domenica, 18 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela    volvo ocean race    x-yachts    nauticsud    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group    press    premi   

MAXI YACHT ROLEX CUP

Finale mozzafiato per i Maxi

finale mozzafiato per maxi
redazione

Si conclude con una splendida finale la ventisettesima edizione della Maxi Yacht Rolex Cup e Rolex Maxi 72 World Championship, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con l'International Maxi Association e lo storico sponsor Rolex. Conquista il titolo di Campione del Mondo tra i Maxi 72 Bella Mente di Hap Fauth mentre si siedono sul trono delle varie categorie: Open Season (Wally), WinWin (SuperMaxi), Leopard 3 (Maxi Racing), My Song (Maxi Racing Cruising), Atalanta II (Mini Maxi Racing), Wallyño (Mini Maxi Racing Cruising) e Grande Orazio (Southern Wind).Scortati dalla brezza proveniente dai quadranti settentrionali intorno ai 10 - 12 nodi, i Wally ed i Maxi 72 hanno completato due bastoni oggi mentre tutte le altre divisioni sono partite per una costiera. Il percorso li ha visti entrare nel Golfo di Arzachena e poi, dopo essersi lasciati a dritta l'Isola dei Monaci, dirigersi verso sud per aggirare una boa posta nei pressi dell'Isola di Mortorio e tagliare la linea del traguardo nel Golfo del Pevero. Anche i Maxi Racing hanno concluso la regata nel Golfo del Pevero ma, anziché virare prima di Mortorio, hanno allungato il percorso fino a costeggiare l'Isola di Soffi.


Wally
Sovrano incontrastato fino alla fine, Open Season di Thomas Bscher che stravince nella Classe più numerosa, 13 barche in gara, con ampissimo margine: ben 10 punti di distacco. Colpo di coda finale per il Wally 77 J One, secondo classificato overall, che scala la classifica e sorpassa il Wally 80 Tango G, finito al terzo dopo un'ottava e quarta posizione nelle manche odierne.

Maxi 72
Ad un anno di distanza, ancora applausi per l'americana Bella Mente - Terry Hutchinson, Adrian Stead e Ian Moore nell'afterguard - che si riconferma Campione del Mondo nella Classe Maxi 72. Fantastica rimonta in extremis, a sorpresa di tutti, per Proteus di George Sakellaris che si piazza al secondo overall, con un punto di vantaggio dal tedesco Momo, terzo classificato.

Hap Fauth, armatore di Bella Mente, commenta così la vittoria: "Nella flotta tutti conoscono il nostro punto forte e cercano di bloccarci ma noi sappiamo difenderci bene. Quando usciamo per regatare abbiamo un piano A, un piano B e un piano C per quanto riguarda la partenza -  la parte fondamentale della regata per noi. Sono molto contento di aver vinto e ringrazio l'organizzazione e lo sponsor per questa fantastica settimana."

SuperMaxi
Il suo nome lo aveva già presagito ma la conferma arriva oggi, con la seconda vittoria, che consacra WinWin il vincitore nella categoria dei SuperMaxi, davanti con sei punti di vantaggio. Il J Class Velsheda, varato nel 1933, riesce nella rimonta finale e, scavalcando Inoui di Marco Vogele - terzo classificato overall - si piazza al secondo gradino del podio.

Maxi Racing
Con tre vittorie su quattro, il velocissimo Leopard 3 di Mike Slade afferma la sua supremazia su Rambler 88 di George David, che chiude alla seconda posizione tagliando il traguardo, anche oggi, dietro il suo diretto rivale.

Maxi Racing Cruising
Canta vittoria tra i Maxi Racing Cruising My Song di Pier Luigi Loro Piana con Tommaso Chieffi alla tattica. Il Rogers 80 Altair-Aegir che oggi ha dato il meglio di sé tagliando per secondo il traguardo, raggiunge il secondo gradino del podio seguito, due punti dietro, dallo Swan 80 Alpina al terzo.

Mini Maxi Racing
Dopo le due vittorie consecutive nel 2006 e 2007, ritorna a festeggiare tra i Mini Maxi Racing Atalanta II di Carlo Puri Negri che dal quarto posto del primo giorno conquista la cima del podio, a due punti dal secondo classificato il Mills 68 Prospector, vittorioso nella costiera di oggi. Terza posizione per l'americano Lucky che scende nella classifica dopo la quarta posizione di giornata.

Mini Maxi Racing Cruising
Il Wally 60 Wallyño, con due vittorie e due secondi posti, è il vincitore tra i Mini Maxi Racing Cruising. Dietro di lui, separati da quattro punti, lo Swan 601 Arobas, secondo classificato che con la vittoria odierna riesce a rompere la parità con il suo concorrente l'italiano H2O, finito in terza posizione.

Southern Wind
Grande Orazio di Massimiliano Florio intasca la vittoria nella classifica riservata alle barche Southern Wind partecipanti e chiude al primo posto, due punti sopra Windfall con a bordo il tattico Cameron Appleton. Colpo di scena al terzo posto overall: la new entry Ammonite con Peter Holmberg alla tattica riesce a strappare, per un solo punto, l'ultimo gradino del podio a Blues sempre davanti a lui dall'inizio delle gare.

I vincitori della Maxi Yacht Rolex Cup e Rolex Maxi 72 World Championship 2016 sono stati insigniti dei premi durante la Cerimonia di Premiazione finale in Piazza Azzura, che ha chiuso ufficialmente l'evento. 

Durante la Cerimonia il Commodoro dello YCCS, Riccardo Bonadeo, commenta così la conclusione della manifestazione: "Come sempre, la Maxi Yacht Rolex Cup ci ha regalato una settimana indimenticabile. Questa flotta da record include molte nuove barche che hanno partecipato per la prima volta alla Maxi - il che non può che essere un segno positivo. Il Comitato di Regata ha dovuto affrontare condizioni a volte difficili ma è riuscito a fare, ancora una volta, un lavoro esemplare e la giornata finale di oggi è stata davvero entusiasmante. Ci rivedremo nel 2017 per un'edizione molto speciale che farà parte dei festeggiamenti per il nostro 50° anniversario."

Gli impegni sportivi dello YCCS continuano e già da domani prendono il via i preparativi per la Rolex Swan Cup e Swan 45 World Championship in programma dall'11 al 18 settembre.


10/09/2016 20:20:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

FIV: siglato l'accordo con la Guldmann per l'attività paralimpica

Guldmann è un'azienda con sede in Danimarca che dedica il suo operato allo sviluppo , alla produzione e alla vendita di tecnologie applicate al benessere delle persone

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci