mercoledí, 12 dicembre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

premi    seatec    recordate    star    sydney hobart    regate    protezione civile    circoli velici    golden globe race    america's cup    formazione    turismo    crociere    j24    press    campionati invernali    attualità    match race   

GC32

Finale francese alla GC32 Lagos Cup

finale francese alla gc32 lagos cup
redazione

Si è conclusa con la disputa di sei prove nella giornata di domenica la GC32 Lagos Cup, secondo evento del calendario del GC3 Racing Tour 2018.  Con ben venti regate portate a termine, la vittoria è andata al francese Franck Cammas su NORAUTO powered by Team France che si era già aggiudicato il titolo con due prove di anticipo.

Nel corso dei quattro giorni di regata, Cammas, il cui curriculum include la Coppa America 2017 oltre a vittorie nella Volvo Ocean Race, la Solitaire du Figaro, la Route du Rhum, Il campionato ORMA 60, i catamarani di Classe-C fra le altre, ha mostrato uno stato di forma non dissimile da quello che gli permise di vincere il GC32 Racing Tour nel 2016. Nella flotta, forte di otto barche che hanno regatato nella località dell’Algarve portoghese, Cammas e l suo team non hanno mai finito peggio di quinti e con oggi hanno vinto sette prove, concludendo la GC32 Lagos Cup ben 17 davanti al più diretto inseguitore, Zoulou dell’altro skipper francese Erik Maris.

Non abbiamo fatto prove brutte, cosa positiva visto che ne abbiamo fatte tante e siamo contenti del buon passo in tutte le condizioni.” Ha spiegato Cammas. “Buone manovre e buone partenze, senza prendere mai troppi rischi. Ma le altre barche stanno tutte migliorando. Una bella lotta, ci piace.”

Rispetto alla sua ultima partecipazione GC32 Racing Tour nel 2016, Cammas ha detto che: “La flotta è di livello più alto ora, ci sono diverse barche che possono vincere delle prove e la lotta è più intensa.”

E tuttavia la barca del giorno è stata Frank Racing  del neozelandese Simon Hull. Il team kiwi, di cui fanno parte alcuni dei più giovani e talentuosi velisti della nazione, ha vinto le prime due regate e ha proseguito con una striscia positiva 2-4-4-3. 

“I ragazzi hanno navigato molto bene, eravamo ben posizionati sul campo e in un paio di occasioni siamo stati anche fortunati.” Ha spiegato Hull, al suo debutto sul circuito europeo. “Le condizioni sono state abbastanza stabili, anche se il vento era un po’ rafficato. Abbiamo fatto due buone partenze che ci hanno permesso di scegliere la rotta migliore. Sono rimasto stupito dal livello tecnico della flotta. E’ molto serrata, la lotta, se scendi dal foil una volta e ti passabno tre barche. Belle regate. E Lagos è un luogo stupendo, spero di tornarci.”

Frank Racing si è anche aggiudicato l’ANONIMO Speed Challenge. La velocità media di 25.26 nodi (su due lati al lasco con una strambata) fatta registrare il primo giorno è stata la più alta di tutta la flotta e ha permesso al team neozelandese di ricevere un orologio Anonimo Nautilo GC32 Racing Tour edition.

La prestazione di Frank Racing nell’ultima giornata ha anche fatto scendere dal primo gradino del podio provvisorio della classifica Owner-Drive gli americani di Argo di Jason Carroll, anche se la distanza dal leader è ora di soli quattro punti. La speciale classifica degli armatori-timonieri sarebbe certamente stata ad appannaggio del francese Erik Maris su Zoulou, se il team avesse potuto regatare il primo giorno. Il team transalpino ha avuto prestazioni eccellenti, e ha ottenuto due vittorie l’ultimo giorno, permettendogli di restare in seconda piazza.

Per i nuovi arrivati nella classe, i britannici di INEOS TEAM UK, guidati dal pluricampione olimpico l’evento portoghese è stato frustrante, dato che il team deve ancora prendere confidenza con la nuova barca e il formato di regata, ma ha comunque finito in bellezza, vincendo l’ultima prova. In qualche occasione Ainslie ha anche azzardato una partenza mura a sinistra, con incroci mozzafiato con gli avversari e molto vicino alla barca comitato. “La parte destra del campo è stata favorita tutto il giorno, e perciò abbiamo deciso di provare la partenza mura a sinistra. Ha spiegato  Ainslie. “In un paio di occasioni non ha funzionato, ma per l’ultima partenza è andata bene e siamo riusciti a stare davanti.” I britannici non solo hanno vinto l’ultima prova in programma, ma sono riusciti anche a sottrarre a Realteam dello skipper svizzero Jérôme Clerc il terzo gradino del podio della GC32 Lagos Cup. 

“E’ stato un evento molto divertente.” Ha commentato Ainslie. “La classe GC32 è molto interessante e il lavoro fatto per queste regate è stato ottimo. Abbiamo avuto condizioni eccellenti, con un mix di vento forte, onda, vento leggero e quindi una bella sfida per tutti i team, con un livello alto. Non avemmo potuto chiedere di più.” 

La GC32 Lagos Cup è stato il debutto in acque portoghesi del GC32 Racing Tour ed è stato possibile grazie al supporto della città di Lagos, di Sopromar, Marina de Lago e dell’ente Turismo do Algarve. 

Il circuito dei catamarani volanti ora si prepara per la terza tappa della stagione, la  Copa del Rey MAPFRE che si svolgerà a Palma de Maiorca dal 31 luglio al 4 agosto.

 


02/07/2018 10:59:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Golden Globe Race: tratta in salvo Susie Goodall

Susie Goodall è stata finalmente recuperata 2.000 miglia a ovest di Capo Horn dall'equipaggio della nave cargo registrata a Hong Kong MV Tian

Lazio e Campania: allerta meteo sulle zone costiere per domenica 9 dicembre

Previsti anche venti di burrasca nord-occidentali, con raffiche fino a tempesta, sulla Sardegna in estensione a Sicilia e Calabria

Ambrogio Beccaria e Geomag campioni di Francia!

Primo italiano a vincere il Campionato francese in solitario in classe serie (Championnat de France Promotion Course au Large), Ambrogio Beccaria, 27 anni, l’8 dicembre scorso Beccaria ha ricevuto la medaglia d’oro presso il Nautic de Paris

Circolo Vela Gargnano: il bilancio del 2018

Gorla e Centomiglia, il ritorno della classe Star, i successi delle squadre giovanili, l'alternanza scuola lavoro, le Università di Brescia e Padova. Il prossimo anno si annuncia un Settembre a tutta vela con le classi Olimpiche e gli equipaggi azzurri

America's Cup: c'è anche Malta con una sfida molto italiana

Il Team Principal dell'Altus Challenge di Malta è Pasquale Cataldi, un uomo d'affari italiano nato a Malta, fondatore e CEO della multinazionale del settore immobiliare e dello sviluppo, Altus

Sydney/Hobart: sarà ancora lotta tra Comanche e Wild Oats XI

Il record è di LDV Comanche, che lo scorso anno ha impiegato 1 giorno, 9 ore, 15 minuti e 24 secondi per coprire le 628 miglia del percorso

Invernale di Anzio: Calipso Enway e La Superba continuano a dominare

Domenica 2 dicembre il golfo di Anzio e Nettuno ha regalato un’altra splendida giornata per la 44° edizione del Campionato Invernale, consentendo di disputare la quarta prova per le classi Altura e ben tre prove per i J24

Fincantieri: varata a Marghera Carnival Panorama

È stata varata oggi nello stabilimento Fincantieri di Marghera, “Carnival Panorama”, nuova nave destinata a Carnival Cruise Line, brand del gruppo statunitense Carnival Corporation & plc, primo operatore al mondo del settore crocieristico

My Fin vince per il terzo anno il Trofeo Città di Viareggio

I portacolori del Club Nautico Versilia Bresci e Galeassi fanno poker di vittorie di giornata e si aggiudicano anche dell’edizione 2018

J24: a Four K la prima manche dell’lnvernale di Cervia

Stefano Leporati con il suo J24 Ita 500 Four K vince la prima manche dell’lnvernale Monotipi di Cervia

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci