venerdí, 26 febbraio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nautica    libri    nomine    banque populaire    maxi-tri    ambiente    the ocean race    circoli velici    este 24    scuola vela    america's cup    garda    dolphin    luna rossa    maxi    vela olimpica   

CANTIERISTICA

Gruppo Azimut|Benetti: valore della produzione superiore a 900 milioni di Euro

gruppo azimut benetti valore della produzione superiore 900 milioni di euro
redazione

Non poteva esserci miglior risultato per l’anno nautico del Gruppo Azimut|Benetti che, mentre festeggia il suo cinquantenario, chiude l’esercizio 2018/19 con un valore della produzione superiore a 900 milioni di Euro, in crescita di circa il 10% rispetto allo scorso anno. Inoltre sono ben 260 le unità consegnate, in continuità con la prestazione eccellente della scorsa stagione.
 
Per quanto concerne la ripartizione delle vendite, il primo mercato di riferimento è quello degli Stati Uniti, dove Azimut Yachts in particolare quest’anno è il primo brand per vendite nel segmento sopra i 40 piedi*. Insieme agli altri paesi del continente, le Americhe pesano per il 50%, seguite dall’Europa (29%), dall’area Middle East e Africa con il 14% e l’Asia Pacific con il 7%.
 
Anche quest’anno i megayacht hanno giocato un ruolo centrale nelle performance del Gruppo, che ne ha venduti 51, 35 a brand Azimut Yachts e 16 a brand Benetti.
 
Il segmento dei megayacht è infatti cresciuto maggiormente della media del mercato della nautica da diporto (+ 16% vs 10%, secondo il più recente Deloitte Boating Market Monitor) e l’azienda ha saputo cavalcare questo trend, ampliando e rinnovando la gamma dei propri prodotti, secondo una strategia ormai consolidata che le ha consentito di essere per 19 anni in cima al Global Order Book, la classifica annuale di Boat International dedicata ai costruttori di megayacht.

Più in particolare, Azimut Yachts ha lanciato allo Yachting Festival di Cannes la nuova ammiraglia della collezione Grande, l’S10, barca iconica dei 50 anni ed emblema dell’attitudine alla sperimentazione e del carattere anticonvenzionale di questa linea. A quello dell’S10 si aggiungono i debutti assoluti dell’S8 e del 78 Fly, mentre il Verve 47 è in arrivo al Salone di Miami nel febbraio 2020 e il nuovo Grande Magellano 25, con la versione Art Yacht Project realizzato da Vincenzo de Cotiis, è previsto in lancio nella prossima primavera.
 
Ma il brand è già in fase avanzata nello sviluppo di nuove flagship: per la prossima stagione è infatti atteso un Trideck  di 38 metri, la barca più grande in assoluto costruita ad oggi da Azimut Yachts, di cui sono già stati venduti 3 esemplari sulla carta, a cui seguirà l’ammiraglia della collezione Magellano, un 30 metri.
 
Per quanto riguarda Benetti, l’anno del Cinquantenario del Gruppo ha visto il record dei tre giga yacht varati in 100 giorni, con l'ammiraglia del brand (108 metri) consegnata lo scorso luglio e le altre due in fase di consegna. 
 
Anche Benetti, che nei soli ultimi 60 giorni ha concluso ben 10 vendite, sta ampliando la sua gamma, arricchendola non solo di nuovi modelli ma anche di nuove famiglie di prodotto. La linea Class vedrà infatti nel 2020 la sua ammiraglia, il nuovo Diamond 145; a questa storica linea di successo del cantiere si affiancherà la nuova linea Oasis, ispirata a un concept di lusso glamour. Del suo primo modello, l’Oasis 40 metri, disponibile il prossimo anno, sono già stati venduti 3 esemplari. Ma il fermento del brand non si ferma qui: Benetti è pronto infatti a cimentarsi con una nuova collezione omaggiando il suo storico retaggio. Dopo due anni di analisi progettuale con il progetto B.Yond, una linea di Smart Travellers perfetti per lunghe crociere, Benetti riscopre il fascino e il lusso proposti negli anni ‘60 con i suoi yacht in acciaio e reinventa una categoria di prodotto che proporrà imbarcazioni senza tempo e destinate a restare attuali per tutta la vita. La collezione prevede 3 modelli, di 30 mt, 37 mt e 44 mt, con il 37 mt previsto in lancio nel 2021.


10/09/2019 17:42:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: Ineos tenta di non arrendersi anzitempo

Ineos Team nervoso, ma riesce a prendere il suo primo punto nella seconda prova dopo che nella prima aveva messo in cascina solo due penalità Luna Rossa conduce ora 5 a 1

America's Cup: New Zealand ci aspetta

Peter Burling:" Alcuni dei ragazzi di Luna Rossa erano nostri compagni di squadra l'ultima volta, quindi li conosciamo bene e loro conoscono noi"

Il mattino ha "l'Oro in Coppa"

Nell'alba italiana garrisce il tricolore ad Auckland dove Luna Rossa conquista il diritto a sfidare Team New Zealand per l'America's Cup vincendo la Prada Cup con un perentorio 7 a 1 su Ineos Team UK

Week-end decisivo per la Prada Cup

Dopo cinque giorni di pausa si torna in acqua questa notte alle 4:00 ora italiana per un week-end di regate che potrebbe essere decisivo

Tokio 2020: Federvela indica i primi tre equipaggi

Il Consiglio FIV conferma le scelte del DT e del Presidente. Ecco i primi tre equipaggi per la vela proposti al CONI:- 470 maschile: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò - ILCA 6: Silvia Zennaro - Nacra 17: Ruggero Tita e Caterina Banti

Garda: i Dolphin pronti ad una grande stagione

Si parte a metà marzo con “Winter & Bianchi”

Genova: finale di The Ocean Race Europe!

Come succederà per il giro del mondo 2022-23, Genova sarà finale della prima edizione di The Ocean Race Europe il prossimo giugno

Luna Rossa premiata con la Prada Cup

Con la cerimonia conclusiva, avvenuta sul main stage dell’America’s Cup Village di Auckland, la PRADA Cup è stata consegnata all’equipaggio di Luna Rossa Prada Pirelli, divenuto Challenger del 36 esimo America’s Cup Match

Nasce il Maxi Yacht Adriatic Series (MYAS) il nuovo circuito per i Maxi

La stagione velica 2021 si presenta con una novità dedicata alla vela maxi. Si chiama Maxi Yacht Adriatic Series (MYAS) il nuovo circuito che nasce dalla stretta collaborazione tra Trieste e Venezia

Gitana 17: il bilancio di una stagione deludente

Per Charles Caudrelier c'è frustrazione per aver mancato l'obiettivo del Trofeo Jules Verne, ma la consapevolezza di aver imparato molto. Prossimi impegni il Fastnet e la Transat Jacques Vabre

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci