martedí, 21 novembre 2017

GC32

GC32 Racing Tour 2017: arrivano le barche volanti

gc32 racing tour 2017 arrivano le barche volanti
redazione

Giunto alla quarta stagione, il GC32 Racing Tour visiterà nuovamente alcune delle migliori località veliche in Italia, Spagna e Francia con l'obiettivo di garantire ai partecipanti le migliori condizioni per il foiling, con vento teso e mare piatto. Località che offrono anche panorami eccezionali, che le rendono luoghi ideali per invitare ospiti, per amici e famiglie, che possono vivere la vivace atmosfera del circuito GC32, con alcuni fortunati che possono anche salire a bordo.
Per la seconda volta consecutiva il GC32 Racing Tour aprirà a Riva del Garda, ospitato dalla Fraglia Vela Riva. Con le sue condizioni di vento sempre teso e acqua piatta, oltre a un eccezionale scenario naturale ai piedi delle Alpi, il lago di Garda è considerato come una mecca della vela internazionale.Saranno oltre dieci, ancora una volta, i team che si affronteranno nel corso della stagione e nel circuito riservato ai velocissimi catamarani volanti. Questi team internazionali vengono da tre continenti con atleti da quattro diversi continenti. I velisti sono sia professionisti che dilettanti, inclusi diversi atleti che si stanno preparando per la Red Bull Youth America’s Cup. Tutti proveranno l'emozione di volare a trenta nodi e più di velocità rese possibili da questi catamarani, barche allo stato dell'arte simili, ma più maneggevoli, di quelle usate nella Coppa America e significativamente meno costose.
Fra i “pro” che ritornano all'attacco del tabellone, il team con l'esperienza più lunga nel circuito: l'ARMIN STROM Sailing Team dell'elvetico Flavio Marazzi, Presidente della classe internazionale GC32 . Terzo assoluto nel 2016, il velista svizzero quattro volte olimpionico nella classe Star, punta al gradino più alto del podio e ritiene che la sua arma più forte sia il suo gruppo. “Ho cercato velisti che avessero esperienza olimpica, che abbiano partecipato ai Giochi almeno una volta e che abbiano un livello tecnico alto.”
Marazzi ha trovato i suoi compagni nella classe 49er, il cui velisti sono presenti massicciamente nella Coppa America, come il timonier di Emirates Team New Zealand Peter Burling e lo skipper di Artemis Racing  Nathan Outteridge. All'equipaggio di ARMIN STROM Sailing Team si aggiungono il tedesco Erik Heil, bronzo a Rio 2016, il britannico Alain Sign e lo spagnolo Iago Lopez Marra.
Marazzi spiega: “C'è molta pressione ed è necessario avere persone che siano abituate alla velocità e alla tattica necessaria su barche veloci, con capacità di prevedere le mosse, partire eccetera.” Come presidente della classe, Marazzi si dice felice di vedere che il GC32 Racing Tour continua a crescere sia in termini di numeri che di qualità. “Tutti concordano che è necessario allenarsi molto, quindi quest'anno il livello sarà più alto.”Di ritorno anche un altro team svizzero, Realteam di Esteban Garcia, con lo skipper Jérôme Clerc, che ha dichiarato: “Competere a livello internazionale con i migliori equipaggi è stato uno dei nostri obiettivi fin dall'inizio. Il GC32 Racing Tour è un circuito unico, che si corre su barche monotipo di altissimo livello tecnico, e in località spettacolari con il lago di Garda e Palma de Maiorca, ed è divertente sia per noi velisti che per il pubblico.”
Realteam ha finito all'ottavo posto assoluto nel 2016, posizione che Clerc imputa alla mancanza di tempo passato a bordo del loro GC32. Quest'anno il team si è allenato di più, una o due settimane al mese da gennaio a ora. Il gruppo è anche attivo in Svizzera nelle classi di catamarani D35 e Flying Phantoms.
Dell'equipaggio fanno parte i velisti Loic Forestier, Cédric Schmidt e Rémi Aeschimann, già presenti in passato a cui vanno ad aggiungersi tre atleti da Team Tilt: Lucien Cujean, Bryan Mettraux e Arthur Cevey, oltre a Christophe Carbonnières, che aveva partecipato con Team ENGIE.
Anche il francese Sébastien Rogues con il suo Team ENGIE ha passato molte ore in allenamento in acqua, dimostrando di essere molto veloci e ottenendo prestazioni da podio con legolarità durante il  campionato GC32 svoltosi a marzo in Oman. Rogues ha dichiarato che l'obiettivo del team per il  GC32 Racing Tour 2017 è vincere di più e finire spesso nei top tre. “In Oman abbiamo raggiunto un nuovo livello tecnico e credo sia possibile vincere il circuito. Nella prima stagione volevamo scoprire le barche volanti, nella seconda imparare e quest'anno, per la terza stagione, vogliamo essere competitivi.”
L'equipaggio di Team ENGIE rimane quello della parte finale del 2016, formato in gran parte da giovani velisti di talento delle classi F18 e Flying Phantom, come il tattico Gurvan Bontemps e Benjamin Amiot, che è arrivato a Team ENGIE da Spindrift racing.

Rogues è particolarmente felice di avere due eventi in Francia per questa stagione 2017, Marsiglia e Calvi, ma scalpita per il primo appuntamento di Riva del Garda. “E' un posto fantastico, un luogo perfetto per la vela. E' ottimo per i catamarani GC32, ma anche per il windsurf, il kite, per tutto. Penso non avremo un attimo libero...”
Gli altri team partecipanti al GC32 Racing Tour verranno annunciati a breve, incluse alcune nuove entry dalla Spagna e dall'Argentina.
2017 GC32 Racing Tour
11-14 maggio - GC32 Riva Cup / Riva del Garda, Italia
28 giugno -1 luglio - GC32 Villasimius Cup / Villasimius, Sardegna, Italia
2-5 agosto - 36 Copa del Rey / Palma di Maiorca, Spagna
13-16 settembre -  GC32 Orezza Corsica Cup, Calvi, Corsica
12-15 ottobre - Marseille One Design / Marsiglia, Francia


19/04/2017 18:58:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

Invernale Riva di Traiano: i Big subito in evidenza

Sole, mare calmo e poco vento. Ma la regata si fa e brilla lo Swan 45 Aphrodite

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

Riva Boutique: eccellenza e artigianalità per un Natale in grande stile

Lo store online ufficiale di Riva si arricchisce di nuovi accessori realizzati con lo stile e la qualità del cantiere mito della nautica mondiale, perfette idee regalo per le festività

L’Ocean Film Festival World Tour fa tappa a Roma

Kayak, surf, vela, esplorazione subacquea: una selezione di medio e cortometraggi per tutti gli appassionati di mare e avventura - Il 20 novembre al cinema Moderno ore 20:15

Terza giornata all'Invernale del Circeo

La classifica generale IRC dopo 5 prove e uno scarto vede in testa TAHRIBA l’Elan E5 dello skipper Francesco Di Diodato portacolori del Nautilus Yacht Club con al timone Pino Stillitano

All'Arsenale della Marina Regia si presenta il progetto “Sirene nel blu tra mare e cielo”

Il progetto nasce dall’idea congiunta tra la Soprintendenza del Mare e “l’Associazione amici della Soprintendenza del Mare”, di volere attivare una campagna di sensibilizzazione rivolta al rispetto del mare

Francesco Cappuzzo campione nazionale Wave Windsurf per la seconda volta

Il campione in carica ha prima battuto nella finale del single elimination il milanese Jacopo Testa, campione nazionale Freestyle 2017, giunto terzo, e nell'avvincente finale del double elimination ha sconfitto di misura Andrea Rosati

Besenzoni vince il Dame Design Award 2017

Besenzoni ha ottenuto il riconoscimento finale della sua straordinaria capacità di innovazione: la poltrona pilota P400 Matrix ha ricevuto il più prestigioso premio dato nell’industria marina

Il nipponico Sikon si porta al comando del Melges 40 Grand Prix di Palma de Mallorca

La giornata odierna, iniziata con vento sui 15 / 17 nodi di intensità (poi andato a calare nel corso della seconda e terza prova) ed oscillante tra i 300 e 330 gradi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci