giovedí, 18 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

veleziana    star    vela paralimpica    kite    ambiente    melges 24    porti    vele d'epoca    melges 32    circoli velici    invernali    soldini    regate    vela olimpica    barcolana    melges 20   

NAUTICA

Il Pershing 82' pronto al debutto in primavera

il pershing 82 pronto al debutto in primavera
redazione

Pershing, brand del Gruppo Ferretti, tra i principali produttori mondiali di high perfomance open motor yacht dai 15 ai 35 metri, lancia un nuovo, attesissimo progetto: il Pershing 82’, rivisitazione in chiave contemporanea del suo predecessore di successo, il Pershing 80’. L’imbarcazione, che entrerà in acqua nella primavera del 2012, ribadisce la grande sfida del brand di sviluppare imbarcazioni di dimensioni importanti senza rinunciare alla sportività e alla velocità che distinguono la navigazione di ogni yacht Pershing.

Il Pershing 82’,  nato dalla matita dello yacht designer Fulvio De Simoni in stretta collaborazione con l’AYT (Advanced Yacht Technology - centro di ricerca e progettazione navale del Gruppo Ferretti) ed il team di architetti e designer del Centro Stile Ferrettigroup, si caratterizza per un profilo esterno ancora più filante ed aggressivo del suo predecessore, grazie al taglio delle finestrature laterali più ampie e corredate da un oblò apribile, che garantiscono al contempo una maggiore luminosità degli interni.

Spicca immediatamente la sovrastruttura più allungata che ne esalta le nuove forme accattivanti e l’introduzione del sun-deck con plancia di comando a scomparsa che  slancia lo yacht e permette di godere di un’altezza senza paragoni.

Dopo il successo ottenuto dal Pershing 74’, torna anche sul Pershing 82’ l’introduzione del sun-deck, facilmente raggiungibile da un tambuccio automatizzato e tramite una scala interamente in carbonio, piccolo capolavoro di meccanica realizzato in stretta collaborazione dall’AYT e Besenzoni. La scala è decentrata, e scende automaticamente sul pozzetto grazie ad un comando elettroidraulico, scomparendo automaticamente verso l’alto nel momento in cui viene riposta, lasciando lo spazio libero nel pozzetto stesso.

Il ponte sole è semplice, essenziale e funzionale: accanto alla plancia di guida a scomparsa, troviamo due confortevoli chaise longue laterali vicino alla seduta per il pilota, in cui è stato ricavato un pratico frigo bar. Completano il layout del ponte verso poppa un’area prendisole con schienali separati ed abbattibili elettricamente; al fine di mantenere la sicurezza della zona sun deck sono stati inserite inoltre due  maniglie laterali ed un pulpito che si fondono completamente con le linee estetiche della sovrastruttura.

 

Restano invariati tutti gli stilemi che hanno reso inconfondibili i modelli della flotta Pershing, contribuendo al successo del brand in tutto il mondo: le ampie vetrate sulle murate, la grande porta a scomparsa che suddivide il pozzetto dal salone con movimentazione elettroidraulica e lo speciale sistema di stampaggio della vetroresina sotto vuoto.

Il Pershing 82’ ha una lunghezza di 24,97 metri e una larghezza massima di 5,50 con 4 comode cabine ospiti (suite armatoriale a centro barca, una cabina VIP a prua e due cabine con letti affiancati verso prua) per il layout standard, o 3 cabine ospiti per la versione optional con lounge-cinemaroom a dritta, e due cabine equipaggio per un totale di tre posti letto.

Praticità coniugata al design regna nel grande pozzetto, dove trovano collocazione un divano  e una seduta che si trasformano in una comoda area prendisole con movimentazione elettrica, un mobile bar con barbecue, un tavolo in vetroresina, con lo stesso colore dello scafo,  per offrire tutto il necessario per la socialità a bordo. Come in altri modelli della gamma, anche sul Pershing 82’ il prendisole di poppa è del tutto indipendente dall’apertura dell’ampio garage, dotato di porzione inferiore abbattibile per rendere ancora più facile la movimentazione di una moto d’acqua e di un tender. Una comodità completata dalla passerella, a scomparsa realizzata da Besenzoni. Nell’ampio pozzetto troviamo anche l’ingresso alla zona marinai.

 

Massima flessibilità degli spazi, nel pieno rispetto di un’eleganza raffinata, è il principio guida che ha animato tutte le scelte stilistiche dell’ampio salone. Accedendo da poppa, si trova a destra un grande divano ad L, mentre al centro trova posto un divanetto che può scorrere per formare con l’altro un’unica area di seduta a ferro di cavallo. Anche sul Pershing 82’ viene rinnovata la duratura e prestigiosa partnership con Poltrona Frau che ha disegnato i divani del salone, ispirati al modello Quadra. Tutte le finiture sono in rovere a poro aperto mentre per il pavimento è stato scelto il rovere tinto wengè.

 

Completa il ponte di coperta la confortevole area prendisole di prua, con dinette e con eventuale tavolo, un’idea che permette di godere di una perfetta privacy in un’ulteriore zona interamente dedicata al relax.

Sottocoperta si gode di una pianificazione degli spazi tipica di un megayacht, come dimostra la galley separata dal salone e in comunicazione con la zona equipaggio per una maggiore privacy degli ospiti e dell’armatore. La cucina, disposta ad “L” e completamente separata dalla zona notte, è dotata di dinette e tavolo a ribalta, per garantire confortevole e discreta vita di bordo. Dalla zona cucina si ha inoltre accesso alla zona equipaggio, composta da due cabine (una comandante e una marinai) con lavanderia e un bagno.

 

La zona notte standard, composta da 4 cabine, è un esempio di comfort e design. Nella cabina armatoriale, posta a centro barca, troviamo l’apprezzata maxi finestratura open-view, che ha segnato il corso estetico della nuova gamma Pershing. La linea sinuosa della finestra disegna un varco generoso di luce che va ad incorniciare con piacevoli giochi di luce i molti dettagli in pelle firmati Poltrona Frau.

 

 

La cabina vip, posizionata a prua, con bagno en-suite, ospita un elegante letto centrale e due capienti armadi alle murate, mentre le due cabine ospiti propongono a tradizionale soluzione estetica con due letti affiancati. Tutte le cabine ospiti hanno il pavimento in moquette.

 

Il sistema di illuminazione, già sviluppato sul Pershing 74’, molto avvolgente, e con una illuminazione indiretta con luci a led e diffusa attraverso delle canaline incassate , sulla modanatura dei celini enfatizzerà così l’illuminazione diffusa omogeneamente donando uno stile contemporaneo all’ambiente. Inoltre tutti i gradini interni avranno luci segna passo a led.

 

Accanto alle soluzioni innovative studiate per la struttura esterna e per il design sottocoperta, il nuovo Pershing 82’ è stato sviluppato per garantire massime prestazioni in mare: due potenti MTU 16 V M93 da 2435 mhp (1792 kW) accoppiati ad eliche di superficie Searex SR140S di ZF garantiscono una velocità massima di 45 nodi ed una velocità da crociera di 40 nodi e livelli di confort elevato, oltre che di autonomia oltre le 300 miglia nautiche. Il sistema Autotrim di ZF completa l’elevato livello tecnologico di questa imbarcazione. E’ un sistema in grado di ottimizzare automaticamente prestazioni e consumi ad ogni velocità.


20/12/2011 16:32:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Barcolana: nella lotta tra ex la spunta Morning Glory (Spirit of Portopiccolo)

Vince Spirit of Portopiccolo, ovvero l'ex Morning Glory costruita nel 2006, davanti a CQS Tempus Fugit, ex Nicorette un 29,76 metri del 2004 e all'ex Maxi Iena Way of Live

FLASH - Oro per Giorgia Speciale alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires

Giorgia Speciale ha dominato nella classe dei Techno 293 Plus femminile ed ha conquistato l'Oro alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires

Barcolana, se non sono 2000 non ci si diverte

Superata la soglia dei 2000 iscritti. Spirit of Portopiccolo riconsegna la Coppa, ma è pronto a riprendersela.

Barcolana 50: prima regata per il Team MSC

Con MSC Team parte da Trieste l’esperienza velica della compagnia di navigazione con la barca classe Psaros33. In partnership con Marevivo, l’organizzazione dedicata alla conservazione marina, MSC promuoverà la passione e il rispetto per il mare

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Olimpiadi Giovanili: Speciale e Renna oggi in acqua per una medaglia

Appuntamento in acqua con primo segnale di avviso alle ore 12:00 locali (17:00 italiane) con le finali delle tavole a vela previste alle 12:05 (17:05 italiane) quella maschile e alle 12:45 (17:45 italiane) quella femminile

Muore Ian Kiernan, l'uomo della "Mission Impossible" di pulire il Mondo

E’ morto a 78 anni portato via da un cancro un grande uomo, Ian Kiernan, velista ed ecologista, che si era dato il compito di “pulire il mondo”

Una "Mare e Monti" per Giovanni Soldini

Giovanni Soldini e l'alpinista Hervé Barmasse faranno insieme una serie di traversate e di scalate con lo scopo di confrontare due mondi così diversi.

Olimpiadi Giovanili: buone notizie dalla vela azzurra

Sofia Tomasoni sale al 2° posto nei Kiteboard femminili, Nicolò Renna sempre 2° nei T293 maschili e Giorgia Speciale consolida il 1° posto nei T293 femminili

Olimpiadi Giovanili: Argento per Nicolò Renna

L'atleta del Circolo Surf Torbole ha conquistato l'argento nella classe techno 293 plus maschile

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci