venerdí, 16 novembre 2018

ABBIGLIAMENTO

Helly Hansen: una collezione studiata per poteggere il Team Mapfre durante la Volvo Ocean Race

La pluri premiata collezione di abbigliamento tecnico per la vela di Helly Hansen è il risultato di migliaia di ore di ricerca e sviluppo. Come si fa a passare da una semplice giacca da vela a un capo che protegga alle condizioni climatiche estreme? La risposta sta nei test effettuati sull’equipaggiamento oceanico durante una delle competizioni più rinomate della vela: la Volvo Ocean Race, o VOR.
Dopo 140 anni nel settore nautico e 40 anni di lavoro con la Volvo Ocean Race, Helly Hansen si affida agli input dei professionisti per sviluppare ed espandere i limiti delle prestazioni dell'equipaggiamento, dai grandi classici come la Salt Jacket fino ai progetti più innovativi, come Ægir.
Partner e tester di prima mano dei prodotti Helly Hansen sono i componenti dell’equipaggio di MAPFRE che partecipano alla Volvo Ocean Race di quest'anno. I professionisti di questo team hanno bisogno di attrezzature che coprano tutte le condizioni, dal clima più caldo del Mediterraneo alle temperature fredde e pungenti dell'oceano meridionale.
"Oltre a sostenere gli atleti in questa intensa sfida, queste partnership sono sempre state un'opportunità unica per la nostra crescita nella ricerca e nello sviluppo. Essendo uno degli eventi più impegnativi tra tutti gli sport, il VOR è la prova ideale per capi da vela funzionali", spiega Øyvind Vedvik, Category Managing Director Sailing di Helly Hansen. "Ci affidiamo a team quali MAPFRE nella Volvo Ocean Race per mantenerci all'avanguardia nel design e nelle tecnologie, per permetterci di realizzare i migliori prodotti per le nostre collezioni vela destinate al pubbico".
Il team è equipaggiato con la più completa e tecnologica attrezzatura offshore che Helly Hansen è in grado di offrire, compresa la nuova Ægir H2Flow Jacket, recente vincitrice di due dei premi di design più prestigiosi al mondo: il German Design Award 2018 e il Good Design Award 2017. "Questa giacca è l'ideale a qualsiasi livello di attività, ma allo stesso tempo è molto leggera, confortevole e si asciuga velocemente", afferma Pablo Arrarte, Watch Captain di MAPFRE. "È un'aggiunta perfetta al nostro guardaroba offshore, che ci mantiene caldi anche a temperature fredde quando non l’attività a bordo non è intensa e ci raffredda quando manovriamo e sudiamo molto sotto sforzo".
Il team è equipaggiato con tutta la più alta tecnologia off-shore che Helly Hansen ha da offrire:
LE GIACCA ÆGIR H²FLOW™ DA UOMO E DA DONNA SONO CAPI ISOLANTI E IDROREPELLENTI REALIZZATI COME ELEGANTE STRATO AGGIUNTIVO UTILIZZANDO L'ESCLUSIVA TECNOLOGIA HELLY HANSEN H²FLOW™
La serie Ægir è realizzata per i professionisti delle attività nautiche e prende il nome dal dio del mare della mitologia nordica. La giacca Ægir H²Flow™ sia da uomo che da donna è un capo isolante e idrorepellente dal taglio femminile realizzato come elegante strato aggiuntivo utilizzando l'esclusiva tecnologia Helly Hansen H²Flow™ che offre eccezionale ventilazione, comfort, regolabilità e asciugatura rapida, ideale per diversi livelli di attività e temperature che le nostre professioniste della vela e delle attività nautiche affrontano quando escono in mare.


11/05/2018 16:13:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Route du Rhum: vince Joyon all'ultimo respiro

Battuto per soli 7 minuti François Gabart, in testa fino alle Basse Terre e bruciato nell'ultima virata

Otranto: regata di San Martino con poco vento e tanto sole

Dopo circa un mese di fermo per via del meteo poco favorevole, domenica si è svolta la seconda regata del campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ con la flotta arricchita di 3 new entry, una per ogni Categoria

Route du Rhum: Andrea Fantini di nuovo in mare

I maxitrimarani della classe Ultime stanno per tagliare il traguardo in Guadalupa con Macif di Francois Gabart in leggero vantaggio (40 miglia) su Francis Joyon con Idec Sport

Per Beneteau una base permanente a Barcellona

Beneteau inaugura una base permanente a Port Ginesta, vicino Barcellona con le prove in mare degli ultimi modelli a vela e a motore

Per il Marina Blu di Rimini una cartella esattoriale da 1,1 mln di euro

UCINA: la complessa vicenda normativa dei canoni demaniali dei porti turistici colpisce il Marina Blu di Rimini

Melges 40: le Grand Prix Finals 2018 si aprono nel segno di Stig

Stig, detentore del circuito 2017 e vincitore della Copa del Rey 2018 (ultimo evento disputato dalla flotta Melges 40 sulla strada per Lanzarote) rispetta al meglio il pronostico che lo voleva in grande stato di forma

Corso di Archeologia a Termini Imerese: Palermo nel periodo romano

Sabato 10 novembre 2018 alle ore 16,30 nuova lezione del Corso di Archeologia Romana promosso da BCsicilia

FVG Marinas: il Governo intervenga sui canoni demaniali

La Rete FVG Marinas con i suoi 20 marina aderenti, circa 7000 posti barca, è la Rete di porti turistici più estesa in Italia e sarà a Rimini a testimoniare la propria solidarietà al Marina Blu

Este 24: Ricca D’Este di Marco Flemma fa l’enplein

Si archivia una stagione ricca di grandi giornate di mare e di uno spirito di aggregazione che l’Este24 ha sempre portato come segno distintivo. Ricca D’Este fa l’enplein, dopo il Titolo Italiano si prende anche il Circuito Nazionale

Melges 40: Stig di Alessandro Rombelli è Campione del mondo

Stig di Alessandro Rombelli (con Francesco Bruni alla tattica) firma il bis confermandosi Campione del circuito Melges 40 Grand Prix dopo il trionfo nella stagione scorsa

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci