un percorso che contiamo di migliorare ulteriormente e su cui vogliamo continuare a credere e investire.  
Approfitto di questa occasione, per porgere i migliori auguri, miei e di tutto il Consiglio, a tutti i tesserati e alle società affiliate per un sereno Natale e un 2017 ricco di vela e di grandi soddisfazioni. E concludo rinnovando i miei complimenti ai vincitori del Nations Trophy 2016: forza ragazzi, siete stati eccezionali".


22/12/2016 18:32:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cinquecento, la faccia dura dell'Adriatico

La Cinquecento X2 e XTutti è la grande vela d’altura del Circolo Nautico Santa Margherita

Il Trofeo SIAD-Bombola d’Oro al via. Vicina quota 100 Dinghy in acqua

Organizzato dallo Yacht Club Italiano con la collaborazione della Associazione Italiana Classe Dinghy 12’ , del Circolo Velico di Santa Margherita Ligure e del Circolo Nautico di Rapallo. Il trofeo inizierà il prossimo 19 maggio nelle acque di Portofino

Firmato da Marina Cala de' Medici il protocollo di insediamento per le aree di crisi di Livorno e Piombino

Due accordi di programma tra Governo nazionale, Regione Toscana ed Enti locali relativi a progetti industriali finalizzati a garantire nuova occupazione nella aree di crisi industriale della fascia costiera

Friuli: l'adrenalina pura della "Caccia al Tonno Rosso"

In Friuli dal 16 giugno inizia la stagione della pesca al tonno rosso, un Big Game che si pratica in alto Adriatico dal 1970. E per chi ama la fotografia subacquea i fondali di Lignano saranno una scoperta incredibile

La Fraglia Vela Riva con il progetto FIV-MIUR VelaSCUOLA

In pieno svolgimento alla Fraglia Vela Riva il progetto della Federazione Italiana Vela “VelaScuola” Kinder + Sport, che fa conoscere la vela a centinaia di ragazzi

Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme nel brand "Alto Adriatico"

L’idea è di unire le forze per presentare all’estero le spiagge delle due regioni sotto un unico brand ispirato all’area geografica di appartenenza: l’Alto Adriatico

Mare: allarme plastica

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili?

Ad Eraclea gli atleti Optimist del Circolo della Vela Mestre con Giovanni Grandi sul gradino piu’ alto del podio

Quasi 60 ragazzini, di cui 25 Juniores e 34 Cadetti, si sono sfidati nelle acque di Eraclea con un vento molto difficile, instabile e in continua rotazione verso destra, di intensità iniziale di 7 nodi e provenienza da Nord Est nella prima prova

Riva di Traiano - La Maddalena: parte il 2 giugno la 1000 Vele per Garibaldi

125 miglia di traversata e due regate costiere nell'arcipelago de La Maddalena

Manca poco al 37° Campionato Nazionale Open J24

Conto alla rovescia per l’appuntamento più atteso della stagione del monotipo a chiglia fissa più popolare al mondo, protagonista dal 23 al 28 maggio nell’incantevole cornice de La Maddalena

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci