giovedí, 23 ottobre 2014


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j24    mascalzone latino    volvo ocean race    garda    attualità    cantieristica    regate    middle sea race    optimist    politica    soldini    record    windsurf    meteo    vela olimpica    riva di traiano    invernali    solidarietà    star    ufo22   

CANTIERISTICA

Ferretti: proseguono i lavori del Pershing 82'

ferretti proseguono lavori del pershing 82
redazione

Cresce l’attesa per la presentazione del nuovo Pershing 82’, l’ultimo modello ideato in casa Pershing, brand del Gruppo Ferretti, tra i principali produttori di high performance open motor yacht dai 15 ai 35 metri, che sarà presentato ai prossimi saloni autunnali con anteprima assoluta al Salone di Cannes. Dopo il varo tecnico previsto per fine Luglio, il primo scafo approderà in Costa Azzurra, partendo da Fano e circumnavigando tutta la nostra penisola.
Il sito di Mondolfo è dunque pronto ad ospitare gli indispensabili collaudi tecnici in vasca prova dell’ultima imbarcazione firmata Pershing, lunga 24,97 metri, larga 5,50 e ideata ancora una volta dallo yacht designer Fulvio De Simoni in stretta collaborazione con l’AYT (Advanced Yacht Technology – centro di ricerca e progettazione navale del Gruppo Ferretti) ed il team di architetti e designer del Centro Stile Ferrettigroup.
La sovrastruttura, già montata e verniciata con uno speciale color silver (così come lo scafo), e gli allestimenti, quasi ultimati, mostrano fin da subito il carattere fortemente sportivo di questo modello, immediatamente riconoscibile dal profilo esterno ancora più accattivante rispetto al Pershing 80’, il suo predecessore.
Già visibile in questa fase anche il profilo del sun-deck, che sarà facilmente raggiungibile da un tambuccio automatizzato e tramite una scala interamente in carbonio, realizzata in collaborazione tra AYT e Besenzoni. Una volta inserita, la scala sarà decentrata e scenderà automaticamente sul pozzetto grazie ad un comando elettroidraulico, scomparendo automaticamente verso l’alto nel momento in cui viene riposta, lasciando libero il pozzetto.
Restano tutti gli stilemi che hanno reso inconfondibili i modelli della flotta Pershing, contribuendo al successo del brand in tutto il mondo: le ampie vetrate sulle murate, la grande porta a scomparsa che suddivide il pozzetto dal salone con movimentazione elettroidraulica, e lo speciale sistema di stampaggio della vetroresina sotto vuoto.
Il primo scafo del nuovo Pershing 82’ presenta il layout interno standard con 4 comode cabine ospiti: la suite armatoriale a centro barca, una cabina VIP a prua e due cabine con letti affiancati a prua dell’armatoriale. A queste si aggiungono due cabine equipaggio (una per il comandante e una per i marinai) dotate di lavanderia e bagno.
Sottocoperta si gode di una pianificazione degli spazi tipica di un megayacht, come dimostra la cucina separata dal salone e in comunicazione con la zona equipaggio per una maggiore privacy degli ospiti e dell’armatore. La cucina, disposta ad “L” e completamente separata dalla zona notte, garantisce una più confortevole e discreta vita a bordo.
La zona notte è un esempio di comfort e design. Nella cabina armatoriale, posta a centro barca, è già ben riconoscibile la maxi finestratura open-view, che ha segnato il corso estetico della nuova gamma Pershing. La linea sinuosa della finestra disegna un varco generoso di luce che va ad incorniciare con piacevoli giochi di luce i molti dettagli in pelle firmati Poltrona Frau.
La cabina vip, posizionata a prua, con bagno en-suite, ospita un elegante letto centrale e due capienti armadi alle murate, mentre le due cabine ospiti propongono la tradizionale soluzione estetica con due letti affiancati. Tutte le cabine ospiti hanno il pavimento in moquette.
Già confermato sottocoperta anche il sistema di illuminazione a luci a led incassate tramite canaline nei cielini che giocano con rimandi di luce indiretta, garantendo un’atmosfera avvolgente anche sottocoperta.
Accanto alle soluzioni innovative studiate per la struttura esterna e per il design sottocoperta, il nuovo Pershing 82’ è stato sviluppato per garantire massime prestazioni in mare: già montati nella sala macchine i due potenti MTU 16 V M93 da 2435 mhp (1792 kW) e le trasmissioni Searex SR140S, abbinate alle eliche di superficie Rolla, per garantire una velocità massima di 45 nodi ed una velocità da crociera di 40 nodi mantenendo livelli di comfort elevato, oltre che un’autonomia superiore alle 300 miglia nautiche. Il sistema di propulsione si completa con la gestione AUTOTRIM, una funzionalità esclusiva che ottimizza le prestazioni, gli assetti e i consumi della barca ad ogni andatura e stato di carico, in maniera completamente automatica.
Nada Serafini, Brand Manager di Pershing, afferma: “Siamo ormai prossimi al varo di questo nuovo modello, un’imbarcazione che si inserisce perfettamente nel nuovo corso estetico del brand e che crediamo possa corrispondere alle esigenze espresse dai molti armatori che chiedono eccellenti performance in mare accanto all’inconfondibile design firmato Pershing. Il Pershing 82’ sarà dunque la punta di diamante con cui ci presenteremo ai prossimi saloni nautici autunnali”.
La totale flessibilità degli spazi e gli innovativi contenuti tecnologici sono le linee guida che hanno animato tutte le scelte stilistiche di questa nuova imbarcazione, che porta le firme dei più prestigiosi brand del decor confermando le elevate prestazioni sportive tipiche di ogni yacht Pershing.


28/06/2012 12.59.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Parte domenica da Riva di Traiano il giro del mondo di Matteo Miceli

Oltre 28.000 le miglia teoriche da percorrere da Roma a Roma, molte di più delle 24.300 "dell’originale", ovvero del Vendée Globe che parte da Les Sables d’Olonne

Pendragon Alilaguna conquista la Veleziana 2014

Subito dietro Pendragon è il piccolo Illyteca di Marino Quaiat timonato da Adriano Condello, vero outsider di giornata e dominatore della categoria 1. A completare il podio è Idrusa Brinmarshop di Paolo Montefusco - ph. Matteo Bertolin

Matteo Miceli: "Mo' torno"

Partenza per il giro del mondo in solitario di Matteo Miceli. Tempo stimato 5 mesi

Middle Sea Race: da Malta un saluto di Sergio Frattaruolo a Matteo Miceli

La nostra tensione per la Rolex Middle Sea Race è nulla in confronto alla sua. Noi abbiamo altri 4 Class 40 da superare, Matteo ha invece 4 Oceani

Una Veleziana da record

A poche ore dalla chiusura ufficiale delle iscrizioni della Veleziana 2014 il numero di partecipanti ha raggiunto i 147, che potrebbero ancora aumentare visto che il Comitato Organizzatore ha deciso di accettare anche i ritardatari

Vendée Globe: i foils ammessi sulle barche della prossima edizione

L'Assemblea Generale della classe IMOCA, riunitasi ieri mercoledì 15 ottobre a Nantes ha confermato le linee guida indicate nel 2013 fino al termine del Vendée Globe 2016/2017. Le appendici restano libere

Iniziano oggi in Argentina i Mondiali Optimist

Tutto il Team azzurro pronto per l'avventura mondiale con Alessandra Sensini per la prima volta team leader di una trasferta Internazionale Optimist - ph. Capizzano

Partita la Middle Sea Race: bene le italiane B2 e Amapola

In tempo reale in testa c'è il solito Esimit Europa 2 che ha però perso la partenza contro Ran V

Middle Sea Race: la prima volta di Vincenzo Onorato ed il suo Mascalzone Latino

Vincenzo Onorato: “È la mia prima volta alla Middle Sea Race. Ho sempre sentito parlare di questa regata con grande entusiasmo e finalmente eccoci qua"

Record Atlantico: Giovanni Soldini in lotta con il tempo

A 24 ore dalla partenza da New York, Maserati è entrata finalmente nel vento, quando mancano 2470 su 2880 miglia a Lizard Point, estremo lembo occidentale dell'Inghilterra e punto di arrivo del record del nord Atlantico