venerdí, 22 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

tp52    regate    altura    volvo ocean race    ucina    gc32    cnrt    vela    j24    melges 20    vela olimpica    laser 4.7    manifestazioni    azzurra   

J24

Il J24 ungherese Juke Boxe mantiene il comando del Trofeo Lozzi

il j24 ungherese juke boxe mantiene il comando del trofeo lozzi
redazione

Dopo la quinta giornata, è sempre l’equipaggio ungherese del J24 Juke Boxe (Miklòs Rauschenberger, Balmaz Litkey, Tamas Peter, Akos Pecsvaradi, Tamas Richter) a guidare saldamente la classifica provvisoria del Trofeo Roberto Lozzi, appuntamento voluto per ricordare l'entusiasmo, la generosità e la passione dell’armatore e timoniere del J24 ITA 428 prematuramente scomparso. Sabato, infatti, in una fredda giornata invernale con onda residua della burrasca da ovest del giorno precedente e vento da NNW di intensità di 13/14 nodi che è andato via via calando, è stato possibile portare a termine nelle acque di Anzio Nettuno altre due avvincenti prove valide per assegnare il Trofeo che per i tredici equipaggi coinvolti non ha solo un valore sportivo ma anche affettivo. 
Nella prima regata Hun 1622 Juke Boxe si è imposto su Ita 358 Arpione di Michele Potenza (Sez. Vel. Anzio) e su Ita 216 Jumping Jack Flash di Federico Miccio (Nettuno YC) mentre nella seconda prova è stato Arpione ad avere la meglio su Juke Boxe e su Ita 458 Enjoy 2 di Luca Silvestri (LNI Anzio). La classifica provvisoria (stilata dopo le prime 8 prove) vede pertanto confermarsi al comando Hun 1622 Juke Boxe (11 punti; 2, 1, ocs, 2,1, 2,1,2) seguito da Ita 447 Pelle Nera di Paolo Cecamore (Nettuno YC, 19 punti; 1,2,2,3,2,ocs,4,5) e da Ita 358 Arpione (24 punti, 3,4,4, 4,7,6,2,1) che risale di una posizione. Scende, invece, dal terzo al quarto posto Ita 428 Pelle Rossa di Giani Riccobono (29 punti; dnc,3,1,1,3,3,8,10) mentre si conferma in quinta posizione Ita 458 Enjoy 2 (33 punti; 6,8,3,6,8,1,6,3)
“Il campo di regata era decisamente rafficato e qualche J24 ha inizialmente armato il fiocco.- ha spiegato Federico Miccio di Jumping Jack Flash -Inoltre, le rotazioni a destra costanti ed una corrente rilevante da SE hanno creato non poche difficoltà in partenza. La giornata è cominciata subito con due richiami generali che hanno spinto il comitato di regata a issare bandiera nera nel terzo preparatorio. Noi abbiamo optato di partire con il fiocco per dare maggiore stabilità alla barca sotto raffica. Questa decisione, oltre a un bel salto di vento a destra durante la prima bolina, ci ha avvantaggiato e permesso di arrivare terzi, subito dietro ad Arpione, preceduto a sua volta dagli ungheresi di Juke Box. Un ulteriore salto a destra costante ha reso la seconda prova una sorta di "corsa dei cavalli" mentre l'intensità del vento andava via via calando. In queste condizioni sono difficili recuperi e chi parte meglio arriva davanti. A sfruttare al meglio questa situazione è stato il team di Arpione che si è aggiudicato la prova davanti a Juke Box e Enjoy 2. Quarto Ita 447 Pelle Nera, questa volta timonato da Botond, fratello dell'assente pluricampione Litkey Farkas.” 
Nella giornata seguente 23 equipaggi J24 avrebbe dovuto disputare la sesta tappa (la prima dopo la pausa per le festività) del 42° Campionato Invernale organizzato dal Circolo della Vela di Roma (http://www.cvroma.com), dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, dalla Lega Navale Italiana sez. Anzio, dal Nettuno Yacht Club in collaborazione con la Sezione Velica Marina Militare, l’Half Ton Class Italia e la Marina di Nettuno. Se la mancanza di vento aveva costretto il Comitato di Regata presieduto da Mario de Grenet ad annullare le prove in programma nella quinta giornata, l’allerta meteo diramata sulla zona, il troppo vento e il mare in burrasca hanno, invece, fatto annullare la prima tappa del 2017. La classifica provvisoria (stilata dopo le prime 7 regate e uno scarto) resta pertanto invariata: al comando è ITA 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con Simone Scontrino, Alfredo Branciforte, Francesco Picaro e Vincenzo Vano (8 punti; 2,1,1,1,1,2,3) seguito da Ita 447 Pelle Nera (Nettuno YC) armato da Paolo Cecamore e timonato dal campione del mondo 2014 della classe Soling, l'ungherese Farkas Litkey (18 punti; 1,4,3,4,3,3,9) e da Ita 428 Pelle Rossa di Gianni Riccobono con alla tattica Sergio Strippoli (Nettuno YC, 35 punti; 10,5,2,2,dsq,4,12). 
Le regate nel golfo di Anzio valide per l’Invernale della Flotta J24 più numerosa, quella di Roma, proseguiranno nelle giornate del 29 gennaio, 12 e 26 febbraio e 12 marzo mentre quelle per il Trofeo Roberto Lozzi, articolato su cinque week end (10 giornate) si svolgeranno nei fine settimana dell’11 e 12 febbraio, e dell’11 e 12 marzo. “Come da bando di regata, è previsto che sabato 11 febbraio o sabato 11 marzo si recupereranno le giornate annullate del campionato invernale, ormai salite a ben tre, per avverse condizioni meteo- ha proseguito Miccio -Nel frattempo prendono il via i lavori per organizzare la prima tappa del Circuito Nazionale Classe J24 che quest'anno si disputerà dal 31 marzo al 2 aprile 2017, tre settimane dopo il termine del Campionato Invernale. L'evento sarà organizzato dalla Lega Navale Italiana, sezione di Anzio, in collaborazione con gli altri circoli di Anzio. Sono previsti quindi tre giorni di sfide alle quali parteciperanno anche equipaggi provenienti dalle altre Flotte. Inoltre, sempre la Lega Navale Italiana sezione di Anzio organizzerà il II Trofeo Monotipi che avrà luogo a Pasqua, dal 15 al 17 Aprile.”


17/01/2017 14:49:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Tutti i vincitori della Giraglia 2018

La regata si è dunque chiusa questa mattina con il tempo limite delle 11 del mattino e la premiazione nel villaggio allestito per i regatanti nei piazzali della sede dello Yacht Club Italiano

Panerai Classic Yacht Challenge: vincono Bertelli su Linnet e Ferruzzi con Il Moro di Venezia I

Vittoria per Patrizio Bertelli su ‘Linnet' nella categoria Vintage e di Massimiliano Ferruzzi con 'Il Moro di Venezia I' nei Classic

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

Volvo Ocean Race: Team Brunel vince a Göteborg

Team Brunel, guidato dallo skipper olandese Bouwe Bekking e con il velista italiano Alberto Bolzan, si è aggiudicato la decima tappa della Volvo Ocean Race in un finale ad alta tensione battendo gli spagnoli di MAPFRE

Mini 6.50, Boggi Beccaria vince il MAP

Ambrogio Beccaria vince il Trofeo Marie-AgnèsPéron” (MAP) nella categoria Serie a bordo di “Sponsor wanted”.

Prosecco Doc - Cooking Cup: vince Keep Cool

Francesco Dal Bon e Davide Cori vincono per il terzo anno consecutivo con a bordo il cuoco professionista Alessando Ramel

Giraglia: al Maxi 72 Momo il Trofeo Challenge Rolex, il ClubSwan 50 Skorpios, primo in ORC

Con un tempo compensato di 24h21m44s, il velocissimo maxi 72 si aggiudica il suo secondo risultato importante alla Rolex Giraglia. In Classe ORC, vittoria per il ClubSwan 50 Skorpios

Volvo Ocean Race: Vestas vince la Gothenburg In-Port Race, MAPFRE le Series

Spettacolare regata costiera nelle acque di Göteborg, piena di azione e di cambi al vertice. La vittoria va a Vestas 11th Racing ma con il terzo posto di oggi gli spagnoli di MAPFRE si sono matematicamente aggiudicati le In-Port Series

Un'estate di grandi eventi per il Circolo Vela Gargnano

Tante regate prima di Gorla & Centomiglia, anticipate dal Circuito Internazionale del Catamarano M 32. Il 22 settembre la Childrenwindcup. Si parte a fine giugno con il trofeo Danesi, a metà luglio il Trofeo Alpe del Garda alla base di Campione Univela

Forio d'Ischia: parte il Campionato Italiano Altura

Le acque dell’isola di Ischia faranno da palcoscenico alle sessantatré imbarcazioni, per un totale di oltre ottocento atleti che si daranno battaglia per quattro giorni sui due campi di regata al largo di Forio d’Ischia

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci