venerdí, 21 settembre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

attualità    salone nautico di genova    tp52    perini cup    manifestazioni    press    rs feva    mini 6.50    vela paralimpica    roma giraglia    vele d'epoca    regate    marevivo   

CIRCOLI VELICI

Il passaggio a Palermo delle Monaco Globe Series

il passaggio palermo delle monaco globe series
redazione

Il Circolo della Vela Sicilia e Palermo si confermano ai vertici della vela internazionale, dopo l’annuncio che il capoluogo siciliano sarà uno dei passaggi chiave delle Monaco Globe Series, la regata che è stata presentata ufficialmente martedì scorso a Montecarlo, presso la sede dello Yacht Club de Monaco, aperta alla classe IMOCA 60, le super tecnologiche barche oceaniche con cui si corre il Vendée Globe Challenge, il giro del mondo in solitario senza scalo e senza assistenza che si disputerà nel novembre del 2020. 
In programma tra il primo e l’8 giugno, le Monaco Globe Series sono 1300 miglia di navigazione, con partenza e arrivo da Montecarlo, e passaggi in Sardegna (Bocche di Bonifacio), Sicilia (Palermo) e Isole Baleari, una regata aperta a equipaggi in doppio che dovrebbe attirare almeno una decina di IMOCA 60, uno spettacolo mai visto prima in Mediterraneo.
Il Circolo della Vela Sicilia presieduto da Agostino Randazzo, Challenger of Record della 36ma Coppa America al fianco del Team Luna Rossa, si occuperà dell’organizzazione del passaggio degli IMOCA 60 nel golfo di Mondello, previsto tra il 3 e il 4 giugno, grazie al granitico rapporto di amicizia e collaborazione instaurato con il circolo monegasco in occasione della Palermo-Montecarlo, la celebre regata d’altura ideata dal CVS, che quest’anno prenderà il via martedì 21 agosto e che può già contare sui primi iscritti. 
“Sono molto contento che lo Yacht Club de Monaco abbia deciso di far passare le sue Monaco Globe Series da Palermo, perché si tratta di uno degli eventi più importanti della stagione internazionale di regate. Ringrazio il club e il suo Segretario Generale Bernard D’Alessandri, con cui abbiamo rapporti sempre più solidi che nascono dall’organizzazione comune della Palermo-Montecarlo, per aver scelto la nostra magnifica città per questo evento e il Circolo della Vela Sicilia per la gestione di questo importante passaggio della regata”, ha dichiarato Agostino Randazzo al termine della presentazione a Montecarlo. “Sarà davvero spettacolare poter vedere gli IMOCA 60 in azione nel golfo di Mondello, a partire dal Malizia del nostro amico Pierre Casiraghi, già protagonista della Palermo-Montecarlo, anche perché si tratta di barche che abitualmente navigano in oceano, quindi difficili da ammirare dal vivo in acque italiane”.
In attesa che la stagione di regate entri nel vivo, ieri il Presidente Agostino Randazzo è stato tra i firmatari della Charta Smeralda, in occasione della presentazione della Fondazione One Ocean e del calendario sportivo dello Yacht Club Costa Smeralda, che si è svolta a Milano, presso il Teatro Franco Parenti. 
La Charta Smeralda, a cui il Circolo della Vela Sicilia ha subito aderito con entusiasmo (tra i firmatari anche Patrizio Bertelli, il Team Luna Rossa con lo skipper Max Sirena e il Challenger of Record 36 con il CEO Laurent Esquier), è un codice etico per condividere principi e azioni a tutela dei mari, un documento ufficiale che, individuati i problemi principali che affliggono gli oceani, mette nero su bianco 20 principi fondamentali (8 rivolti a organizzazioni e aziende, 12 ai singoli individui) spronando i firmatari a prendere impegni concreti per ridurre l’inquinamento dei mari e mettere in atto tutte le buone pratiche possibili per proteggerli. “E’ un passo concreto per salvare i nostri mari, a cui aderiamo con piacere, convinti che ognuno di noi, nel suo piccolo, debba fare necessariamente qualcosa per cambiare la rotta intrapresa nel corso degli anni”, sono le parole di Randazzo. “Il mare è il termometro della nostra società, non possiamo far finta che non stia soffrendo, dobbiamo impegnarci, tutti, per cambiare le cose e questo primo passo degli amici dello Yacht Club Costa Smeralda, va proprio verso questa direzione”. 


02/03/2018 19:56:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Roma/Giraglia, ecco le sfide in acqua

Sedici gli iscritti ad una settimana dal via, con tre solitari e l'atteso ritorno alle corse di Mario Girelli

Riparte con più regate l'Invernale di Riva di Traiano

Saranno disputate ove possibile anche due prove nello stesso giorno, fino ad un massimo di dodici regate. Nove le date in calendario più due eventuali recuperi. Si parte il 4 novembre 2018

Enoshima: un bel Bronzo per Di Salle/Dubbini

Niente vento ad Enoshima, campo di regata prescelto per Tokio 2020 e per il nostro equipaggio del 470F resta il bronzo

Enoshima: domani 4 equipaggi italiani in Medal Race

Oggi vento quasi assente e solo i Laser Standard sono riusciti a disputare una prova

Italiano Hansa 303, vincono Cocconi/Ghio

Ennesima dimostrazione che il mare può essere accessibile a tutti in questo splendido campionato nazionale Hansa 303

Enoshima: l'Italia argento e bronzo nei Nacra 17

Nella prima delle due ultime giornate di Medal Race della Japan World Cup Series 2019 di Enoshima, arrivano due medaglie per la squadra italiana, un argento ed un bronzo nella classe Nacra 17

Nuotare a Capo Horn

Primo italiano a partecipare e competere nell’ICE Swimming, Chiarino ha all’attivo diversi altri primati come atleta italiano, tra cui la traversata a staffetta dello Stretto di Bering dalla Russia agli Stati Uniti nel 2013

Giorgio Zorzi con Ale Gaoso e Mara Trimeloni Campioni Italiani UFETTO 22

Il Campionato Italiano Ufetto 22 va a "Gmt-Econova" di Giorgio Zorzi, Club Diavoli Rossi Desenzano. A bordo con lui c'erano Alessandra Gaoso e Mara Trimeloni.

Compagnia della Vela: regata Lui e Lei 2018

Prenderà il via domani domenica 16 settembre alle ore 13.00 la 26a edizione della Lui e Lei. La regata di coppia, dal format originale che vede un uomo e una donna regatare in doppio in barca

Este 24: Marco Flemma leader con il suo Ricca d'Este

Classifica molto compressa, vede Ricca D’Este dominare con un impressionante 3,1,1,1,3 davanti a La Poderosa 2.0 di Ugolini con due punti di ritardo e Esterina di Maurizio Galanti a dieci punti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci