mercoledí, 20 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    laser    azzurra    disabili    52 super series    mare    swan    nautica    melges 24    salone nautico    volvo ocean race    campionato invernale riva di traiano    j70    j24    porti   

GIANCARLO PEDOTE

Giancarlo Pedote co-skipper sull'Imoca 60 di Fabrice Amedeo

giancarlo pedote co skipper sull imoca 60 di fabrice amedeo
Roberto Imbastaro

«E’ come muoversi in un campo di regata tra le boe: l’obiettivo si raggiunge per tappe di avvicinamento, un passo dopo l’altro ».

È sempre con in mente la Vendée Globe 2020 che Giancarlo Pedote disegna la strada davanti a sé e crea i suoi progetti. Dopo una serie considerabile di esperienze in navigazione d’altura, dopo il ritorno alla navigazione a bastoni con il Moth a foil, che lo ha avvicinato al mondo degli idrofoil l’anno passato, Pedote ha deciso di affiancare Fabrice Amedeo nella prossima Transat Jacques Vabre e in una serie di regate preparatorie, entrando così nella Classe IMOCA.

Una decisione condivisa con lo storico sponsor Prysmian Group che, fino a fine anno, apparirà come sponsor del 60 piedi “Newrest-Brioche Pasquier”.

« Il mio progetto Vendée Globe 2020 va avanti, ma non è una cosa semplice né immediata. Una parte del progetto è volta alla ricerca degli sponsor ed è necessario lavorare contemporaneamente su diversi fronti, soprattutto organizzativi, senza rallentare il progetto sportivo e la mia preparazione che non possono arrestarsi. Così nasce il programma 2017, come ulteriore tappa di avvicinamento, di apprendimento ».

Ad accompagnarlo all’ingresso nella Classe IMOCA sarà Fabrice Amedeo. Skipper, scrittore e storico giornalista di uno dei quotidiani più diffusi sul territorio francese (Figaro), il trentanovenne originario di Segré, nel dipartimento del Maine e Loira, è reduce dall’ultima edizione della Vendée Globe, che ha concluso in 11° posizione.

« Ho incontrato Fabrice sui pontili, come quasi sempre capita tra skipper. Era il 2014, navigavamo entrambi nel circuito Class 40 ed entrambi abbiamo partecipato a La Qualif e alla Rotta del Rhum. Ricordo in particolare La Qualif: abbiamo navigato per un buon tratto bordo a bordo, parlavamo via radio. Dopo il Class 40 lui è passato direttamente alla Classe IMOCA, mentre io ho fatto un passaggio rapido in Multi 50. Ho una buona sensazione nei confronti di Fabrice, con cui ho già fatto le prime navigazioni qui a La Trinité sur Mer (in Bretagna) », racconta Pedote.

« Il percorso di Fabrice nel mondo della vela è davvero particolare e molto interessante: è riuscito a tenere insieme le sue due passioni e doti, quelle della vela e della scrittura. E’ un professionista che dimostra di saper gestire in maniera ottima sia il suo progetto sportivo, sia la sua carriera di giornalista ».

Fabrice Amedeo ha battezzato il suo progetto sportivo “Reporters du Large”, un nome che sottolinea che la course au large “è uno sport di alto livello ma è anche un'avventura, un viaggio dotato di una dimensione editoriale che fa sognare il grande pubblico“». 

« Sono molto felice di partire per questa nuova avventura assieme a Giancarlo. Abbiamo regatato uno contro l'altro in Class 40: Giancarlo è un ottimo regatante e potrà portarmi il suo "know-how" soprattutto nella regolazione delle vele. Dal mio canto potrò mettergli a disposizione la mia esperienza in Imoca, che è una barca che scopre quest’anno. Le nostre prime navigazioni sono davvero promettenti e la nostra intesa molto buona. Avere un co-skipper italiano è anche un modo per me di aprire il mio progetto ad una dimensione internazionale: l'Italia è un mercato strategico per un certo numero dei miei partner. E infine è un clin d'œil alle mie lontane radici italiane… l'Italia è un paese che amo molto » dichiara Fabrice Amedeo interrogato sui motivi della sua scelta.

Alla richiesta di un pronostico, Giancarlo Pedote risponde: « Abbiamo tutti gli ingredienti per fare un buon progetto e con un pizzico di fortuna magari riusciremo anche a fare un buon piazzamento tra le barche della nostra generazione. Sono molto contento di partire assieme a lui: a bordo abbiamo dei profili complementari che sono certo si integreranno perfettamente. Fabrice conosce molto bene la sua barca, la sa manovrare in maniera rapida e precisa e non dimentichiamo che ha concluso all’11° posto la Vendée Globe: un ottimo risultato per una prima partecipazione. E’ importante trovare in chi naviga con te un compagno fidato ».

E un compagno sicuramente fidato di Giancarlo Pedote è Prysmian Group, che lo accompagna da quasi 10 anni, dai suoi esordi in Mini.

« Uno dei nostri obiettivi come gruppo è quello della crescita ragionata, per tappe di avvicinamento. Anche in questo Prysmian Group si rispecchia nel percorso atletico e umano di Giancarlo, ed anche per questo continuiamo a sostenerlo oggi a bordo di Newrest-Brioche Pasquier, e ci auguriamo che la nostra ambizione si possa spingere fino al sogno della Vendée Globe 2020, un traguardo importantissimo a cui tutti puntiamo » dichiara Lorenzo Caruso, Corporate & Business Communication Director del Gruppo.


05/07/2017 15:42:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Stazza J70, querelle infinita: lettera aperta di Carlo Alberini

"A pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate"

Davide Sampiero vince il titolo Nazionale Meteor Match Race 2017

A Castiglione del Lago sono scesi in acqua. per contendersi il titolo, ben sei tra i primi dieci classificati dell’ultimo Campionato Nazionale Meteor compreso Lorenzo Carloia neo campione Italiano assoluto e campione match race uscente

Mondiale J70: scintille tra Vincenzo Onorato e lo YCCS

Vincenzo Onorato abbandona il Mondiale J70 in polemica con lo Yacht Club Costa Smeralda

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

L' 11° Childrenwidcup dell’Abe

La regata dei sorrisi con i piccoli dell'ospedale dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civili di Brescia

YCCS: lettera aperta in risposta alle dichiarazioni di Mascalzone Latino

Il mio compito da quando il Commodoro Gianfranco Alberini mi ha chiamato a organizzare le regate dello Yacht Club Costa Smeralda 17 anni fa è sempre stato lo stesso, garantire a tutti i partecipanti lo stesso trattamento imparziale

Allo Yacht Club Porto Rotondo la Fideuram Cup

Dal 15 al 17 settembre, la sfida tra i manager dell’istituto bancario

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

L’ Altura è la nuova sfida dell’Invernale di Riva di Traiano

Per gli equipaggi in doppio saranno possibili una o più regate d’altura verso Giglio/Giannutri che faranno parte integrante del Campionato Invernale 2017/2018

Ferretti Yachts 920: un big a Cannes

Frutto della collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto e Dipartimento Engineering Ferretti Group insieme a Studio Zuccon International Project, il nuovo gigante Ferretti Yachts - LOA 28,49 metri - ha una lunghezza scafo di 23,98 metri

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci