martedí, 2 settembre 2014


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

primavela    maxi yacht rolex cup    yacht club costa smeralda    volvo ocean race    protagonist    press    dinghy    laser    mini 6.50    fiv    regate    meteo    mondiali    campionati nazionali   

AMERICA'S CUP

Il Deed of Gift è carta straccia

il deed of gift 232 carta straccia
Cino Ricci

Vela, America's Cup - E’ carta straccia. Il Deed of Gift, l’atto di donazione che dal 1887 fino a ieri ha regolato la sfida alla Coppa America è diventato definitivamente carta straccia.  George L. Schuyler, che già molte volte aveva smesso di riposare in pace, ora si starà veramente rivoltando nella tomba per non vedere il nuovo scempio di questa edizione, che potrebbe essere realmente l’inizio della fine del mito per il trofeo sportivo più antico del mondo.

Qualcuno si è chiesto perché L’America’s Cup è sopravvissuta per così tanto tempo mantenendo inalterato il suo fascino? Non certo perché c’erano delle regate velocissime con barche tutte uguali. Non certo perché i due sfidanti si mettevano d’accordo per costruire insieme il loro scafo e soprattutto non certo perché il Defender progettava il proprio scafo insieme ad uno sfidante. Se è possibile che Luna Rossa e New Zealand progettino insieme il loro AC72 (chi dei due poi rimpiangerà se sarà l’altro a buttarlo fuori?), che Oracle ed Artemis facciano lo stesso è una bestemmia. Non siamo nei Melges,  non siamo al mondiale Farr e nemmeno nel circuito degli Extreme 40. Questa è la Coppa America, questa è una lotta tra uno sfidante e un Defender, tra uno Yacht Club che lancia la sua sfida e mostra il proprio scafo e un altro Club che prende tutte le sue contromisure senza rivelare nulla. Non può essere un circuito e nemmeno una sfida tra barche fatte in serie dagli stessi progettisti.

“Non è richiesto al detentore di dichiarare in anticipo il veliero che lo rappresenterà ma solo prima dell’inizio delle regate o in data stabilita tra le parti” Questo recita di Deed of Gift  e che, annacquato o meno dall’ esigenza di una Louis Vuitton Cup che selezioni lo sfidante, va rispettato.  Ora chiamatela come volete, ma non Coppa America. Oppure ridatecela nel suo spirito originario, che, pensateci bene, non esclude affatto tutte le innovazioni tecniche che sono state poste in essere. Anzi nel vero spirito del Deed of Gift le innovazioni dovrebbero essere ancora di più e ancora più stupefacenti. Solo rispettando il passato si costruirà un grande futuro che questa meravigliosa manifestazione, e tutti i tifosi, meritano.

 


21/05/2012 11.25.00 © riproduzione riservata







I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Riva del Garda: parte domani il Mondiale Melges 20

Una flotta record di 57 barche al via da domani del Campionato del Mondo Audi Melges 20 a Riva del Garda Undici le nazioni rappresentate da tre continenti. Sei le medaglie Olimpiche tra gli equipaggi

I segreti di una buona performance nella 7^ puntata di SeaYou di Giancarlo Pedote

E’ on line da oggi sul sito di ItaliaVela (www.italiavela.it), la settima puntata di SeaYou, il programma televisivo ideato da Giancarlo Pedote

Mondiale Melges 20: sorpasso a stelle e strisce

Il Garda Trentino non si smentisce e offre ottime condizioni per ulteriori tre prove portando a 6 regate su 10 il programma di regata - ph. Ph. Studio Borlenghi/Stefano Gattini

Lago di Garda: nel week end il Trofeo Gorla

Sabato e domenica si corre sul Garda il Trofeo Riccardo Gorla, il Mondiale delle long distance in acque non marine

Un "Invernale" per il Mini 6.50

Lo propone Marco Nannini con la sua Associazione Vela d'Altura a Marina del Fezzano a partire dal 29 novembre. Intanto il 27 settembre parte l'Autunnale con il Cetacei Act 2

Extreme 40: a Cardiff trionfa "The Wave, Muscat"

La Baia di Cardiff ha riservato il meglio nell’ultima giornata di regate del quinto Act delle Extreme Sailing Series, con un’avvincente quanto serrata battaglia per la vittoria finale tra Alinghi, The Wave, Muscat e J.P. Morgan BAR

Samba Pa Ti vince il Campionato del Mondo Audi Melges 20

Mascalzone Latino Jr. di Achille Onorato è secondo, Monaco Racing Fleet di Guido Miani terzo

Lago Segrino: II Edizione "Gir de la lumaga"

Grande attesa per il percorso enogastronomico sulle rive del lago Segrino, un viaggio nel tempo, nelle atmosfere e nella suggestione di un territorio tutto da scoprire tra natura, colori e sapori del Lario

Formia: decollano i Campionati Nazionali Giovanili in doppio

Come da prassi ampiamente consolidata verso mezzogiorno i ventilatori del golfo di Gaeta si sono accesi regalando condizioni da urlo, con mare piatto e una brezza da SO tra i 10 e i 15 nodi d’intensità - ph. F. Taccola

Mondiale Melges 20, in testa c'è Stig

Dopo una prima prova non ottima (undicesimo) Alessandro Rombelli su STIG ha piazzato un secondo e un primo che lo hanno portato in prima posizione