lunedí, 19 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    kitesurf e windsurf    nauticsud    regate    vela    volvo ocean race    x-yachts    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group   

J24

Il J24 ungherese Juke Boxe mantiene il comando del Trofeo Lozzi

il j24 ungherese juke boxe mantiene il comando del trofeo lozzi
redazione

Dopo la quinta giornata, è sempre l’equipaggio ungherese del J24 Juke Boxe (Miklòs Rauschenberger, Balmaz Litkey, Tamas Peter, Akos Pecsvaradi, Tamas Richter) a guidare saldamente la classifica provvisoria del Trofeo Roberto Lozzi, appuntamento voluto per ricordare l'entusiasmo, la generosità e la passione dell’armatore e timoniere del J24 ITA 428 prematuramente scomparso. Sabato, infatti, in una fredda giornata invernale con onda residua della burrasca da ovest del giorno precedente e vento da NNW di intensità di 13/14 nodi che è andato via via calando, è stato possibile portare a termine nelle acque di Anzio Nettuno altre due avvincenti prove valide per assegnare il Trofeo che per i tredici equipaggi coinvolti non ha solo un valore sportivo ma anche affettivo. 
Nella prima regata Hun 1622 Juke Boxe si è imposto su Ita 358 Arpione di Michele Potenza (Sez. Vel. Anzio) e su Ita 216 Jumping Jack Flash di Federico Miccio (Nettuno YC) mentre nella seconda prova è stato Arpione ad avere la meglio su Juke Boxe e su Ita 458 Enjoy 2 di Luca Silvestri (LNI Anzio). La classifica provvisoria (stilata dopo le prime 8 prove) vede pertanto confermarsi al comando Hun 1622 Juke Boxe (11 punti; 2, 1, ocs, 2,1, 2,1,2) seguito da Ita 447 Pelle Nera di Paolo Cecamore (Nettuno YC, 19 punti; 1,2,2,3,2,ocs,4,5) e da Ita 358 Arpione (24 punti, 3,4,4, 4,7,6,2,1) che risale di una posizione. Scende, invece, dal terzo al quarto posto Ita 428 Pelle Rossa di Giani Riccobono (29 punti; dnc,3,1,1,3,3,8,10) mentre si conferma in quinta posizione Ita 458 Enjoy 2 (33 punti; 6,8,3,6,8,1,6,3)
“Il campo di regata era decisamente rafficato e qualche J24 ha inizialmente armato il fiocco.- ha spiegato Federico Miccio di Jumping Jack Flash -Inoltre, le rotazioni a destra costanti ed una corrente rilevante da SE hanno creato non poche difficoltà in partenza. La giornata è cominciata subito con due richiami generali che hanno spinto il comitato di regata a issare bandiera nera nel terzo preparatorio. Noi abbiamo optato di partire con il fiocco per dare maggiore stabilità alla barca sotto raffica. Questa decisione, oltre a un bel salto di vento a destra durante la prima bolina, ci ha avvantaggiato e permesso di arrivare terzi, subito dietro ad Arpione, preceduto a sua volta dagli ungheresi di Juke Box. Un ulteriore salto a destra costante ha reso la seconda prova una sorta di "corsa dei cavalli" mentre l'intensità del vento andava via via calando. In queste condizioni sono difficili recuperi e chi parte meglio arriva davanti. A sfruttare al meglio questa situazione è stato il team di Arpione che si è aggiudicato la prova davanti a Juke Box e Enjoy 2. Quarto Ita 447 Pelle Nera, questa volta timonato da Botond, fratello dell'assente pluricampione Litkey Farkas.” 
Nella giornata seguente 23 equipaggi J24 avrebbe dovuto disputare la sesta tappa (la prima dopo la pausa per le festività) del 42° Campionato Invernale organizzato dal Circolo della Vela di Roma (http://www.cvroma.com), dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, dalla Lega Navale Italiana sez. Anzio, dal Nettuno Yacht Club in collaborazione con la Sezione Velica Marina Militare, l’Half Ton Class Italia e la Marina di Nettuno. Se la mancanza di vento aveva costretto il Comitato di Regata presieduto da Mario de Grenet ad annullare le prove in programma nella quinta giornata, l’allerta meteo diramata sulla zona, il troppo vento e il mare in burrasca hanno, invece, fatto annullare la prima tappa del 2017. La classifica provvisoria (stilata dopo le prime 7 regate e uno scarto) resta pertanto invariata: al comando è ITA 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con Simone Scontrino, Alfredo Branciforte, Francesco Picaro e Vincenzo Vano (8 punti; 2,1,1,1,1,2,3) seguito da Ita 447 Pelle Nera (Nettuno YC) armato da Paolo Cecamore e timonato dal campione del mondo 2014 della classe Soling, l'ungherese Farkas Litkey (18 punti; 1,4,3,4,3,3,9) e da Ita 428 Pelle Rossa di Gianni Riccobono con alla tattica Sergio Strippoli (Nettuno YC, 35 punti; 10,5,2,2,dsq,4,12). 
Le regate nel golfo di Anzio valide per l’Invernale della Flotta J24 più numerosa, quella di Roma, proseguiranno nelle giornate del 29 gennaio, 12 e 26 febbraio e 12 marzo mentre quelle per il Trofeo Roberto Lozzi, articolato su cinque week end (10 giornate) si svolgeranno nei fine settimana dell’11 e 12 febbraio, e dell’11 e 12 marzo. “Come da bando di regata, è previsto che sabato 11 febbraio o sabato 11 marzo si recupereranno le giornate annullate del campionato invernale, ormai salite a ben tre, per avverse condizioni meteo- ha proseguito Miccio -Nel frattempo prendono il via i lavori per organizzare la prima tappa del Circuito Nazionale Classe J24 che quest'anno si disputerà dal 31 marzo al 2 aprile 2017, tre settimane dopo il termine del Campionato Invernale. L'evento sarà organizzato dalla Lega Navale Italiana, sezione di Anzio, in collaborazione con gli altri circoli di Anzio. Sono previsti quindi tre giorni di sfide alle quali parteciperanno anche equipaggi provenienti dalle altre Flotte. Inoltre, sempre la Lega Navale Italiana sezione di Anzio organizzerà il II Trofeo Monotipi che avrà luogo a Pasqua, dal 15 al 17 Aprile.”


17/01/2017 14:49:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci