martedí, 21 novembre 2017

CENTRI VELICI

Il CVC Centro Velico Caprera si è raccontato nel giardino di Nonostante Marras

il cvc centro velico caprera si 232 raccontato nel giardino di nonostante marras
redazione

Il patrimonio naturalistico della Sardegna e la cultura di questa terra eccezionale si sono incontrati lo scorso 12 luglio a Milano da Nonostante Marras, lo spazio creativo dello stilista sardo Antonio Marras, con una suggestiva esposizione fotografica ispirata dal libro Charlie Victor Charlie. Storie di vento di vela e di mare, che per l’occasione è stato presentato in uno dei luoghi più caratteristici del fermento artistico milanese.
La corte interna al civico 8 di via Cola di Rienzo si è illuminata di proiezioni e stampe appese nel verde e aria di mare. Immagini rubate dalle pagine di "Charlie Victor Charlie. Storie di vela di vento e di mare", il nuovo libro ideato per celebrare i 50 anni del CVC Centro Velico Caprera. 
Una raccolta di ricordi, personaggi e accadimenti che dal 1967 a oggi hanno animato la vita dell’Isola di Caprera e della scuola velica. Il progetto editoriale, firmato da Alberto Coretti e Floriana Cavallo, fondatori del magazine dedicato al mare Sirene, intreccia il racconto del Centro Velico Caprera con la straordinaria forza evocativa degli scatti fotografici di Omar Sartor.
Le immagini che scandiscono la narrazione del libro superano la loro dimensione illustrativa apparendo sospese nella magia del giardino su cui si affaccia Nonostante Marras. La proiezione delle sequenze fotografiche più emozionanti, tratte anch’esse da “Charlie Victor Charlie. Storie di vento di vela e di mare”, ha accompagnato gli ospiti in un’esperienza diretta più intima del CVC Centro Velico Caprera, la cui bellezza e intensità continuano a stregare generazioni di allievi. Oggi come nel 1967, anno in cui il Touring Club Italiano e la Lega Navale Italiana, sotto l’Alto Patronato della Marina Militare Italiana, hanno fondato questa associazione. 
Il libro “Charlie Victor Charlie. Storie di vento di vela e di mare” è un’opera poliedrica che ha visto la collaborazione di Sergio Juan nel ruolo di art director, di Luca Zanoni, istruttore CVC in qualità di photo editor, e di tanti istruttori e allievi con i loro racconti e le loro testimonianze fotografiche. Realizzato in un formato che valorizza i contenuti fotografici e stampato il volume è anche il frutto di una ricerca sull’identità della scuola attraverso il lettering: è stato scelto, infatti, di utilizzare l’Helvetica che per molti anni ha contraddistinto la scuola nella sua veste ufficiale (programmi, locandine, brochure) e lo Stencil che un tempo veniva impiegato per la segnaletica della base di Caprera e per scrivere i nomi delle barche sulle stesse.
Due caratteri tipografici per due poli diversi, Milano e Caprera. Per due ecosistemi differenti, terra e mare. Per due percorsi comunicativi distinti, razionale ed emotivo. Il concept grafico del libro nasce proprio con l’intento di valorizzare questo dualismo tipografico e identitario, all’interno di una visione grafica fresca e contemporanea. Anche la scelta di utilizzare carte riciclate Favini. oltre a sottolineare il ruolo del CVC nella tutela dell’ambiente, va nella stessa direzione: una carta di grande modernità che, per la sua natura materica e tattile, evoca il mondo ruvido e slavato “degli oggetti di mare”. La Copertina è Favini Remake ottenuta riciclando gli scarti della lavorazione del cuoio e le pagine interne in Favini Crush dal riciclo di scarti della lavorazione del mais.
“Charlie Victor Charlie. Storie di vento di vela e di mare” diventa così uno straordinario mezzo per vivere un’esperienza inedita di quello spirito e di quei valori che da 50 anni accompagnano la vita del CVC Centro Velico Caprera. Il volume diventa così l’occasione per respirare un po’ di aria di mare, in una sera d’estate a Milano. 


17/07/2017 20:50:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

Riva Boutique: eccellenza e artigianalità per un Natale in grande stile

Lo store online ufficiale di Riva si arricchisce di nuovi accessori realizzati con lo stile e la qualità del cantiere mito della nautica mondiale, perfette idee regalo per le festività

L’Ocean Film Festival World Tour fa tappa a Roma

Kayak, surf, vela, esplorazione subacquea: una selezione di medio e cortometraggi per tutti gli appassionati di mare e avventura - Il 20 novembre al cinema Moderno ore 20:15

All'Arsenale della Marina Regia si presenta il progetto “Sirene nel blu tra mare e cielo”

Il progetto nasce dall’idea congiunta tra la Soprintendenza del Mare e “l’Associazione amici della Soprintendenza del Mare”, di volere attivare una campagna di sensibilizzazione rivolta al rispetto del mare

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

Francesco Cappuzzo campione nazionale Wave Windsurf per la seconda volta

Il campione in carica ha prima battuto nella finale del single elimination il milanese Jacopo Testa, campione nazionale Freestyle 2017, giunto terzo, e nell'avvincente finale del double elimination ha sconfitto di misura Andrea Rosati

Besenzoni vince il Dame Design Award 2017

Besenzoni ha ottenuto il riconoscimento finale della sua straordinaria capacità di innovazione: la poltrona pilota P400 Matrix ha ricevuto il più prestigioso premio dato nell’industria marina

Il nipponico Sikon si porta al comando del Melges 40 Grand Prix di Palma de Mallorca

La giornata odierna, iniziata con vento sui 15 / 17 nodi di intensità (poi andato a calare nel corso della seconda e terza prova) ed oscillante tra i 300 e 330 gradi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci