lunedí, 22 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

veleziana    match race    middle sea race    dolphin    optimist    melges32    regate    vele d'epoca    kite    vela    melges 32    cnsm    circoli velici    campionati invernali    star   

SUZUKI

A Gibilterra in gommone: Suzuki e Italo al giro di boa delle Colonne d’Ercole

gibilterra in gommone suzuki italo al giro di boa delle colonne 8217 ercole
redazione

Partiti il 21 aprile da Salone di Genova, infatti, gli equipaggi del Club del Gommone di Milano, che ha organizzato questo insolito raid patrocinato dall’UCINA, ne hanno portato a compimento la prima parte, arrivando alle Colonne d’Ercole con un ruolino di marcia praticamente perfetto.
Delle 2.200 miglia previste, i cinque equipaggi composti esclusivamente da gentleman driver, ottimi marinai esperti che fanno capo al Club milanese, ne hanno percorse giusto la metà. Bravi ragazzi! Ma un bravo va anche e forse soprattutto ai mezzi che hanno consentito loro tale precisione nel rispettare le tabelle di marcia previste a tavolino: il fuoribordo senza patente Suzuki DF40A che ha spinto lo ZARmini RIB 16 fino a Gibilterra.
Loro non hanno avuto cambi: si sono fatti tutte le quasi 1.100 miglia di mare, navigando davanti alle coste di tre nazioni, senza mostrare alcuna incertezza. Come d’altronde avevano già fatto nella precedente impresa che li aveva visti protagonisti l’anno scorso durante la Circumnavigazione d’Italia #italiaingommone con 1767 miglia di navigazione. Sempre loro e proprio loro!
Alle 74 ore di moto finora sostenute per arrivare a Gibilterra, dunque, vanno sommate le 140 ore che il fuoribordo senza patente del costruttore giapponese aveva accumulato nel precedente raid, e poi le altre che serviranno per tornare a casa, a Genova.
Virginio Gandini, Presidente del Club del Gommone, annunciando ai suoi associati l’arrivo a Gibilterra del raid, così si è espresso al riguardo: “motore quanto mai parco nei consumi - il che non guasta in percorrenze simili - e gommone con carena in alluminio dall’ottima tenuta in mare”.
“Non siamo affatto sorpresi di come stia procedendo il raid, perfettamente organizzato, in piena sicurezza e secondo i piani, e anche del commento del Presidente Gandini sul nostro motore, perché conosciamo a fondo la qualità del nostro DF40A, un fuoribordo che ha caratteristiche tecniche e prestazioni di riferimento nell’ambito della fascia di mercato di appartenenza” Questa la dichiarazione di Paolo Ilariuzzi, Direttore Commerciale di Suzuki Italia divisione Marine, che sul fuoribordo poi aggiunge: “Il sistema Lean Burn di Suzuki, a combustione magra, che accomuna tutta la gamma di Suzuki da 9,9 a 350HP, quindi presente anche sul DF40A, è in grado di assicurare un notevole risparmio di carburante proprio nella navigazione a velocità costante, quando si è in crociera”
Siamo nell’ordine del 14% di benzina in meno e ciò si traduce anche in minor impatto ambientale e minori emissioni nocive da parte del motore.
“Durante e dopo il raid dell’anno scorso, il DF40A è stato sottoposto solo al normale ciclo di manutenzione ordinaria – ha concluso Paolo Ilariuzzi – e prima di partire quest’anno da Genova gli abbiamo fatto il tagliando, ma nulla di più. Il motore di Italo è assolutamente di serie e non preparato, sempre lo stesso. Il segreto di tale performance in termini di affidabilità? Sta proprio in questo, nel fare una corretta manutenzione. La tecnologia Suzuki, quanto di meglio il settore dei fuoribordo quattro tempi possa esprimere, fa il resto”
Il raid “A Gibilterra in Gommone” riprenderà l’11 maggio, con gli equipaggi del Club del Gommone impegnati sulla via del ritorno. La sesta staffetta a prendere parte all’impresa - Alessandro Di Lelio e Ambrogio Fumagalli- la prima di altre cinque previste per il rientro di “Italo” a Genova, farà di nuovo prua verso Almeria dove è previsto un controllo di routine da parte della filiale spagnola di Suzuki.


10/05/2018 13:34:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Elements Race: Cagliari ospiterà la 3a edizione

Dopo le prime edizioni organizzate nell'Arcipelago della Maddalena, la manifestazione che unisce Vela e Off Road si sposta nel Sud della Sardegna, a Cagliari, con nuove rotte e a bordo dei GIRO 34

Muore Ian Kiernan, l'uomo della "Mission Impossible" di pulire il Mondo

E’ morto a 78 anni portato via da un cancro un grande uomo, Ian Kiernan, velista ed ecologista, che si era dato il compito di “pulire il mondo”

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Parte domenica l'Autunnale Peloritano

Prende il via domenica 21 il Campionato Autunnale Peloritano al Marina di Capo d'Orlando che riapre le sue braccia, ovvero le su banchine, ai velisti dopo il successo del Vela Cup del mese scorso

Caorle: la stagione della vela chiude con La Cinquanta

Il 27 e 28 ottobre ultimo appuntamento con l’altura a Caorle

Una "Mare e Monti" per Giovanni Soldini

Giovanni Soldini e l'alpinista Hervé Barmasse faranno insieme una serie di traversate e di scalate con lo scopo di confrontare due mondi così diversi.

Garda: il Trofeo dell'Odio a Diavolasso

“Diavolasso” della scuderia velica “Ac&e-Sicurplanet” con lo skipper veronese Andrea Farina (Cn Brenzone) ha vinto la 66° edizione e del Trofeo dell’Odio, classica autunnale del Circolo Vela Gargnano.

Viareggio, arriva in porto la flotta delle vele d’epoca

Oltre 60 barche a vela d’epoca e circa 500 membri di equipaggio stanno convergendo a Viareggio dove dal 18 al 21 ottobre si svolgerà la XIV edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Garda: grande festa per i Dolphin

Grande festa per la classe velica dei Dolphin che ha premiato i suoi Campioni 2018. La Piccola Vela di Desenzano ha ospitato skipper, armatori, prodieri e Vip per il tradizionale incontro di fine stagione,

Melges 32 a Cagliari per giocarsi il Mondiale

Diciotto i team al via in rappresentanza di 8 Nazioni (Russia, Germania, Giappone, Norvegia, Principato di Monaco, Svizzera, Polonia, Italia) per un Campionato del Mondo assolutamemte aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci