martedí, 11 dicembre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

seatec    recordate    star    sydney hobart    regate    protezione civile    circoli velici    golden globe race    america's cup    formazione    turismo    crociere    j24    press    campionati invernali    attualità    match race   

PROTAGONIST

Gentlemen's Cup: Vince Pegaso, Manfrini si riconferma Gentleman

gentlemen cup vince pegaso manfrini si riconferma gentleman
redazione

Una spettacolare Gentlemen’s cup nelle acque di Gargnano per la Classe Protagonist 7.50, al 5° atto del Circuito Sailing Series 2017. La regata, organizzata dal Circolo Vela Gargnano, ha visto diciotto barche sulla linea di partenza nonostante il meteo del sabato non fosse dei migliori. 
Fortunatamente la pioggia non è arrivata lasciando spazio ad un bel vento intorno ai 18-20 nodi proveniente dal terzo quadrante, che ha impegnato ancora una volta gli equipaggi nella scelta tattica della vela di prua. 
Il campo di regata abbastanza regolare ha ridotto notevolmente le differenze tra le barche e come al solito si sono visti ingressi in boa al limite del contatto. 
Anime scalpitanti alla partenza hanno spinto la giuria, presieduta da Carmelo Paroli, a mettere mano alla bandiera nera subito dopo due partenze annullate per richiami generali.
Risultato: squalificati per partenza anticipata Tè Bambo, timonato per l’occasione da Matteo Giovanelli, Nonsissamai e Gattone.
Il vento ha favorito i tattici che hanno scelto la destra del campo di regata e la prima giornata si è conclusa con una bella performance di Antonio Scialpi su Mmahhipiù al primo posto con un 2-4-2, seguito da Lorenza Mariani  su Casper (3-2-5) e Valerio Manfrini con Pegaso (8-1-3) in forma smagliante.
Gli animi “caldi” dei regatanti si sono fatti sentire anche a terra dove la giuria è stata costretta a squalificare Tè Bambo e Mmahhipiù, protestato dagli avversari per una infrazione in partenza, togliendo di fatto a Scialpi la possibilità di rimanere sul podio e facendo guadagnare a Casper la prima posizione di giornata. Ma con lo scarto alla quarta prova i giochi sono ancora aperti in una classifica comunque corta.
Tutti sulla linea poi per la seconda giornata con il classico vento da SW che non si è fatto attendere nemmeno un minuto consentendo al CdR di organizzare perfettamente le due prove rimanenti. 
La prima prova ha fatto spuntare davanti ai big la prua di Yerba del Diablo con il sorriso inconfondibile di Andrea Barzaghi alla conduzione. Al secondo posto Andrea Taddei su Whisper, seguito letteralmente dall’Ombra del vento di Luciano Galloni con Davide Bianchini a chiamare. 
Alla seconda prova un altro bel primo posto per Manfrini che, con Pietro Corbucci alla tattica ed una barca velocissima, si è così aggiudicato la vittoria finale della Gentlemen’s Cup (1-1-5-1), bissando così il successo dello scorso anno nella classifica speciale dei timonieri armatori, a cui il trofeo è dedicato.
Secondo posto in classifica generale per Lorenza Mariani con Casper grazie a un’ottima costanza di risultato in tutte le prove (3-2-3-3), e i ragazzi di El Moro capitanati dal duo Filippo Amonti ed Enrico Sinibaldi a completare il podio (1-4-4-5).
Prove dunque davvero difficili, visti i distacchi millimetrici tra gli equipaggi, ma che rendono questa classe unica nel suo genere. Non sono mancati poi i colpi di scena con una caduta in acqua di Patrizia Anele a bordo di Geronimo, senza conseguenze, dopo una manovra al limite del timoniere costretto a reagire alla virata ravvicinata dell’Ombra del vento. Regatare con queste barche davvero facili e sicure da condurre porta gli equipaggi a dover dare sempre il massimo per guadagnare posizioni e questo weekend organizzato dal Circolo Vela Gargnano ne è stato l’emblema. 
Ora tutti a riposo fino alla prossima tappa che si terrà nuovamente sulla sponda veronese al Circolo Nautico Brenzone per il Memorial Salvà il prossimo 24-25 giugno. 


25/05/2017 20:47:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Golden Globe Race: tratta in salvo Susie Goodall

Susie Goodall è stata finalmente recuperata 2.000 miglia a ovest di Capo Horn dall'equipaggio della nave cargo registrata a Hong Kong MV Tian

Extra 1 e Swasa vincono l'Autunnale di Capo d'Orlando

Il 27 Gennaio si riprende con il Campionato Invernale. La centralità dell'accogliente Marina di Capo d'Orlando permetterà di impinguare ulteriormente la flottta con barche di tutta la Sicilia e della Calabria

Lazio e Campania: allerta meteo sulle zone costiere per domenica 9 dicembre

Previsti anche venti di burrasca nord-occidentali, con raffiche fino a tempesta, sulla Sardegna in estensione a Sicilia e Calabria

Circolo Vela Gargnano: il bilancio del 2018

Gorla e Centomiglia, il ritorno della classe Star, i successi delle squadre giovanili, l'alternanza scuola lavoro, le Università di Brescia e Padova. Il prossimo anno si annuncia un Settembre a tutta vela con le classi Olimpiche e gli equipaggi azzurri

Invernale di Anzio: Calipso Enway e La Superba continuano a dominare

Domenica 2 dicembre il golfo di Anzio e Nettuno ha regalato un’altra splendida giornata per la 44° edizione del Campionato Invernale, consentendo di disputare la quarta prova per le classi Altura e ben tre prove per i J24

Fincantieri: varata a Marghera Carnival Panorama

È stata varata oggi nello stabilimento Fincantieri di Marghera, “Carnival Panorama”, nuova nave destinata a Carnival Cruise Line, brand del gruppo statunitense Carnival Corporation & plc, primo operatore al mondo del settore crocieristico

America's Cup: c'è anche Malta con una sfida molto italiana

Il Team Principal dell'Altus Challenge di Malta è Pasquale Cataldi, un uomo d'affari italiano nato a Malta, fondatore e CEO della multinazionale del settore immobiliare e dello sviluppo, Altus

J24: a Four K la prima manche dell’lnvernale di Cervia

Stefano Leporati con il suo J24 Ita 500 Four K vince la prima manche dell’lnvernale Monotipi di Cervia

Trieste: Szymon Szymik vince l’International Christmas Match Race

Dopo tre giorni di regate inziate con bora e terminate con venti leggeri, il polacco Szymon Szymik si aggiudica la vittoria finale ai danni dell’Italiano Rocco Attili ottimo secondo e lo Sloveno Dejan Presen, terzo

Sydney/Hobart: sarà ancora lotta tra Comanche e Wild Oats XI

Il record è di LDV Comanche, che lo scorso anno ha impiegato 1 giorno, 9 ore, 15 minuti e 24 secondi per coprire le 628 miglia del percorso

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci